Alberto Gambino, il nuovo presidente nazionale di Scienza & Vita

di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 11 luglio 2016

Dopo il triennio con Paola Ricci Sindoni, filosofa dell’Università di Messina il timone nazionale dell’Associazione  «Scienza & Vita» passa ad Alberto Maria Gambino, giurista e già membro del Consiglio esecutivo.

Nominato venerdì 8 luglio, con mandato triennale, il prof. Alberto Gambino dichiara: «Una nomina che accolgo con gioia e responsabilità  sapendo che alla guida dell’Associazione non si tratta né di rilanciare né di ripartire. Ringrazio la past president, Paola Ricci Sindoni, per l’impegno profuso in questi anni e sono convinto che grazie al lavoro, alle competenze diverse e all’esperienza di tutti coloro che partecipano alla vita dell’associazione sarà possibile affrontare sfide e opportunità che ci attendono con proposte operative e di riflessione improntate al dialogo e al confronto».

In campo bioetico le  sfide dell’Associazione riguarderanno la genetica, la circolazione di parti del corpo umano, le biobanche e i trapianti, «temi che toccano aspetti filosofici dell’essere umano, della persona, che ci dicono che non si può ridurre tutto a semplice “merce”». Fa notare –  in un’intervista al «Sir» di Emanuela Vinai in Alberto Gambino alla guida di Scienza &Vita del 9 luglio 2016 –  ad esempio la necessità di »rispetto della dignità e della persona umana nella gratuità della circolazione dei campioni biologici e come nel nostro Paese il dibattito pubblico non è ancora maturo, ma all’estero sono già numerosi gli studi internazionali».

Attualmente Alberto Gambino è prorettore dell’Università Europea di Roma e professore ordinario di diritto privato. Dal 2014 è membro del Comitato etico dell’Istituto Superiore della Sanità.  In passato è stato direttore del Dipartimento di Scienze umane e della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, docente di ruolo nell’Università degli Studi di Napoli «Parthenope», nonché  docente incaricato alla Luiss «Guido Carli» e «Sapienza» Università di Roma.  Tra gli insegnamenti ricordiamo anche Filosofia del diritto, Diritto dell’informatica e  Diritto sportivo.
Ha fatto parte dell’Osservatorio nazionale sulla Famiglia presso il Ministero delle Politiche familiari  negli anni  2007-2008;  della Commissione di studio sulle problematiche relative agli embrioni conservati nei centri di Procreazione medicalmente assistita, istituita presso il Ministero della Salute (2009-2010); dei Comitati scientifici e Cda delle fondazioni  Rosselli, Visentini, De Gasperi; dei Laboratori Sublacensis e dell’Associazione Unione Giuristi Cattolici Italiani.

 

(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata