Appuntamenti

di Lara Reale *
pubblicato il 6 aprile 2013
Appuntamenti

Concorso dell’Unesco su «Bioetica e Arte»

Termine iscrizioni: lunedì 1° aprile e lunedì 1° luglio 2013

Nel 2013 l’Unesco bandisce il 2° Concorso annuale di «Bioetica e Arte», che chiama artisti di tutto il mondo a creare opere d’arte sul tema: «Creare un’immagine, nel rispetto di tutte le culture e le religioni, che parli dell’impatto che le scienze della vita hanno sulle generazioni presenti e future, illustrando l’amore, la compassione e la cura». Attraverso questo concorso gli artisti avranno la possibilità di esprimere il loro messaggio etico a livello internazionale.

I partecipanti possono presentare “on-line” opere d’arte nelle seguenti 3 categorie: dipinti, fotografia, studente (età 13 – 17).

Agli artisti vincitori saranno assegnati i seguenti premi:
dipinti: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; fotografia: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; studente: $ 1000 per il primo classificato e $ 100 ai 4 successivi vincitori.

Le opere vincitrici saranno esposte a New York (presso la sede delle Nazioni Unite), a Roma (nell’ Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) e a Hong Kong durante la Conferenza della Cattedra Unesco sul Multiculturalismo e religione dal 3 al 5 dicembre 2013.

La scadenza per la presentazione “on-line” delle opere è il 1° aprile 2013 per i dipinti e le fotografie e lunedì 1° luglio 2013 per la categoria studente.

Per maggiori informazioni visitare il sito del Concorso «Bioetica e Arte»: www.bioethicsart.org

«Is comfort care a medical care? Esperienza di cure palliative in età pediatrica»: convegno

Genova, mercoledì 10 aprile 2013

Mercoledì 10 aprile 2013 nell’Aula Magna dell’Istituto G. Gaslini di Genova Quarto si tiene il convegno «Is comfort care a medical care? Esperienza di cure palliative in età pediatrica». Il progresso tecnologico ha contribuito da un lato a spostare i limiti della diagnostica morfologica e della genetica in periodi sempre più precoci in epoca prenatale e dall’altro ad assistere neonati e bambini in condizioni sempre più precarie, e per difficili malattie e per prematurità estrema, ponendo genitori e sanitari di fronte a decisioni sempre più gravose che richiedono una necessaria condivisione.

Relatori:

P. Petralia – Direttore Generale , Istituto G. Gaslini
L. Ramenghi – Direttore UOC Patologia e Terapia Intensiva Neonatale,- Istituto G. Gaslini
P. Tuo – Coordinatore AAD Alta Intensità di Cure e Percorso Nascita, Direttore UOC Anestesia e   Rianimazione Neonatale Pediatrica , Istituto G. Gaslini
E. Parravicini – Assistant Professor of Clinical Pediatrics at Morgan Stanley Children’s Hospital of New York, Presbyterian-Columbia University
F. Benini – Centro di Riferimento Regionale di Terapia del Dolore e Cure Palliative Pediatriche, Regione Veneto
G. Migliaro – Presidente Scienza e Vita, Genova

Registrazione: Le domande di iscrizione dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa entro l’8 aprile 2013, previa conferma telefonica della disponibilità dei posti (tel.: 010-56.36.872)

ECM: per la figura professionale di Medico Chirurgo, Psicologo, Fisioterapista, Infermiere, Infermiere Pediatrico

Segreteria Organizzativa:
Centro Internazionale di Studi e Formazione “Germana Gaslini” , Rif. Anna Maria Renzini: tel.: 010-56.36.872 – Fax: 010-5636.885, email: annarenzini@cisef.org, web: www.cise.org

Pieghevole con il programma

«Salute e cittadinanza biologica»: convegno alla Lateranense

Roma, giovedì 11 e venerdì 12 aprile 2013

Giovedì 11 e venerdì 12 aprile 2013, presso la Pontificia Università Lateranense in Aula Paolo VI (piazza S. Giovanni in Laterano, 4 – Città del Vaticano), si tiene il congresso «Salute e cittadinanza biologica», organizzato dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense e dall’Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria “Camillianum”.

L’appuntamento celebra il 25mo della sua fondazione e intende esaminare criticamente la cosiddetta “somatizzazione” e “molecolarizzazione” dell’esistenza, con le sue ricadute etico-sociali, alla luce dei principi dell’etica cristiana della salute.

Viviamo in un’epoca in cui la nostra identità è percepita come molecolarizzata in alcune sue componenti biologiche (sé neurologici, identità genetica…). Questa nuova percezione dell’io si presenta non tanto come rinascita del determinismo, ma come l’emergere di una nuova etica somatica, che impone l’obbligo del monitoraggio della salute, orientata verso il futuro, ma necessitante di un’azione nel presente. La medicina non cerca di controllare solo la malattia, ma indaga sulle sue predisposizioni, in vista di una continua ottimizzazione, nella speranza di superare la vulnerabilità e la finitudine.

La salute è il valore condiviso che muove la nostra responsabilità verso il biologico, non più percepito come fato, ma come terreno su cui esercitare la nostra autonomia e responsabilità. Le nostre speranze di salvezza sono plasmate da considerazioni relative al mantenimento della salute е al prolungamento della vita terrestre. L’ “oltre-la-vita” oggi non è visto come una terra promessa in cui raggiungeremo personalmente l’immortalità, ma piuttosto come una dimensione in cui vivremo per sempre grazie alla nostra progenie. La gestione della salute е della vitalità, un tempo derisa come egocentrismo ossessivo e narcisistico, ha ormai raggiunto nella condotta della vita di tante persone un rilievo etico senza precedenti.

Il Congresso della PUL si prefigge di riflettere criticamente su questa situazione alla luce dei principi di un’etica cristiana della persona, evidenziandone i fondamenti scientifici, ontologici e metafisici.

PROGRAMMA:

Giovedì 11 aprile 2013

Sessione del mattino – Moderatore Gianfranco Basti, Decano della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense

09:30 Saluti: S.E.  Mons. Enrico dal Covolo, Rettore Magnifico della Pontificia Università Lateranense; P. Renato Salvatore, Moderatore Generale dell’Istituto Camillianum

10:00 Introduzione del Congresso: Palma Sgreccia, Istituto Camillianum

10:15 Predisposizione genetica: Jacques Simporé, Rettore dell’Università S. Tommaso di Ouagadougou (Burkina Faso)

10:45 Coffee break

11:15 Sé neurologici: Leonardo Fogassi, Università di Parma

11:45 Cellule staminali e applicazioni terapeutiche: Carlo Ventura, Università di Bologna

12:15 Diritto e identità biologica: Luciano Eusebi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – PUL

∞∞∞∞

Sessione pomeridiana – Moderatore Michael Konrad, Pontificia Università Lateranense

15:30 Dal caso alla scelta. La responsabilità biologica: Palma Sgreccia, Istituto Camillianum

16:00 Biosocialità. Le nuove forme di identificazione soggettiva: Filippo Tempia, Università di Torino

16:30 Coffee break

17:00 Enhancement, creaturalità e natura umana: Andrea Aguti, Università di Urbino

17:30 Tavola rotonda con tutti i partecipanti

—————————————————————————
Venerdì 12 aprile 2013

Sessione del mattino – Moderatore Massimo Petrini, Preside dell’Istituto Camillianum

09:30 Il rischio di nuove eteronomie. La neuroetica: Gianfranco Basti, Pontificia Università Lateranense

10:00 Le economie della vitalità. Il  biocapitale: Americo Cicchetti, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

10:30 Genomica e medicina preventiva: Stefania Boccia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

11:00 Coffee break

11:30 Le nuove tecnologie microelettroniche al servizio della qualità della vita del paziente: Luca Racca, Consorzio Interuniversitario Si4Life, Genova

12:00 Comunicazioni

∞∞∞∞

Sessione pomeridiana – Moderatore Augusto Chendi, Sottosegretario del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari

15:30 La salute nei paesi occidentali e nei paesi emergenti: Walter Ricciardi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

16:00 La visione unitaria e complessa dell’uomo. Aspetti filosofici e teologici: Massimo Petrini, Istituto Camillianum

16:30 Coffee break

17:00 L’insegnamento bioetico nel Magistero di Giovanni Paolo II: Bartlomiej Sipinski, Università di Poznan (Polonia)

17:30 Tavola rotonda con tutti i partecipanti

18:00 Conclusioni

———————————————————–

Iscrizioni: compilare il modulo presente nel «Calendario eventi» del sito www.pul.it.

Nota organizzativa: la partecipazione al Congresso, obbligatoria per tutti gli studenti di Filosofia della PUL e per gli studenti dell’Istituto Camillianum, corrisponde a 2 crediti universitari (CFU/ECTS) che diverranno 3 presentando un elaborato scritto. L’eventuale riconoscimento dei crediti per gli studenti delle altre Facoltà della PUL è soggetto alle disposizioni del Regolamento della Attività Formative Elettive (AFE) delle singole Facoltà.

Segreteria organizzativa:
piazza San Giovanni in Laterano, 4 – Città del Vaticano, tel. 06 69895676 – fax 06 69895697, e-mail: eventi@pul.it. –

depliant con il programma delle due giornate

 

«Morte e Morire nella cultura contemporanea»: giornata di studio al Cottolengo di Torino

Torino, 12 aprile 2013

Venerdì 12 aprile, dalle ore 8.00 alle 17.00, presso la Sala Convegni della Piccola Casa della Divina Provvidenza in via Cottolengo 12 a Torino, il Centro di Formazione-Corso di Laurea in Infermieristica e di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche del Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo di Torino organizza una giornata di studio, dal titolo «Morte e Morire nella cultura contemporanea».

Razionale e obiettivo: L’uomo è un animale storico che, per dare significato alla sua esistenza, sente di doversi autorealizzare in una tensione in avanti (esistere = essere tesi innanzi). L’uomo sa anche, però, di dover morire; ed è l’unico animale a saperlo. E qui si scontra con la drammaticità del vivere. «Perché se son nato, non è per sempre?» (Ionesco, «Il re muore»). Noi tutti abbiamo paura del nostro essere mortali e, allora, combattiamo la morte inventandoci modalità per non pensarci, affidandoci, così, paradossalmente, alla morte stessa. Come colui che, preso dal senso di vertigine, si getta nel baratro che teme.

La giornata di studio intende affrontare questa tematica, di rilevante valore antropologico e non solo, declinandola in interventi propri alle varie discipline, volti da una parte a decifrare lo status quaestionis nel mondo contemporaneo e, dall’altra, a offrire letture e suscitare interrogativi in chi è particolarmente chiamato ad accostare l’esperienza della morte e del morire nel proprio ambito professionale.

Destinatari: tutte le professioni sanitarie, studenti del Corso di Laurea triennale in Infermieristica, studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche

Programma

08.00 Registrazione partecipanti

08.15 Saluti da parte del responsabile del Centro di Formazione (A.M. Derossi)

08.30 Presentazione e obiettivi della giornata di studio (G. Marmo)

08.45 «Morte e morire nella cultura contemporanea: panorami laici e religiosi» (P. Scquizzato)

09.15 Breve intermezzo

09.30 «La nascita della morte: prospettive biologiche» (G. Sica)

10.15 Breve intermezzo

10.30 «Quando si può dire morte: status quaestionis sull’accertamento della morte» (P.P. Donadio)

11.15 Breve intermezzo

11.30 Dibattito con interventi preordinati da parte degli studenti

12,00 Pausa pranzo

13,00 «Accompagnare alla morte» (C.A. Raucci, D. Ceresa, F. Bassetti)

1400 Breve intermezzo

14.15 «Dall’escatologia alla tecnologia: tecnologie d’immortalità» (M. Lombardi Ricci)

15.00 Breve intermezzo

15.15 «Morte “virtuale” o “reale”: una giornalista si interroga» (M.P. Bonanate)

16.00 Dibattito con interventi preordinati da parte degli studenti

16.30 Valutazione e conclusione del corso

 

Alla giornata di studio sono stati attribuiti n. 6 crediti Ecm. I posti accreditati Ecm per chi non è studente sono 100.

L’iscrizione può avvenire on line sul sito www.ecmpiemonte.it compilando la scheda apposita, che deve essere inviata alla segreteria organizzativa entro e non oltre il 29 marzo 2013 via fax o scannerizzata via e-mail. Le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico di arrivo.

La partecipazione è gratuita per studenti e religiose/i. Per i professionisti sanitari del Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo la quota di iscrizione, iva compresa, è pari a 10 euro. Per i professionisti sanitari esterni la quota di iscrizione, iva compresa, è pari a 20 euro.

Pagamento: da effettuarsi, dopo conferma della disponibilità di posti da parte della segreteria organizzativa, a mezzo bonifico bancario sul IBAN IT 47 Z 02008 01140 000003345915 Unicredit P.B. – Filiale di Torino, via Arsenale 21,  Intestato a: Piccola Casa della Divina Provvidenza Cottolengo – Causale del versamento: «Morte e morire nella cultura contemporanea» (specificare anche il nome del partecipante).

L’iscrizione si intende perfezionata con l’invio di copia dell’avvenuto bonifico, via fax o scannerizzato via e-mail, alla segreteria organizzativa (tel. 011/5294.481, fax 011/52.94.489 ecm@ospedalecottolengo.it ).

 

Corso di aggiornamento «Maternity care» per prendersi cura della maternità

Torino, 13 aprile 2013

Il Corso di aggiornamento «Maternity care» è alla sua seconda edizione:le relazioni dei docenti hanno come filo conduttore lo sguardo al figlio che nel suo venire al mondo chiede attenzione supplementare e riflessione sul senso della vita umana. Soprattutto se i parametri non sono quelli standard e se si profilano difficoltà di salute. Sulla base della ricerca scientifica e su quella di nuove esperienze concrete in ambito sanitario, il Maternity care continua a proporsi come sostegno alla maternità e paternità difficili.

Organizzazione: prof. Valter Boero – presidente Movimento per la Vita (MPV) di Torino, avv. Alberto Tibaudi – presidente Federazione regionale CAV E MPV

Responsabile del corso: Prof.ssa Elena Vergani – psichiatra, già primario Spdc all’Ospedale Molinette di Torino

Accreditamento ECM Provider (ID 173) – Università degli Studi di Torino: medico chirurgo, farmacista. biologo, psicologo, assistente sanitario, educatore professionale, infermiere, infermiere pediatrico, ostetrica/o.

A coloro che avranno regolarmente frequentato verrà rilasciato l’Attestato di Partecipazione al corso

Programma

Mattino – moderatore: prof. Mario De Marchi, Università di Torino

8.00 Registrazione

8.30 Presentazione del Corso

8.45 Lettura Magistrale «Responsabilità della genetica nello sviluppo della nuova medicina» Prof. Giovanni Neri, ORDINARIO DI GENETICA MEDICA UNIVERSITÀ DEL SACRO CUORE – ROMA

9.45 Relazione «Genetica e ambiente» Prof. Giovanni Battista Ferrero, GENETICA DELLO SVILUPPO UNIVERSITÀ DI TORINO

10.30 Dibattito

11.00 Pausa caffè

11.15 Relazione «Il figlio malato. Le cure pre e perinatali: la Comfort care» Prof.ssa Elvira Parravicini, PEDIATRA NEONATOLOGA COLUMBIA UNIVERSITY, USA

12.00 Relazione «Il figlio sano. Giusto desiderio o assoluto diritto?» Dott.ssa Carla Corbella, FILOSOFA E TEOLOGA FACOLTÀ TEOLOGICA ITALIA SETTENTRIONALE – TORINO

12.45 Dibattito

13.15 Pausa pranzo

∞∞∞

Pomeriggio – moderatore: Dr. Enrico Larghero, direttore master universitario di Bioetica a Torino

14.30 Relazione «Riflessioni biomediche ed etiche sull’inizio della vita. Teorie a confronto» Prof. Lucio Romano, GINECOLOGO UNIVERSITÀ FEDERICO II – NAPOLI

15.15 Relazione «Paternità negata» Prof. Antonello Vanni, EDUCATORE E BIOETICISTA

16.00 Relazione «La relazione madre-figlio e padre-figlio nella fase prenatale: confronto sulle esperienze di una ‘Scuola di Maternità’»  Dott.ssa Paola Castagna OSPEDALE OSTETRICO GINECOLOGICO SANT’ANNA TORINO

17.00 Dibattito e conclusioni

17.30 Verifiche ECM

17.45 Chiusura incontro
Le iscrizioni debbono pervenire alla Segreteria entro il 31 marzo 2013 con versamento di euro 50,00 con ECM o euro 40,00 senza ECM; quota di partecipazione per volontari CAV E MPV DELLA FEDERVIPA e studenti universitari euro 20,00 (pranzo incluso). La scheda di iscrizione è scaricabile da www.vitatorino.org o www.mpv.org o www.federvipa.org 

Segreteria organizzativa: presso MPV di Torino, corso Trento 13 – tel 345 34 59 308 / fax 011.56.82.906 –  info@vitatorino.org lun-mar-gio-ven  dalle 13.30 alle 17.00,  mercoledì dalle 9.00 alle 17.00

con il programma del 13 aprile

 

Festa del perdono: «Guarire qualche volta, curare spesso, consolare sempre»

Milano, giovedì 18 aprile 2013

Giovedì 18 aprile 2013, a partire dalla 11.30, nell’Aula Magna, all’Università degli Studi di Milano in via Festa del Perdono 7, la Fondazione IRCCS Cà Granda organizza la Festa del perdono in ricordo della costituzione dell’Ospedale Maggiore.

Nel 1458 Papa Pio II confermava la costituzione dell’Ospedale Maggiore, prevedendo che avesse una sua chiesa, campanile e cimitero. Da allora, ad anni alterni, Milano celebra le due feste cittadine più importanti, quella del Duomo e quella dell’Ospedale Maggiore. Ogni due anni si presenta così l’occasione di ricordare la costante presenza della Ca’ Granda nei secoli, come la “casa grande” dei milanesi: «Uno stabilimento così utile, che non sia affatto un palazzo, ma una grande casa per accogliervi i poveri ammalati» (da «Le vojages in Italie», Journal d’un compagnon d’exil de Lucien Bonaparte, 1805).
Programma

Interviene S.E.R. Cardinal Angelo Scola, Arcivescovo di Milano

Modera Giancarlo Cesana, Presidente Fondazione IRCCS Ca’ Granda

Intervento di Gianluca Vago, Magnifico Rettore Università degli Studi di Milano

 

Per informazioni: tel. 02 5503.8408; email: ufficiostampa@policlinico.mi.it

Locandina con il programma

 

A Bari confronto tra scienza e fede

Bari, 20 e 21 aprile 2013

Dopo l’anteprima di Torino, e prima della manifestazione di Firenze, l’iniziativa del quotidiano «la Repubblica», intitolata «la Repubblica delle idee»,  fa tappa in Puglia. Due giorni di incontri  al Teatro Petruzzelli di Bari con scienziati, filosofi, religiosi (20 marzo LaRepubblica.it)  Sotto il titolo «In principio era il logos, prove di dialogo tra ragione e fede» si intrecciano speculazione filosofica e articoli di fede, ricerca scientifica e ansia dell’assoluto ma anche la necessità di individuare una bussola capace di orientare di volta in volta le nostre scelte quotidiane in una società sempre più smarrita.

Il tema verrà declinato in sei diversi momenti:

alle 12 di sabato 20 aprile sarà Umberto Veronesi a rispondere alle domande del vicedirettore di «la Repubblica» Dario Cresto-Dina sul tema «L’infinito della scienza» e il pubblico sarà invitato a proporre i suoi quesiti, direttamente o via Twitter.

Alle 11 di domenica 21 aprile sarà un dialogo tra il cardinale Camillo Ruini e il direttore di «la Repubblica» Ezio Mauro a chiudere la due giorni. Il titolo del dibattito: «Laici e credenti nell’età di Papa Francesco».
In mezzo, nel pomeriggio di sabato, altri tre dialoghi affronteranno i diversi piani dell’argomento proposto:

il primo, dal titolo «Il nostro bisogno di verità», vedrà di fronte il priore della comunità di Bose, Enzo Bianchi, e il filosofo Umberto Galimberti, presentati e moderati da Giovanni Valentini; il secondo dialogo, dal titolo «Cosa ha da dirci la ragione sul senso della nostra esistenza», sarà tra il teologo Vito Mancuso e il matematico e storico della scienza Piergiorgio Odifreddi, moderatore Marco Cattaneo; e  il terzo sul tema «Il governo della nostra vita», moderato da Antonio Gnoli, sarà a tre voci: la teologa e biblista Marinella Perroni, il filosofo Remo Bodei e il giurista Stefano Rodotà.

La domenica mattina Giovanni Valentini, insieme a don Antonio Sciortino, presenta il suo ultimo libro «La morale, la fede e la ragione», un’intervista al direttore di «Famiglia Cristiana».

L’ingresso è libero e gratuito fino a esaurimento posti. Le prenotazioni online apriranno lunedì 8 aprile, una parte dei biglietti sarà disponibile al botteghino a partire da martedì 16, dalle 11.00 alle 19.00.

 

Nuovo ciclo di incontri «I lunedì dell’AMCI»: «Medicina narrativa e letteratura. Pazienti che narrano, medici che scrivono»

Torino, da lunedì 22 aprile 2013

Inizia lunedì 22 aprile il nuovo ciclo di incontri «I lunedì dell’AMCI» promosso dall’Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI) e dall’Associazione di Bioetica Torino. Il nuovo ciclo è dedicato a «Medicina narrativa e letteratura. Pazienti che narrano, medici che scrivono».

Sede delle conferenze: Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale – via XX settembre 83 a Torino.

Il corso è rivolto in particolare a medici e operatori sanitari ed è accreditato ECM

Programma degli appuntamenti

Lunedì 22 aprile 2013 

ore 17.30-18.30 «La Medicina Narrativa»: Piero Bottino,  Medico geriatra e riabilitatore  -counsellor sistemico

ore 18.30-19.30 «Narrazione e lettura in Pediatria»: Pia Massaglia, Neuropsichiatra infantile – Psicoterapeuta Psicoanalista dell’Infanzia e dell’Adolescenza

ore 19.30-20.00 «Letture»: Anna Lana, Infermiera Cure Palliative – Hospice F.A.R.O. Onlus,  “Sergio Sugliano” – attrice, doppiatrice

ore 20.00-20.30: Dibattito

————

Lunedì 20 maggio 2013 
«Medici scrittori»:

ore 17.30-18.30: Franco Testore, Primario di Oncologia – Ospedale di Asti

ore 18.30 – 19.30: Marcello Montanaro, Medico oculista

ore 19.30-20.00: «Letture»: Anna Lana , Infermiera Cure Palliative – Hospice F.A.R.O. Onlus,  “Sergio Sugliano” – attrice, doppiatrice

ore 20.00-20.30: Dibattito

————————————-

Lunedì 10 giugno 2013
ore 17.30-18.30 «La Medicina Narrativa e Cure Palliative»: Ferdinando Garetto, Medico Cure Palliative – Hospice F.A.R.O. Onlus – Oncologia Medica,  Ospedale Gradenigo di Torino

ore 18.30-19.30 «La narrazione  tra Medicina e Bibbia: una prospettiva di senso»: Carla Corbella, Filosofa – Teologa

ore 19.30-20.00 «Letture»: Anna Lana, Infermiera Cure Palliative – Hospice F.A.R.O. Onlus,  “Sergio Sugliano” – attrice, doppiatrice

ore 20.00-20.30 Dibattito e valutazione

Responsabili  scientifici:  Fabrizio Fracchia (Amci Torino)  ed Enrico Larghero (Responsabile Master universitario in Bioetica)

Modalità di iscrizione: via e-mail o fax presso la Segreteria Organizzativa. Il corso è a numero chiuso per 60 iscritti.

Quota d’iscrizione: € 30 (trenta) versamento da effettuare  tramite bonifico bancario:  Banca Intesa San Paolo – Filiale 22 Torino,  corso V. Emanuele II 110 – IBAN: IT97 D030 6909 2131 0000 0062 305; intestato a: Associazione Medici cattolici Italiani – Sezione di Torino; causale: iscrizione “Lunedì dell’Amci”  oppure  presso la Segreteria del Corso il primo giorno – lunedì 22 aprile 2013.

Segreteria organizzativa e informazioni: 

Maria Grazia Sinibaldi, e-mail: grazia.sinibaldi@tiscali.it, fax: 011-44.73.299, tel. 339-42.90.588, web: www.amcitorino.it

 

«In dialogo. Riflessioni e confronti a tutto campo su questioni personali, culturali e bioetiche»: presentazione libro

Torino, martedì 30 aprile 2013

Martedì 30 aprile 2013 alle 18, nella Sala Artistica della Facoltà Teologica,  in via XX Settembre 83 a Torino, si tiene la presentazione del libro di Mario Rossino «In dialogo. Riflessioni e confronti a tutto campo su questioni personali, culturali e bioetiche» (introduzione di monsignor Giuseppe Ghiberti, Effatà Editrice, 2013).

Organizzano la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale- Sezione parallela di Torino Ciclo di specializzazione in Teologia Morale Sociale e il Centro Cattolico di Bioetica. Con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Torino.

Presente l’Autore.

PROGRAMMA 

Saluto del prof. Giorgio Palestro – Presidente del Centro Cattolico di Bioetica

 

Intervengono:

Prof. don Ferruccio Ceragioli – Direttore del Ciclo istituzionale – Facoltà Teologica di Torino
Prof. don Pier Davide Guenzi – Direttore del Ciclo di Specializzazione – Facoltà Teologica di Torino

Modera: Enrico Larghero – Responsabile scientifico Master  universitario  in Bioetica – Facoltà Teologica

Per informazioni: Segreteria organizzativa Maria Grazia Sinibaldi, cell. 339.429.0588 – email: grazia.sinibaldi@tiscali.it, fax: 011.447.3299

 

«La medicina psicosomatica oggi. Attualità e prospettive per la bioetica clinica del III Millennio»: convegno

Torino, sabato 18 maggio 2013

Sabato 18 maggio, dalle 8 alle 13, al Centro Congressi Santo Volto, in via Nole angolo via Borgaro a Torino, si tiene un convegno su «La medicina psicosomatica oggi. Attualità e prospettive per la bioetica clinica del III Millennio».

Patrocini richiesti: Accademia di Medicina, Ordine dei Medici, AMCI (Associazione Medici Cattolici Italiani).

Quota di iscrizione: 10 euro (da versare il giorno del Convegno)

Responsabile scientifico: dott. Enrico Larghero

Segreteria organizzativa:

Maria Grazia Sinibaldi tel. 339.4290588, email: grazia.sinibaldi@tiscali.it

ACCREDITATO ECM PER TUTTE LE PROFESSIONI SANITARIE

Programma 

ore 8-9: Registrazione dei partecipanti

ore 9-9.15: Saluto delle Autorità

Moderatore: Prof. Enrico Larghero, Responsabile Scientifico Master universitario in Bioetica 

ore 9.15 – 9.30: Introduzione

ore 9.30 – 10.30: «Il rapporto corpo-mente-cervello: lo stato dell’arte», prof. Alessandro Meluzzi, Medico psichiatra e psicoterapeuta 

ore 10.30-10.45: Intervallo

ore 10.45-11.30: «Salute e malattia. La dimensione olistica dei processi di cura», prof. Giorgio Calabrese, Medico  Docente di Dietetica e Nutrizione umana – Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza 

ore 11.30 – 12.15: «Riflessioni bioetiche», Prof. Paolo Merlo, Docente di Teologia Morale –  Università  Pontificia Salesiana 

ore 12.15 – 13: Dibattito

ore 13: Conclusioni, test di verifica e rilascio attestati

 

Incontro con mondo delle disabilità e convegno su «Il dolore della mente»

Torino, maggio 2013

A maggio 2013 l’Ufficio diocesano per la Pastorale della Salute organizza, in collaborazione con Caritas diocesana, un incontro e S. Messa con il mondo delle disabilità. Nello stesso contesto si tiene il convegno «Il dolore della mente».

Per informazioni: Ufficio per la Pastorale della Salute, via Val della Torre 3, a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360, www.diocesitorino.it/salute 

 

«La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza»: corso estivo di aggiornamento dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Roma, 1-12 luglio 2013

Dall’1 al 12 luglio 2013, nella sede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum in via degli Aldobrandeschi 190 a Roma, si svolge il corso estivo di aggiornamento in Bioetica organizzato dalla Facoltà di Bioetica in collaborazione con l’Istituto di Scienza e Fede e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose.

Il tema del Corso sarà: «La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza».
Le problematiche studiate dalla Bioetica sono spesso connesse con i progressi delle scienze biologiche e mediche. Ma non possono essere ridotte alla razionalità scientifica. La soluzione etica di dilemmi che riguardano la vita e la morte, la guarigione e la sofferenza, la relazione tra le persone, etc., non può prescindere dalla propria visione della realtà. Visione che può essere aperta o chiusa alla Trascendenza; di sola ragione o di ragione illuminata dalla fede. Il Corso si propone come uno sforzo di analisi di queste relazioni profonde e come una piattaforma di dialogo tra visioni diverse, anche contrapposte, in funzione della ricerca sincera del miglior bene per tutti.

Il corso è articolato in due moduli tematici. È possibile partecipare a tutto il corso, oppure a uno dei moduli. I partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.

Nel primo modulo verranno trattate questioni di base: rapporto fede e ragione; la relazione tra la scienza e la ragione filosofica; lo scientismo; scienza e tecnologia di fronte alla vita umana; la questione della bioetica laica e quella cattolica; l’approfondimento teologico della bioetica; la bioetica nel Magistero cattolico; legge morale e bioetica; la bioetica nelle diverse visioni religiose; l’applicazione pastorale della bioetica, etc.

Il secondo modulo affronterà alcuni problemi specifici della bioetica alla luce delle diverse visioni di fondo: dalla questione dell’embrione umano alle tematiche di fine vita; dalla procreazione alla custodia dell’ambiente; le manipolazioni genetiche e l’eugenetica, etc.

Le lezioni saranno tenute dai docenti della Facoltà di Bioetica, con la partecipazione di altri docenti ed esperti provenienti da diversi Paesi.
Oltre alle lezioni verranno organizzati incontri e attività di riflessione e discussione, favorendo la partecipazione attiva di tutti i corsisti.

Il corso è indirizzato a tutte le persone interessate ai temi della bioetica, operatori nel settore sanitario, docenti e laureati di tutte le discipline. Gli studenti di licenza o dottorato in Bioetica regolarmente iscritti alla Facoltà possono partecipare: verrà loro accreditata, se superata la prova scritta corrispondente, nel loro curriculum accademico con 3 crediti (4 ECTS) per ogni singolo modulo. È prevista, per ogni modulo, un’unica prova scritta che si svolgerà alla fine di ogni singolo modulo.

 

Per informazioni contattare: Emmanuele Di Leo, responsabile Promozione e Comunicazione Facoltà di Bioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Tel. +39 0666543931, cell. +39 349 8167543, email: edileo@upra.org , facebook: Emmanuele Di Leo

Premio per la Cultura «Luigina Parodi» dedicato ai giovani tra i 14 e i 20 anni: la II edizione dedicata alla «solitudine»

Torino, scadenza il 30 settembre 2013

Il Premio per la Cultura «Luigina Parodi» viene istituito nel 2012 dall’associazione Erreics onlus* a sette anni dalla scomparsa di Luigina Parodi, professoressa appassionata, che fino ad età avanzata ha dedicato la sua esperienza e il suo entusiasmo alla scuola e alla formazione. Luigina Parodi, nata a Nettuno l’11 ottobre 1920, lascia la traccia di una convinzione: «formare i giovani aiuta a formare anche gli adulti».

La seconda edizione del premio alla Cultura «Luigina Parodi» è dedicata al tema della solitudine.

Descrizione del premio: La partecipazione al Premio è gratuita. Possono partecipare tutti i giovani di Torino e Provincia di età compresa fra 14 e 20 anni sia studenti delle scuole superiori che lavoratori. Dal 1 febbraio al 30 settembre 2013 i ragazzi potranno inviare un testo (racconto, pagina di diario, autobiografia max 6000 caratteri) o un cortometraggio (max 5 minuti) realizzato su DVD sul tema della solitudine.

Il materiale, accompagnato dalla domanda di partecipazione al Premio, dovrà essere inviato: via mail a: elviralarizza@libero.it e via posta a: Elvira Larizza – via Ciamarella 31 int.1 – 10098 Rivoli (To). Nella domanda di partecipazione devono essere indicati: nome, cognome, data di nascita, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo mail (se posseduto), scuola di appartenenza o attività lavorativa. La domanda deve essere firmata dal partecipante e, se minore, da un genitore e/o responsabile.

A ottobre verrà effettuata dalla commissione scientifica dell’associazione Erreics onlus la selezione dei tre lavori più belli.  I lavori verranno premiati a fine novembre. I premi saranno buoni cultura da spendere in diversi ambiti a discrezione dell’associazione.

Per informazioni: presidenza@erreics.org – elviralarizza@libero.it

Locandina con il  bando di concorso
*Erreics onlus è un’associazione senza fini di lucro che ha l’obiettivo di sviluppare attività e servizi nel campo dell’educazione e dell’aggregazione, della formazione, della promozione della cultura e dell’editoria sociale. Erreics vuole sostenere tutte le persone che vivono situazioni di disagio e che sono a rischio di esclusione sociale. La sua convinzione è che la cultura possa tornare ad essere uno strumento importante per migliorare la qualità della vita e delle relazioni. Info: www.erreics.org – info@erreics.org +39 339 8292985.

Il Premio è sostenuto da: www.golembookshop.it, Libreria Belgravia Torino, Edizioni Angolo Manzoni, Scenario Libri e Teatro.
Con il patrocinio di: Provincia di Torino, Polo cittadino della salute, Cittadinanzattiva Regione Piemonte, Colori quadri, Piemonte Movie, Materie Prime, Associazione nazionale Museo del Cinema.

 

Al via le lezioni del Master Universitario in Bioetica I anno – anno accademico 2013-2014

Torino, venerdì 4 ottobre 2013

Prende ufficialmente il via venerdì 4 ottobre 2013 in via XX Settembre 83 a Torino il Master Universitario in Bioetica I anno – anno accademico 2013-2014 organizzato dalla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – sezione parallela di Torino (Ciclo di specializzazione in Teologia morale con indirizzo sociale).

Il Master è realizzato in collaborazione con  Arcidiocesi di Torino, Centro Cattolico di Bioetica, Ufficio per la Pastorale della Salute, Ufficio per la Pastorale della Cultura, della Scuola e dell’Università, Associazione Medici Cattolici Italiani, Associazione Bioetica & Persona – Onlus; con il patrocinio di  Facoltà di Medicina e Università degli Studi di Torino.

La prima lezione, venerdì 4 ottobre 2013, prevede il Saluto delle Autorità e la presentazione del Master. Modera: Mario Rossino (Docente di Teologia Morale – Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Torino). Paolo Merlo (Docente di Teologia Morale – Università Pontificia Salesiana) proporrà un’introduzione storica alla bioetica.

Il programma completo delle lezioni è consultabile all’indirizzo Web: http://centrodibioetica.diocesi.torino.it/Bioetica004.htm

Destinatari del Master. Il corso è rivolto a medici, infermieri e altre professioni socio-sanitarie; insegnanti e operatori psico-pedagogici; teologi e religiosi; giornalisti; amministratori pubblici. Coloro che sono in possesso di  Diploma di Laurea in Filosofia; Lettere; Giurisprudenza; Economia e Commercio; Scienze matematiche, fisiche e naturali; Biologia; Scienze politiche; Sociologia; Psicologia; Farmacia o titoli di studio equipollenti. Uditori interessati ad approfondire tali tematiche.

Durata e orario delle lezioni. Il Corso è articolato nell’arco di ciascun anno accademico in tre moduli per un totale di 144 ore annuali.

Le lezioni si svolgeranno in due unità didattiche:
– venerdì pomeriggio: ore 14-20
– sabato mattina: ore 8-14
La frequenza è obbligatoria per almeno l’80% delle lezioni.

Iscrizioni. La domanda d’iscrizione (generalità, indirizzo, recapiti telefonici, e-mail) unitamente al curriculum vitae dovrà pervenire a mezzo e-mail. È previsto un colloquio a scopo conoscitivo. Il Corso è a numero chiuso.

Quota d’iscrizione: 400 euro da versare tramite bonifico bancario:
Intesa San Paolo – Torino – Filiale 22; IBAN: IT73 B030 6909 2131 0000 0061 720
Intestato a: Associazione Master & Congressi
Causale: Quota d’iscrizione master

Titoli rilasciati. Al termine del Master, a coloro che avranno frequentato regolarmente e superato le prove di valutazione previste (questionari, tesina e relativa discussione), verrà rilasciato un Attestato come disposto dall’art. 2, comma 5 del titolo I del Reg.to di Ateneo, previsto dall’art. 6 della legge 341/1990.

La frequenza di un solo anno conferisce il diploma di Corso di perfezionamento in bioetica. Al termine del secondo anno sarà rilasciato il titolo di  Master  Universitario in Bioetica e assegnati 60 CFU (crediti formativi universitari).

Per i medici e gli operatori sanitari il Corso esonera dall’obbligo di acquisire i Crediti ECM previsti dal Ministero della Salute. Per gli insegnanti di ogni ordine e grado il titolo di perfezionamento dà luogo a punteggio per le Graduatorie di Istituto. Il Corso rientra nelle iniziative di Formazione e Aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e riconosciute dall’Amministrazione Scolastica.

Responsabili del corso
Presidente del Master: Mario Rossino

Responsabile dell’evento: Enrico Larghero

Direttori scientifici: Enrico Larghero – Giuseppe Zeppegno

Segreteria organizzativa: Centro Cattolico di Bioetica

 

Informazioni e segreteria

Maria Grazia Sinibaldi
tel. 339.4290588 – e-mail: grazia.sinibaldi@tiscali

Pieghevole con il programma dei Primo Anno  Accademico 2013-2014 del Master Universitario in Bioetica

 

«Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro»: 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona»

Milano, 10-12 ottobre 2013

Si svolge da giovedì 10 a sabato 12 ottobre 2013 a Milano, presso l’Aula Magna Università statale (via Festa del Perdono, 7), il 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona» sul tema: «Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro».

Mai come oggi chi, a vario titolo, opera in Sanità ha vissuto un periodo di così grande incertezza, che riguarda lo scopo stesso del proprio lavoro, le modalità attraverso le quali questo si realizza e le risorse disponibili. L’Associazione «Medicina e Persona» ritiene che questo momento storico rappresenti l’occasione per una sfida radicale ai professionisti della salute. Per questo motivo ha deciso di chiedersi esplicitamente «Quale futuro per la Sanità?», nel tentativo di comprendere come sia possibile, nonostante le difficoltà, riprendere a costruire qualcosa di positivo, stabile e gratificante. Bisogni, risorse, formazione e ricerca; questi sono i temi da cui ripartire, ad un’unica condizione: che la Persona nella sua interezza e complessità sia posta al centro.

Tematiche di interesse:

Bisogni. La variazione della demografia e la prevalenza di malattie croniche ci pongono di fronte a nuovi bisogni che richiedono profondi cambiamenti nel sistema. Come il singolo professionista può giocare un ruolo da protagonista?

Risorse. La drastica riduzione delle risorse implica una diversa allocazione dei fondi disponibili e pone il problema di quale sia il valore reale del rapporto di cura.

Formazione. :Nel futuro ci si aspetta una riduzione della popolazione medica e l’emergere di nuove figure professionali. Come verrà ripensata la formazione dei nuovi professionisti negli ospedali e nel territorio?

Ricerca. La pratica clinica necessita di indicazioni dalla ricerca che siano più riproducibili nel mondo reale (ad esempio i “patient centered outcomes”). Il settore dell’industria rivendica un ruolo più attivo nella definizione dei protocolli. Come tenere insieme tutto questo senza conflitti di interesse?
Segreteria Scientifica: Associazione «Medicina e Persona», via Melchiorre Gioia 171 Milano
Tel.: 0267382754 – fax: 0267100597, e-mail: segreteria@medicinaepersona.org

Segreteria organizzativa: Limes Srl, via Melchiorre Gioia 171 Milano

Tel.: 026697911 – fax: 0267100597, email: segreteria@limesmed.com
Aggiornamenti su: www.medicinaepersona.org e www.limesmed.com

(*) Dott.ssa Lara Reale
Giornalista scientifica
Dottore in Scienze della Comunicazione
© Riproduzione Riservata