74 esperti in una nuova task force per la gestione dei dati nell’emergenza Covid-19

di redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
31 marzo 2020

La gestione e condivisione dei dati, dalla raccolta all’analisi, è alla base del lavoro a cui 74 esperti multidisciplinari presso il Ministero per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione,  mettono sin da oggi a disposizione, gratuitamente, le loro competenze specifiche. Individueranno e proporranno soluzioni tecnologiche per progetti e  servizi utili  per aiutare il Governo e decisori pubblici politici a contenere la diffusione del contagio da Covid-19 e si occuperanno di  studio e analisi dei dati in ambito  sanitario, epidemiologico e socio-economico  per quanto concerne la produzione industriale italiana, dati  che vengono forniti dalle Pubbliche Amministrazioni e dai soggetti privati legati all’emergenza da Covid-9.

È un progetto istituito assieme al Ministero della Salute che li hanno scelti in concerto con l’Istituto Superiore di Sanità, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e tra i rappresentanti delle Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, della Concorrenza e del Mercato, dal Garante per la protezione dei dati personali.

Saranno loro che sceglieranno tra le migliori proposte digitali innovative  pervenute tramite la “chiamata” (Fast call”) di contributi in tre giorni ( dal 24 al 26 marzo scorso) su Telemedicina e Data Analysis per il Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore della Sanità in collaborazione con l’Oms dal mondo degli enti pubblici e privati, imprese, centri di ricerca ed università.   Individueranno le soluzioni avanzate  più adeguate e affidabili per i servizi di  app di telemedicina e assistenza domiciliare per pazienti, sia affetti da Covid-19 che da altre patologie, e sulle  strategie per il monitoraggio attivo del rischio di contagio da Nuovo coronavirus concernente sistemi di analisi, tecnologie hardware e software utili per la gestione dell’emergenza in ambito sanitario.

La squadra è suddivisa in  gruppi che si occuperanno di:  coordinamento dei lavori; di mappatura e raccolta dei dati e creazione di un ecosistema di scambio digitale con l’applicazione di BigData Analytics; di studio dell’impatto economico dell’emergenza da Covid-19 sulla produzione industriale italiana; di studio statistico dell’impatto socio economico dai dati del web – facebook, twitter, google e chatbot e altri sistemi basati sull’IA e dalla rete scientifica;  di individuare soluzioni per l’assistenza medica domiciliare sia durante l’emergenza da Covid-19 sia successivamente; di tecnologie digitali per il governo nella gestione dell’emergenza e contenimento del contagio; l’utilizzo di Big dati per politiche e di  definire i profili giuridici per la gestione dei dati legati all’emergenza Covid-19.

Si prefiggono di:

analisi e studio delle problematiche connesse alla raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati relativi all’emergenza in atto sotto il profilo giuridico, economico, sociale, sanitario ed ambientale;

– analisi e mappatura delle banche dati di interesse per gli scopi della task force e dei livelli di interoperabilità esistenti;

– analisi e individuazione del quadro normativo di riferimento nazionale ed europeo con particolare riferimento alla disciplina in materia di protezione dei dati personali e ricostruzione comparativa delle soluzioni adottate in altri ordinamenti, nel contesto Ue ed extra Ue;

– analisi e studio di metodi e strumenti per la progettazione e l’attuazione di politiche basate sui dati (data driven) e sull’evidenza informativa, sfruttando tecnologie innovative per la raccolta e l’interpretazione di grandi volumi di dati (big data).

redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata