Appuntamenti

di Lara Reale *
pubblicato il 1 febbraio 2013
Appuntamenti

Corso di Alta formazione in «Human Management: la cura olistica della fragilità in un contesto interculturale» (a.a. 2013-2014)

Brescia, febbraio 2013 – febbraio 2014

Sono aperte le iscrizioni al Corso di Alta formazione in «Human Management: la cura olistica della fragilità in un contesto interculturale» – a.a. 2013-2014 – organizzato dalla Facoltà di Psicologia dell’Università cattolica «Sacro Cuore», in collaborazione con la Provincia Lombardo Veneta-Centro pastorale Fatebenefratelli e il patrocinio di Aipas (Associazione italiana di pastorale sanitaria) e Centro cattolico di Bioetica di Torino. La sede del corso è l’IRCCS – Fatebenefratelli in via Pilastroni 4 a Brescia.

Contenuti e finalità
In una società sempre più complessa, caratterizzata da rapidità, frammentazione e globalizzazione, specifiche competenze professionali volte alla gestione e valorizzazione della diversità sono presupposti necessari per stabilire relazioni proficue nelle organizzazioni. Uno sguardo interculturale e competenze di human management sono elementi indispensabili per produrre servizi e sostenere processi collaborativi.

Soprattutto nei contesti in cui è presente in modo pregnante la sofferenza umana, caratterizzata non solo dal dolore fisico ma anche da quello psicologico e spirituale, l’uomo provato da queste fragilità, qualunque sia la sua provenienza, ha necessità di incontrare qualcuno che, acquisite le adeguate competenze, si prenda cura di lui in modo completo, incontrandolo nella sua globalità, comprendendo a fondo il suo vissuto e considerando il diverso background socio-culturale e le caratteristiche del contesto d’origine. Il corso di alta formazione universitario si prefigge dunque le finalità di:

– formare operatori sanitari che, all’interno di strutture ospedaliere, socio-sanitarie e dei servizi territoriali, siano in grado di rispondere in modo olistico alle necessità delle persone che vivono situazioni di fragilità (malattia, lutto, cronicità, ecc.), considerando lo specifico contesto culturale e religioso di provenienza;

– formare operatori pastorali che all’interno di strutture ospedaliere, socio-sanitarie e dei servizi territoriali, siano in grado accogliere e rispondere adeguatamente ai bisogni dei malati, con particolare attenzione a quelli spirituali, avendo presente il contesto culturale e religioso di provenienza.

Destinatari
Il corso è aperto a:

– professionisti laureati che già lavorano nel settore (infermieri, medici, psicologi, educatori, fisioterapisti, logopedisti, assistenti sociali) e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire tali tematiche al fine di sviluppare una capacità di dialogo interculturale ed interreligioso nelle situazioni di fragilità umana;

– cappellani, religiose/i, operatori pastorali e volontari che operano in servizi di pastorale della salute, che desiderano approfondire aspetti legati alla rilevazione dei bisogni spirituali e considerano rilevante il diverso contesto culturale e religioso di provenienza delle persone.

Articolazione del programma
Il corso di alta formazione prevede 300 ore complessive ripartite in varie attività formative tra: lezioni teoriche e laboratori; stage e tirocinio formativo; studio individuale e preparazione finale di una tesi o di un Project Work; supervisione.

Il corso è organizzato in 13 moduli che si svolgeranno prevalentemente il venerdì, dalle ore 9.30 alle 17.30 e il sabato, dalle ore 9.30 alle 13.30.

Organizzazione dei moduli
Area etico-antropologico-teologica (febbraio-maggio 2013)
Area sanitaria e socio-assistenziale (maggio 2013 -gennaio 2014)

gennaio 2014: La cura olistica nello Human Management
31 gennaio e 1 febbraio 2014 – Discussione tesi e Project Work. Chiusura del corso.

Sede del corso
Le lezioni teoriche ed i laboratori avranno luogo presso l’IRCCS – Fatebenefratelli, Via Pilastroni 4, Brescia.

Titolo finale
A coloro che avranno ultimato il percorso formativo previsto e superate le relative prove di esame sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Comitato direttivo
Direttore scientifico: Prof.ssa Caterina Gozzoli – Università Cattolica del Sacro Cuore

Comitato direttivo: Dott.ssa Marialuisa Gennari – Università Cattolica del Sacro Cuore; D.G. Marco Fabello – IRCCS, Fatebenefratelli – Brescia; Dott.ssa Laura Maria Zorzella – Fatebenefratelli – Torino

Iscrizioni
La domanda di iscrizione, corredata da curriculum vitae, dovrà pervenire utilizzando l’apposito modulo al seguente indirizzo:

Università Cattolica del Sacro Cuore – Servizio Formazione Permanente, contrada Santa Croce 17 – 25122 Brescia, Tel. 030.2406501-504, Fax 030.2406505, e-mail: form.permanente-bs@unicatt.it.

La quota di iscrizione è di € 1.420 euro + IVA

Sono disponibili alcune borse di studio a parziale copertura del corso.

Per ulteriori informazioni: http://www.bs.unicatt.it

XXI Giornata mondiale del malato: convegno dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute

Torino, sabato 9 febbraio 2013

Sabato 9 febbraio 2013, ore 8.00 – 13.00, presso il Centro congressi del Santo Volto in via Nole-angolo via Borgaro a Torino, l’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute organizza un convegno in occasione della XXI Giornata mondiale del malato. Previsti crediti ECM per tutte le professioni sanitarie.

Programma:

9,00: Preghiera, saluti e presentazione (sarà proiettato un filmato sulla vita di Mons. Luigi Novarese, prossimo Beato).

I sessione, modera diac. Arsen Mihajlovic, addetto ufficio Pastorale Salute:

9,30 – 10,00: «Va’ in pace, la tua fede ti ha salvato» – Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino.

10 – 10.30: «Pregare e guarire: la fede, la prova, la speranza»- prof.ssa Monica Quirico, teologa.

10.30 – 11,00: «La spiritualità nella cura della persona» – Don Tullio Proserpio, cappellano istituto tumori Milano.

11.00: Pausa

II sessione, modera: Lara Reale, giornalista:

11.20 – 11.40: «I miracoli nell’esperienza di Lourdes» – Dott. Marco Tampellini, Bureau Medical internazionale di Lourdes.

11.40 – 12,00: «La Fede nel tempo della malattia» – la testimonianza del Card. Carlo Maria Martini raccontata da don Damiano Modena.

.12,00 – 12.20: «Dalla salute alla Salvezza» – Don Marco Brunetti, direttore ufficio Pastorale Salute Arcidiocesi di Torino.

12.20: Dibattito e interventi in aula.

13.00: Chiusura convegno.

Per informazioni: Ufficio per la Pastorale della Salute, via Val della Torre 3 a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360 – fax 011/51.56.359, email: salute@diocesi.torino.it, Web: www.diocesi.torino.it/salute.

 

Celebrazione eucaristica dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute per la XXI Giornata mondiale del Malato

Torino, lunedì 11 febbraio 2013

In occasione della XXI Giornata mondiale del Malato, lunedì 11 febbraio 2013, alle 16, l’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute organizza una celebrazione eucaristica nella chiesa grande della Piccola casa della Divina Provvidenza – Cottolengo di Torino. Sono invitati in particolar modo gli ammalati, gli assistenti religiosi, i ministri straordinari della Comunione e le associazioni degli operatori sanitari e pastorali nel mondo della salute.

Per informazioni: Ufficio perla Pastorale della Salute, via Val della Torre 3 a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360 – fax 011/51.56.359, email: salute@diocesi.torino.it, Web: www.diocesi.torino.it/salute.

 

Ritiro Spirituale di Quaresima dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute

Torino, sabato 16 febbraio 2013

Sabato 16 febbraio 2013, dalle 9.00 alle 12.30, presso il Seminario Minore, in viale Thovez45 aTorino, l’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute organizza un ritiro spirituale di Quaresima per tutte le associazioni operanti in pastorale della salute

Per informazioni: Ufficio perla Pastorale della Salute, via Val della Torre 3 a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360 – fax 011/51.56.359, email: salute@diocesi.torino.it, Web: www.diocesi.torino.it/salute.

 

«Percorsi di pastorale della salute»: presentazione libro ad Asti

Asti, sabato 16 febbraio 2013

Sabato 16 febbraio 2013, ore 10,00  –  12.30, al Centro Culturale San Secondo in via Carducci 24 ad Asti, l’Associazione Medici Cattolici Italiani, in collaborazione con Bioetica & Persona e la Pastorale della Salute della Diocesi di Asti, presenta il libro «Percorsi di pastorale della salute» a cura di Enrico Larghero e Marco Brunetti (Edizioni Camilliane).

Interverranno:

Donatella Ciaceri: medico Direzione Sanitaria Asl AT, perfezionata in Bioetica

Tiziana Stobbione: dottore in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, presidente Bioetica & Persona – Asti

Enrico Larghero: medico anestesista e teologo morale, responsabile Master universitario in Bioetica della Facoltà  teologica dell’Italia settentrionale – Torino

Fabrizio Fracchia: medico radioterapista ospedale San Giovanni Battista antica Sede – Torino, presidente regionale AMCI – Piemonte

Anna Maria Fodale: già medico laboratorista Asl AT, direttore Sanitario Casamia Rosbella

Don Claudio Sganga: teologo,  Cappellano Ospedale di  Asti, Direttore Ufficio Pastorale della Salute  di Asti

Partecipa mons. Francesco Ravinale, vescovo di Asti.

Ingresso libero.

I Lunedì dell’Amci e dell’associazione Bioetica Torino «In tempo di crisi… Sanità tra territorio e ospedale»

Torino, lunedì 18 febbraio e 18 marzo 2013

Proseguono a febbraio e marzo gli incontri promossi dall’Associazione medici cattolici italiani (Amci) e dall’associazione Bioetica Torino per riflettere sul tema: «In tempo di crisi… Sanità tra territorio e ospedale».

Gli incontri si tengono dalle 17,30 alle 20,30 presso la Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale in via XX Settembre 83 a Torino.

Programma:

Lunedì 18 febbraio:
ore 17.30-18.20: «L’oncologia… in tempo di crisi»
ore 18.20-19.00: L’Oncologia – Franco Testore
ore 19.00-19.40: Le Cure Palliative – Andrea Manazza
ore 19.40-20.30: L’Assistenza Infermieristica Domiciliare – Gerardo Di Martino
Dibattito

Lunedì 18 marzo:
ore 17.30-18.10: «L’area critica… in tempo di crisi»
ore 18.10-18.50: in Rianimazione – PierPaolo Donadio; in Pronto Soccorso – Massimiliano Caccetta
ore 18.50-19.40: «Prospettive bioetiche… in tempo di crisi»
ore 19.40-20.00: Paolo Merlo
ore 20.00-20.30: Dibattito e valutazione.

Il corso è rivolto a
medici e operatori sanitari per «indagare quanto la Sanità viva il tempo di crisi, in cui il cittadino e il paziente, in quanto persona, rimane sempre al centro dell’attività sanitaria».

Crediti ECM: è stata inoltrata la richiesta di crediti ECM presso la Regione Piemonte (Accreditamento Regionale). Il conseguimento dei crediti ECM è subordinato alla presenza a tutti i tre incontri (il primo si è tenuto il 14 gennaio) e al superamento della verifica finale.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E INFORMAZIONI: Maria Grazia Sinibaldi – e-mail: grazia.sinibaldi@tiscali.it; fax: 011-4473299, tel. 339-4290588.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE: via e-mail o fax presso la segreteria organizzativa. Il corso è a numero chiuso per 60 iscritti.

Quota d’iscrizione: € 30 con versamento da effettuare tramite bonifico bancario oppure presso la Segreteria del Corso.

 

Alla GAM presentazione  del  volume  Laici e cattolici in bioetica  di  G. Fornero e M. Mori con bioeticisti a confronto

Torino,  giovedì 7 marzo 2013

Alla Galleria D’Arte Moderna, in via Magenta 31, alle ore 20.45  il Ciclo di Specializzazione in Teologia Morale Sociale della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione parallela di Torino promuove  con il Centro Cattolico di Bioetica una serata di presentazione del volume Laici e cattolici in bioetica: storia e teoria di un confronto  di G. Fornero e M. Mori (Edizioni Le Lettere). L’evento è patrocinato dall’Ufficio della Pastorale della Cultura dell’Arcidiocesi di Torino.

Si confronteranno con gli  autori:

Francesco D’Agostino – Docente di Filosofia del Diritto, Università “Tor Vergata” Roma

Paolo Merlo – Docente di Teologia Morale, Università Pontificia Salesiana

Giorgio Palestro – Università degli Studi di Torino e Presidente Centro Cattolico di Bioetica

Giuseppe Zeppegno – Docente di Bioetica, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale -sezione  parallela di Torino

Modera:  Enrico Larghero – Medico e Teologo morale, Master  universitario in Bioetica  Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione di Torino

 

Progetto di orientamento al volontariato nel mondo della sofferenza

Torino, da giovedì 7 marzo 2013

Prende il via giovedì 7 marzo il «Progetto di orientamento al volontariato nel mondo della sofferenza», promosso dall’Associazione «I giullari di Dio» in collaborazione con il Centro servizi per il volontariato di Torino (VSSP) e gli uffici pastorali Caritas, Salute e Giovani dell’Arcidiocesi.

L’iniziativa è rivolta a venti giovani tra i 18 e i 28 anni. A ogni partecipante è richiesta la presenza al progetto complessivo, che comprende: 5 incontri di preparazione e formazione; il servizio a Lourdes in qualità di accompagnatori di malati e disabili; un incontro successivo di verifica e di proposta. Gli obiettivi del percorso sono: 1. accompagnare i giovani alla conoscenza del mondo della fragilità; 2. formare i giovani al volontariato, in particolare nell’assistenza alla persona sofferente o in difficoltà; 3. mettere i giovani in contatto solidaristico con le fasce deboli della società attraverso la conoscenza di associazioni di volontariato specifiche che già operano nel settore; 4. far sì che, dopo questo percorso di formazione e di esperienza, i giovani in questione trovino lo slancio per rendersi utili al volontariato attraverso impegni continuativi all’interno di specifiche associazioni e/o attraverso servizi occasionali per aiutare alcune associazioni in prossimità di iniziative specifiche.

PROGRAMMA:

Giovedì 7 marzo 2013 (ore 17,30 – 19,00) presso i locali Lu.Me. in c.so Mortara 46/c a Torino:

Presentazione del progetto, descrizione degli ambiti di intervento e primi cenni delle realtà di volontariato attive sul tema. Il servizio accanto a chi soffre.

Mercoledì 13 marzo 2013 (ore 20,30 – 22,30) presso Suore Missionarie della Consolata in via Crea 15 a Grugliasco (To):

Primo incontro per conoscere l’associazione proponente, «I giullari di Dio». Tema: dono ed affidamento.

Giovedì 21 marzo 2013 (ore 17,00 – 19,30) presso Cottolengo in via Cottolengo 14 Torino:

Servizio: cos’è? (vedo-sento-conosco) – prima esperienza in situazione, dialogo con i volontari già impiegati, incontro con i beneficiari.

Giovedì 11 aprile 2013 (ore 17,30 – 19,00) presso i locali Lu.Me. in c.so Mortara 46/c a Torino:

Il mio servizio è un dono – introduzione allo stage di servizio a Lourdes.

Mercoledì 17 aprile 2013 (ore 20,30-22,30) presso Suore Missionarie della Consolata in via Crea 15 a Grugliasco (To):

Secondo incontro per conoscere l’associazione «I giullari di Dio». Tema: la sensibilità alla bellezza.

Giovedì 25 aprile — mercoledì 1 maggio 2013:

Pellegrinaggio a Lourdes con il Treno ammalati. I giovani del progetto saranno accompagnati da animatori adulti facenti funzioni di tutors.

Al ritorno dal Pellegrinaggio a Lourdes sarà organizzato un incontro di verifica e proposta. «Il mio servizio è stato»: condivisione dell’esperienza vissuta, difficoltà, successi e fatiche. La motivazione al volontariato e riflessioni. «Il mio servizio sarà»: presentazione delle realtà di volontariato che svolgono attività nel mondo della sofferenza.

Segreteria organizzativa: Ivan Raimondi – Arcidiocesi di Torino Pastorale Salute — Caritas Diocesana, via Val della Torre 3 a Torino, tel. 011.51.56.362—fax 011.51.56.359, email: salute.progetti@diocesi.torino.it; sito: www.diocesi.torino.it/salute.

Modalità di iscrizione: compilare la scheda di adesione scaricandola dal sito e inviarla alla segreteria organizzativa entro giovedì 14 febbraio 2013.

 

«La domanda di cura oggi. A 400 anni dalla morte di San Camillo»: giornata di studi

Torino, giovedì 21 marzo 2013

Si tiene giovedì 21 marzo 2013, dalle 8 alle 17.30, presso il Centro Congressi del Santo Volto, in via Nole angolo via Borgaro a Torino, il convegno «La domanda di cura oggi. A 400 anni dalla morte di San Camillo».

La giornata di studi, organizzata dal Centro Camilliano di Pastorale della Salute e dal Presidio Sanitario San Camillo di Torino, gode del patrocinio di: Facoltà di Medicina, Arcidiocesi di Torino – Ufficio Pastorale della Salute, Centro Cattolico di Bioetica, Amci, Associazione Bioetica & Persona.

Programma:

8.00 – 8.30: Registrazione dei partecipanti

8.30 – 9.00: Saluto delle Autorità: Regione – Comune – Ordine dei Medici – Centro Cattolico di Bioetica – Ufficio Diocesano di Pastorale della Salute

9.00 – 09.15: Introduzione-Saluto: Renato Salvatore, Padre Generale Camilliani

9.15 – 10.15: Lettura Magistrale su «Il rapporto di Gesù con i malati» di Enzo Bianchi, Priore Comunità Monastica di Bose

I Sessione / Moderatore: Enrico Larghero

10.15 – 11.00: «Il malato oggi: le sfide della bioetica» intervento di Renzo Pegoraro, Fondazione Lanza – Padova

11.00 – 11.15: Coffee-break

11.15 – 12.00: «Umanizzazione e Personalizzazione» intervento di Giorgio Cosmacini, Storico della medicina

12.00 – 12.45: «Le nuove emergenze nel mondo della salute» intervento di José Carlos Bermejo, Camilliano, Direttore Centro de Humanización de la Salud – Madrid

12.45 – 13.00: Dibattito

13.00 – 14.00: Lunch

II Sessione / Moderatore: don Marco Brunetti

14.00 – 15.30: Tavola rotonda su «I Carismi della carità nel mondo della cura». Intervengono:

Adriano Moro, Camilliano – Piero Bottino, Medico Presidio Sanitario S. Camillo – Teresa Audasso, Infermiera Fatebenefratelli, e Riccarda Lazzari, Ministra degli Infermi

15.30 – 16.15: «Aver cura del malato, accompagnare la sua speranza» intervento di Luciano Sandrin, Camilliano, Professore Ordinario di psicologia della salute e della malattia

16.15 – 17.00: «Umanizzare i luoghi di cura» intervento di Gian Paolo Zanetta, Amministratore unico Federazione Torino Sud-Est

17.30: Dibattito – Conclusioni – Test di verifica – Rilascio attestati

La partecipazione al Convegno è gratuita. L’iscrizione è obbligatoria. Accreditato ECM per tutte le professioni sanitarie.

Direttore del corso: Dr. Paolo Bruni

Responsabile scientifico: dr. Enrico Larghero

Segreteria organizzativa: Mariella Oggioni, 333.8459893, edizioni@h-sancamillo.to.it – Giorgina Giolito, 011.8199567, 339.6920531, g.giolito@h-sancamillo.to.it – Maria Grazia Sinibaldi, 339.4290588, grazia.sinibaldi@tiscali.it.

 

Esercizi spirituali radiofonici per ammalati su Radio Nichelino Comunità

Torino, Lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 marzo 2013

Lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 marzo 2013 Radio Nichelino Comunità trasmette gli Esercizi spirituali radiofonici per ammalati ospedalizzati e non.

Frequenze: Torino e provincia – FM 107.400 MHz; Cuneo e provincia – FM 107.300 MHz

Web: http://www.rncweb.it/

 

Seminari residenziali su «Accompagnamento e relazione d’aiuto nel lutto» e «nella sofferenza psichica»

Torino, marzo 2013

Nel mese di marzo a Villa Lascaris, in Via Lascaris 4 a Pianezza (To), l’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute organizza due seminari residenziali sull’«Accompagnamento e relazione d’aiuto nel lutto» e sull’«Accompagnamento e relazione d’aiuto nella sofferenza psichica».

Docenti e giorni da definire (max 30 partecipanti per aula).

Per informazioni: Ufficio perla Pastorale della Salute, via Val della Torre 3 a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360 – fax 011/51.56.359, email: salute@diocesi.torino.it, Web: www.diocesi.torino.it/salute.

 

XXIV Giornata Caritas diocesana: «Allèàti! Riempire il vuoto con legami di fraternità»

Torino, sabato 9 marzo 2013

Sabato 9 marzo 2013, al Teatro Grande Valdocco in via Sassari 28 b a Torino, si celebra la XXIV Giornata Caritas diocesana sul tema «Allèàti! Riempire il vuoto con legami di fraternità».

La crisi ha preso stabile dimora in mezzo a noi. Ce lo dice l’intuito. Ce lo dice la crescita dei numeri di persone e famiglie che si trovano a dover fare i conti per poter arrivare a fine mese. Ma sarebbe una grave superficialità pensare che questa crisi sia solo un fatto economico e finanziario. È molto di più: è fenomeno che investe anche i modelli di uomo e società, di sviluppo ed etica che abbiamo vissuto nei decenni passati. Passo dopo passo, ci siamo trovati in una sorta di nuova era: l’era del vuoto. Sentirsi incompleti è la normalità dell’esperienza di ogni persona. Sentirsi svuotati dentro è, invece, l’esito deleterio della crisi. È un vuoto che ti toglie il senso della vita, che ti fa sentire inutile ed incapace, che ti mette a lato del vivere, che ti induce a troncare le relazioni. Cose tutte che le nostre comunità cristiane stanno avvertendo con sempre maggiore apprensione. È possibile fare qualcosa di concreto e strutturale per riempire il vuoto che ci assedia?

La XXIV Giornata Caritas vorrebbe offrire qualche elemento e qualche riflessione per aiutarci a capire che, si, c’è una soluzione. Che si chiama fraternità. Ma che va costruita insieme, alleandoci tra noi, facendo squadra, camminando e lavorando insieme. Quindi alleàti è l’orizzonte per poter avere futuro. E allèati è l’imperativo pastorale su cui possiamo investire. E il vuoto potrebbe diventare generativo di una nuova vita, più piena.

Programma:

dalle 8.30 alle 9.00: arrivi, sistemazione, saluti e presentazione della mattinata

ALLEANZA FRATERNA PER ANDARE OLTRE IL TERREMOTO DELL’EMILIA: Giuseppina Caselli, direttrice Caritas Modena-Nonantola (testimonianza)

In osservazione:

IL VUOTO, LE SOLITUDINI, L’INDIVIDUALISMO: DA DOVE SIAMO PARTITI E COSA CI RISERVA IL TEMPO DI CRISI PER IL FUTURO?: Silvano Petrosino, professore di filosofia della comunicazione all’Università Cattolica di Milano

In ascolto:

LI TRAEVO CON LEGAMI DI BONTÀ, CON VINCOLI DI AMORE: DIO COME ALLEATO – Lettura orante della Parola: don Maurizio De Angeli, moderatore della Curia torinese

verso le 11.15

Pausa caffè

In discernimento:

IL VUOTO IN TORINO: SINTESI DI UNA SITUAZIONE IN CONTINUO CAMBIAMENTO – Videocomunicazione

L’ALLEANZA DEI BATTEZZATI: PROSPETTIVE PER UN MODELLO RINNOVATO DI SERVIZIO NELLA CHIESA TORINESE: Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo

Al servizio dell’animazione:

ALLEANZA: MÈTA E METODO DI LAVORO PER I VOLONTARI: Tiziana Ciampolini, responsabile Osservatorio Povertà e Risorse Caritas Torino

alle 12.45

Saluti e arrivederci al 2014 (29 marzo)

Il convegno in occasione della XXIV Giornata Caritas è aperto a tutti i volontari ed operatori della carità, ai parroci, diaconi, religiosi, operatori pastorali e alle singole persone interessate alla animazione e alla carità. È considerata possibilità per l’aggiornamento dei Ministri Straordinari della Comunione (per i quali è previsto il “rinnovo”). Ampia possibilità di posti a sedere.

Non è richiesta prenotazione previa, né quota di partecipazione. È gradito un contributo liberale per le spese sostenute. Sarà richiesta la compilazione di una scheda di presenza con eventuali suggerimenti.

La sede del convegno è raggiungibile in automobile da via Francesco Cigna. Le linee di trasporto pubblico urbano più comode sono: tram 3, 10 e 16 (fermata del Rondò della Forca); bus 52, 60, 72, 72 barrato (stessa fermata). La stazione ferroviaria più vicina è Porta Susa (proseguire poi con il tram 10).

Per informazioni:

Caritas Diocesana Torino , tel. 011.5156350 (feriali al mattino), e-mail: caritas@diocesi.torino.it, web site: www.caritas.torino.it

 

Concorso dell’Unesco su «Bioetica e Arte»

Termine iscrizioni: lunedì 1° aprile e lunedì 1° luglio 2013

Nel 2013 l’Unesco bandisce il 2° Concorso annuale di «Bioetica e Arte», che chiama artisti di tutto il mondo a creare opere d’arte sul tema: «Creare un’immagine, nel rispetto di tutte le culture e le religioni, che parli dell’impatto che le scienze della vita hanno sulle generazioni presenti e future, illustrando l’amore, la compassione e la cura». Attraverso questo concorso gli artisti avranno la possibilità di esprimere il loro messaggio etico a livello internazionale.

I partecipanti possono presentare “on-line” opere d’arte nelle seguenti 3 categorie: dipinti, fotografia, studente (età 13 – 17).

Agli artisti vincitori saranno assegnati i seguenti premi:

dipinti: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; fotografia: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; studente: $ 1000 per il primo classificato e $ 100 ai 4 successivi vincitori.

Le opere vincitrici saranno esposte a New York (presso la sede delle Nazioni Unite), a Roma (nell’ Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) e a Hong Kong durante la Conferenza della Cattedra Unesco sul Multiculturalismo e religione dal 3 al 5 dicembre 2013.

La scadenza per la presentazione “on-line” delle opere è il 1° aprile 2013 per i dipinti e le fotografie e lunedì 1° luglio 2013 per la categoria studente.

Per maggiori informazioni visitare il sito del Concorso «Bioetica e Arte»: www.bioethicsart.org

 

Incontro con mondo delle disabilità e convegno su «Il dolore della mente»

Torino, maggio 2013

A maggio 2013 l’Ufficio diocesano per la pastorale della Salute organizza, in collaborazione con Caritas diocesana, un incontro e S. Messa con il mondo delle disabilità. Nello stesso contesto si tiene il convegno «Il dolore della mente».

Per informazioni: Ufficio perla Pastorale della Salute, via Val della Torre 3 a Torino (orario al pubblico dal lun. al ven. h. 9/12), tel. 011/51.56.360.

 

«La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza»: corso estivo di aggiornamento dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Roma, 1-12 luglio 2013

Dal 1 al 12 luglio 2013, nella sede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum in via degli Aldobrandeschi 190 a Roma, si svolge il nostro corso estivo di aggiornamento in Bioetica organizzato dalla Facoltà di Bioetica in collaborazione con l’Istituto di Scienza e Fede e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose.

Il tema del corso sarà: «La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza».

Le problematiche studiate dalla Bioetica sono spesso connesse con i progressi delle scienze biologiche  e mediche. Ma non possono essere ridotte alla razionalità scientifica. La soluzione etica di dilemmi che riguardano la vita e la morte, la guarigione e la sofferenza, la relazione tra le persone, etc., non può prescindere dalla propria visione della realtà. Visione che può essere aperta o chiusa alla Trascendenza; di sola ragione o di ragione illuminata dalla fede. Il Corso si propone come uno sforzo di analisi di queste relazioni profonde e come una piattaforma di dialogo tra visioni diverse, anche contrapposte, in funzione della ricerca sincera del miglior bene per tutti.

Il corso è articolato in due moduli tematici. È possibile partecipare a tutto il corso, oppure a uno dei moduli. I partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.

Nel primo modulo verranno trattate questioni di base: rapporto fede e ragione; la relazione tra la scienza e la ragione filosofica; lo scientismo; scienza e tecnologia di fronte alla vita umana; la questione della bioetica laica e quella cattolica; l’approfondimento teologico della bioetica; la bioetica nel Magistero cattolico; legge morale e bioetica; la bioetica nelle diverse visioni religiose; l’applicazione pastorale della bioetica, etc. Il secondo modulo affronterà alcuni problemi specifici della bioetica alla luce delle diverse visioni di  fondo: dalla questione dell’embrione umano alle tematiche di fine vita; dalla procreazione alla custodia dell’ambiente; le manipolazioni genetiche e l’eugenetica, etc.

Le lezioni saranno tenute dai docenti della Facoltà di bioetica, con la partecipazione di altri docenti ed esperti provenienti da diversi Paesi.

Oltre alle lezioni verranno organizzati incontri e attività di riflessione e discussione, favorendo la partecipazione attiva di tutti i corsisti.

Il corso è indirizzato a tutte le persone interessate ai temi della bioetica, operatori nel settore sanitario, docenti e laureati di tutte le discipline. Gli studenti di licenza o dottorato in Bioetica regolarmente iscritti alla Facoltà possono partecipare: verrà loro accreditata, se superata la prova scritta corrispondente, nel loro curriculum accademico con 3 crediti (4 ECTS) per ogni singolo modulo. È prevista, per ogni modulo, un´unica prova scritta che si svolgerà alla fine di ogni singolo modulo.

Per informazioni contattare:

Emmanuele Di Leo, responsabile Promozione e Comunicazione Facoltà di Bioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, tel. +39 0666543931, cell. +39 349 8167543, email: edileo@upra.org, facebook: Emmanuele Di Leo.

 

Premio per la Cultura «Luigina Parodi» dedicato ai giovani tra i 14 e i 20 anni: la II edizione dedicata alla «solitudine»

Torino, scadenza il 30 settembre 2013

Il Premio per la Cultura «Luigina Parodi» viene istituito nel 2012 dall’associazione Erreics onlus* a sette anni dalla scomparsa di Luigina Parodi, professoressa appassionata, che fino ad età avanzata ha dedicato la sua esperienza e il suo entusiasmo alla scuola e alla formazione. Luigina Parodi, nata a Nettuno l’11 ottobre 1920, lascia la traccia di una convinzione: «formare i giovani aiuta a formare anche gli adulti».

La seconda edizione del premio alla Cultura «Luigina Parodi» è dedicata al tema della solitudine.

Descrizione del premio:
La partecipazione al Premio è gratuita; possono partecipare tutti i giovani di Torino e Provincia di età compresa fra 14 e 20 anni sia studenti delle scuole superiori che lavoratori. Dal 1 febbraio al 30 settembre 2013 i ragazzi potranno inviare un testo (racconto, pagina di diario, autobiografia max 6000 caratteri) o un cortometraggio (max 5 minuti) realizzato su DVD sul tema della solitudine.

Il materiale, accompagnato dalla domanda di partecipazione al Premio, dovrà essere inviato: via mail a: elviralarizza@libero.it e via posta a: Elvira Larizza – via Ciamarella 31 int.1 – 10098 Rivoli (To). Nella domanda di partecipazione devono essere indicati: nome, cognome, data di nascita, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo mail (se posseduto), scuola di appartenenza o attività lavorativa. La domanda deve essere firmata dal partecipante e, se minore, da un genitore e/o responsabile.

A ottobre verrà effettuata dalla commissione scientifica dell’associazione Erreics onlus la selezione dei tre lavori più belli.

I lavori verranno premiati a fine novembre. I premi saranno buoni cultura da spendere in diversi ambiti a discrezione dell’associazione.

Per informazioni: presidenza@erreics.org – elviralarizza@libero.it

*Erreics onlus è un’associazione senza fini di lucro che ha l’obiettivo di sviluppare attività e servizi nel campo dell’educazione e dell’aggregazione, della formazione, della promozione della cultura e dell’editoria sociale. Erreics vuole sostenere tutte le persone che vivono situazioni di disagio e che sono a rischio di esclusione sociale. La sua convinzione è che la cultura possa tornare ad essere uno strumento importante per migliorare la qualità della vita e delle relazioni. Info: www.erreics.org – info@erreics.org +39 339 8292985.

Il Premio è sostenuto da:

www.golembookshop.it, Libreria Belgravia Torino, Edizioni Angolo Manzoni, Scenario Libri e Teatro.

Con il patrocinio di:

Provincia di Torino, Polo cittadino della salute, Cittadinanzattiva Regione Piemonte, Colori quadri, Piemonte Movie, Materie Prime, Associazione nazionale Museo del Cinema.

 

«Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro»: 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona»

Milano, 10-12 ottobre 2013

Si svolge da giovedì 10 a sabato 12 ottobre 2013 a Milano, presso l’Aula Magna Università statale (via Festa del Perdono, 7), il 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona» sul tema: «Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro».

Mai come oggi chi, a vario titolo, opera in Sanità ha vissuto un periodo di così grande incertezza, che riguarda lo scopo stesso del proprio lavoro, le modalità attraverso le quali questo si realizza e le risorse disponibili. L’Associazione «Medicina e Persona» ritiene che questo momento storico rappresenti l’occasione per una sfida radicale ai professionisti della salute. Per questo motivo ha deciso di chiedersi esplicitamente «Quale futuro per la Sanità?», nel tentativo di comprendere come sia possibile, nonostante le difficoltà, riprendere a costruire qualcosa di positivo, stabile e gratificante. Bisogni, risorse, formazione e ricerca; questi sono i temi da cui ripartire, ad un’unica condizione: che la Persona nella sua interezza e complessità sia posta al centro.

Tematiche di interesse:

Bisogni: la variazione della demografia e la prevalenza di malattie croniche ci pongono di fronte a nuovi bisogni che richiedono profondi cambiamenti nel sistema. Come il singolo professionista può giocare un ruolo da protagonista?

Risorse: la drastica riduzione delle risorse implica una diversa allocazione dei fondi disponibili e pone il problema di quale sia il valore reale del rapporto di cura.

Formazione: nel futuro ci si aspetta una riduzione della popolazione medica e l’emergere di nuove figure professionali. Come verrà ripensata la formazione dei nuovi professionisti negli ospedali e nel territorio?

Ricerca: la pratica clinica necessita di indicazioni dalla ricerca che siano più riproducibili nel mondo reale (ad esempio i “patient centered outcomes”). Il settore dell’industria rivendica un ruolo più attivo nella definizione dei protocolli. Come tenere insieme tutto questo senza conflitti di interesse?

Segreteria Scientifica: Associazione «Medicina e Persona», via Melchiorre Gioia 171 Milano, tel.: 0267382754 – fax: 0267100597, e-mail: segreteria@medicinaepersona.org

Segreteria organizzativa: Limes Srl, via Melchiorre Gioia 171 Milano, tel.: 026697911 – fax: 0267100597, email: segreteria@limesmed.com

Aggiornamenti su: www.medicinaepersona.org e www.limesmed.com

(*) Dott.ssa Lara Reale
Giornalista scientifica
Dottore in Scienze della Comunicazione
© Riproduzione Riservata