Appuntamenti

di Lara Reale *
pubblicato il 11 giugno 2013
Appuntamenti

Assemblea nazionale «Medicina&Persona»

Milano, sabato 1 giugno 2013

Si tiene sabato 1° giugno 2013 al Campus City Heart Turro, in via Stamira D’Ancona 25 a Milano, l’Assemblea nazionale dell’associazione «Medicina&Persona».

Programma preliminare:

10.00-12.30 Assemblea

12.30-13.30 Pranzo (obbligatoria la prenotazione)

13.30-15.30 Assemblea e informazioni sulle attività in corso e in programma

Per prenotazioni e informazioni:

Segreteria Nazionale Medicina e Persona, via Melchiorre Gioia 171 – 20125 Milano, tel. 02.6738.2754 – fax 02.6710.0597, e-mail: segreteria@medicinaepersona.org.

«Strade per conoscere le proprie risorse»: conferenza

Torino, mercoledì 5 giugno 2013

Mercoledì 5 giugno, ore 21.00 a Torino, in corso Peschiera 192/A, il prof. Ezio Risatti, preside della Facoltà di Psicologia del Rebaudengo e psicoterapeuta, tiene un incontro sulle «Strade per conoscere le proprie risorse». Organizza il Centro culturale cattolico «Chi cerca trova».

Cercare sentieri dentro le fatiche del vivere: «Perché picchiano? Perché uccidono?». Riflessioni sugli uomini (e non solo) a partire dalle emozioni

Avigliana, mercoledì 5 e giovedì 6 giugno 2013

Mercoledì 5 e giovedì 6 giugno 2013 ad Avigliana (To), alla Certosa 1515 (via Sacra di San Michele 51), si tiene in dibattito sul tema: «Perché picchiano? Perché uccidono?. Riflessioni sugli uomini (e non solo) a partire dalle emozioni». Organizza il Gruppo Abele – Progetto Prostituzione tratta dell’Università della Strada.

Partecipano: Duccio Scatolero – Silvia Paola Donadio – Maria Grazia Corrado Lino G. Grandi- Giuliana Cottino – Francesca Garbarino Franco Freilone – Francesca Di Summa – Leopoldo Grosso – Mirta Da Pra Pocchiesa – Ornella Obert – Roberto Poggi.

Questo secondo appuntamento del ciclo «La violenza e i suoi linguaggi» mette a tema la violenza di genere esplorando i contesti in cui essa si manifesta, le motivazioni della violenza maschile, gli aspetti psicopatologici connessi, nonché le relative possibilità di intervento.

Info, orari e iscrizioni: Università della Strada – Associazione Gruppo Abele Onlus tel. 011 3841073 – universtrada@gruppoabele.org – www.gruppoabele.org.

 «Le ulcere degli arti inferiori: un problema diagnostico, terapeutico e sociale»: convegno

Milano, giovedì 6 giugno 2013

Giovedì 6 giugno 2013, dalle 8.30 alle 17.15, presso l’Auditorium «Giorgio Gaber» nel Palazzo della Regione Lombardia a Milano, si tiene il convegno «Le ulcere degli arti inferiori: un problema diagnostico, terapeutico e sociale».

Le ulcere degli arti inferiori costituiscono un problema in rapida espansione, visto l’aumento della vita media e quindi della popolazione anziana. Attualmente i medici di medicina generale, gli specialisti e i funzionari gestionali si trovano ad affrontare il problema quotidianamente dal punto di vista clinico, ma anche della cura domiciliare e ospedaliera. Negli ultimi anni sempre più medici hanno deciso di dedicare la loro attività specificamente a questo settore, risolvendo molte delle problematiche correlate. Tuttavia lo sforzo appare ancora insufficiente ed è necessario svilupparlo nell’ottica della multidisciplinarietà e di una collaborazione sempre più stretta tra le varie professioni sanitarieLo scopo del convegno è di dare un quadro della situazione attuale nella gestione economica e sociale del problema, della valutazione clinica e del loro trattamento. Fornire gli elementi di base per un corretto inquadramento eziologico delle ulcere, dare conoscenza dei principi di terapia e delle possibilità di sviluppo futuro ottimizzando le risorse, con un miglioramento della questione sociale, anche al fine di razionalizzare la spesa sanitaria.

 Programma:

08.00 Registrazione

08.30 INTRODUZIONE AL CORSO (Prof. Piergiorgio Settembrini) e SALUTO DELLE AUTORITA’

INQUADRAMENTO E ASPETTI ECONOMICI – Moderatori: C. TridicoE. Mainardi)

08.45 Ulcere degli arti inferiori: passato e presente (A. Argenteri)
09.00 La dimensione del problema (C. Mariani)
09.15 Impegno economico e gestionale da parte del SSN (P. Piacentini)
09.30 Il MMG e l’ulcera: atteggiamento decisionale e gestione domiciliare (R. Cambieri)
09.40 Il rapporto infermiere domiciliare (ADI) – MMG-Medico specialista (G. Maierà
09.50 Il ruolo dell’ASL nella gestione dell’ADI e del rapporto con il MMG (P. Bertolaia)

Coffee break

10.00 Il punto di vista delle aziende (a cura di Assobiomedica)
10.15 Esperienze del Wound Care a confronto: Italia (L. Tassinari) e Svizzera (L. Giovannacci)

DISCUSSIONE

CLINICA – Moderatori: L. GabrielliS. Carugo

11.00 TAVOLA ROTONDA: Ruolo e importanza della multidisciplinarietà

Chirurgo vascolare: Ulcere venose (R. Dallatana), Ulcere arteriose (M. Carmo), Il trattamento medico con prostanoidi e cilostazolo (P. Maltempi)
Diabetologo (G. Mariani)
Dermatologo (S. Veraldi)
Immunologo (P. Renoldi)
Chirurgo Plastico (M. Del Bene)
Il ruolo infermieristico (C. Maino)

DISCUSSIONE

Light Lunch

PRINCIPI DI CURA E TERAPIA -Moderatori: G.B. Agus, V. Rapisarda

14.00 Il linfedema e le sue lesioni: diagnosi e terapia (D. Corda)
14.15 Wound bed preparation (P. Bonadeo)
14.30 Principi per la scelta del prodotto (R. Cassino)
14.45 Il punto di vista dell’infettivologo (M. Coen)
15.00 La terapia del dolore nelle ulcere (P. Magenta)

Coffee break

CURE E MEDICAZIONI AVANZATE – Moderatori: L. Vaienti

15.10 L’uso dell’argento e degli antisettici nel trattamento di un’ulcera (A. Greco)
15.25 L’importanza della terapia a pressione negativa e la continuità del trattamento:

La tecnologia per il riempimento delle lesioni (S. Roveri)
La terapia negativa di superficie (O. Forma)

15.40 Il trattamento con preparati omologhi (V. Toschi)
15.55 Futuro nelle medicazioni avanzate e della ricerca cellulare (M. Marazzi)
16.10 La gestione infermieristica delle ulcere (M. Madaschi/M. De Cillia)
16.25 La chirurgia ricostruttiva nelle ulcere cutanee: innesti, plastiche, lembi (F. Settembrini)

DISCUSSIONE

16.45 Lectio magistralis: L’ingegneria tissutale (E. Trabucchi)
17.15 Conclusioni

Segreteria organizzativa: LIMES SRL, Via Melchiorre Gioia 171 20125 Milano
Tel. 026697911 – Fax 0267100597 –  segreteria@limesmed.comwww.limesmed.com.

Partecipazione al Convegno gratuita, previo invio della scheda di iscrizione alla Segreteria organizzativa (disponibile anche sul sito www.limesmed.com)
Evento in accreditamento ECM Regione Lombardia per tutte le professioni sanitarie.

«Bioetica, filosofia e teologia. Trascendenza e modelli antropologici per la medicina del XXI secolo»: convegno

Torino, 8 giugno  2013

Sabato 8 giugno 2013, dalle 8.30 alle 13, nell’Aula magna della Facoltà Teologica, in via XX Settembre 83 a Torino, il Centro Cattolico di Bioetica dell’Arcidiocesi di Torino organizza il convegno «Bioetica, filosofia e teologia. Trascendenza e modelli antropologici per la medicina del XXI secolo».

Il convegno è accreditato ECM per tutte le professioni sanitarie.

PROGRAMMA

ore 8: Registrazione dei partecipanti

ore 8.45: Presentazione del Convegno, Prof. Giorgio Palestro – Presidente del Centro Cattolico di Bioetica

Moderatore Prof. Enrico Larghero – Responsabile Master Universitario in Bioetica Facoltà Teologica di Torino

ore 9: Saluto d’apertura, Mons. Cesare Nosiglia – Arcivescovo Metropolita di Torino

ore 9.15: Prof. Giovanni Fornero – Storico della Filosofia e studioso di Bioetica «Trascendenza e laicità. Quali prospettive in bioetica»
ore 10: Prof. Sthephan Kampowski – Docente di Antropologia presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II – Roma «La bioetica e la ragione illuminata dalla fede»

ore 10.45: Intervallo

ore 11: Prof. Gonzalo Miranda – Decano della Facoltà di Bioetica Ateneo Regina Apostolorum di Roma «Bioetica e Trascendenza: un’esperienza»

ore 11.45: Dibattito
ore 12.45: Conclusioni
ore 13: Chiusura dei lavori; test di verifica e rilascio attestati; iscrizioni e informazioni

Responsabile Scientifico: Prof. Giorgio Palestro

Segreteria Organizzativa: Maria Grazia Sinibaldi; tel. 339.42.90.588 – fax 011.447.3299 grazia.sinibaldi@tiscali.it.

Quota di partecipazione: € 15,00 ECM; € 10,00 no ECM (da versare il giorno del Convegno)

 

Convegno su «Etica Bioetica Cittadinanza» Università degli Studi Federico II

Napoli, 7 – 10 – 11 giugno 2013

L’Università degli Studi Federico II di Napoli organizza il 7, 10 e 11 giugno 2013 un convegno su i «Volti della dignità. Riflessioni interdisciplinari».

Programma

 Venerdì 7 giugno c/o Dipartimento di Giurisprudenza – Aula 27 – via Porta di Massa 32, piano terra

ore 10.00: Il diritto di avere diritti
Presiede Guglielmo Tamburrini, Università degli Studi di Napoli Federico II

Saluti di: Massimo Marrelli, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; Enrica Amaturo, Direttore del Dipartimento di Scienze Sociali; Gennaro Piccialli, Area delle Biotecnologie dell’Università Federico II; Arturo De Vivo, Direttore del Dipartimento di Scienze Umane; Lucio De Giovanni, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza; Giuseppe Lissa, Centro Interuniversitario per la Ricerca Bioetica

Introduzione di Emilia D’Antuono, Università Federico II
Lectio magistralis di Stefano Rodotà

ore 15.00: Diritti affermati, diritti negati: esercizi di democrazia
Presiede Stefano Rodotà

IntervengonoLuigi Nicolais, Presidente C.N.R.; Franco Salvatore, Università Federico II, Presidente CEINGE; Manuela Sanna, Direttore ISPS-C.N.R; Cinzia Caporale, C.N.R.; Irene Kajon, Università di Roma La Sapienza; Andrea Patroni Griffi, Seconda Università degli Studi di Napoli

 Lunedì 10 giugno c/o Sala Convegni Palazzo degli Uffici – via G. C. Cortese, 29, Napoli

ore 9.30: Genere e Giustizia
Presiede Vittoria Franco, Scuola Normale Superiore di Pisa

Lectio magistralis di Gabriella Bonacchi, Fondazione Lelio e Lisli Basso
IntervengonoGloria Chianese, Fondazione Giuseppe Di Vittorio; Anna Loretoni, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa; Debora Spini, Università di Firenze; Emilia Taglialatela, Università Federico II; Adriana Valerio, Università Federico II

ore 15.00: Dis-crimini
Presiede Ciro Tarantino, Università della Calabria

Lectio magistralis di Alberto Burgio, Università di Bologna
IntervengonoGiampiero Griffo, Disabled Peoples International – Centre for Governmentality and Disability Studies; Paolo Valerio, Università Federico II; Lucia Valenzi, Università Federico II; Francesco Soverina, Istituto Campano per la Storia della Resistenza; Fabio Corbisiero, Università Federico II

Martedì 11 giugno c/o Sala Convegni Palazzo degli Uffici – via G. C. Cortese, 29, Napoli

Ore 10: Principio dignità e ragione bioetica
Presiede Luciano Gaudio, Università Federico II

Lectio magistralis di Piergiorgio Donatelli, Università  di Roma “La Sapienza”
IntervengonoEnrico Di Salvo, Università Federico II; Rossella Bonito Oliva, Università di Napoli L’Orientale; Gennaro Piccialli, Università Federico II; Claudio Buccelli, Università Federico II; Mariangela Caporale, Università   Federico II; Diego Lucci, American University in Bulgaria

Conclusioni Giuseppe Lissa, Università Federico II
Partecipano i dottori: Gianluca Attademo, Gennaro Cera, Lavinia D’Errico, Enrica  Rosa Granieri, Caterina Keller, Francesco Manfredi, Palma Papa, Chiara Piedisacco, Michele Saviano

Coordinamento scientifico: Emilia D’Antuono, emilia.dantuono@unina.it.

Segreteria organizzativa: E. R. Granieri, L. D’Errico, C. Piedisacco 348.528.3928; 327.795.6675; 333.574.5238 seminario.dantuono@gmail.com

 Nuovo ciclo di incontri «I lunedì dell’AMCI»: «Medicina narrativa e letteratura. Pazienti che narrano, medici che scrivono»

Torino, 10 giugno 2013

È iniziato lunedì 22 aprile il nuovo ciclo di incontri «I lunedì dell’AMCI» promosso dall’Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI).  Il nuovo ciclo è dedicato a «Medicina narrativa e letteratura. Pazienti che narrano, medici che scrivono». Sede delle conferenze: Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale – via XX settembre 83 a Torino. Il corso è rivolto in particolare a medici e operatori sanitari ed è accreditato ECM (crediti calcolati).

Programma del prossimo appuntamento lunedì 10 giugno 2013

ore 17.30-18.30: «La Medicina Narrativa e Cure Palliative»: Ferdinando Garetto

ore 18.30-19.30: «La narrazione biblica in una prospettiva di senso della persona»: Paolo Merlo / Carla Corbella

ore 19.30-20.00: Letture: Anna Lana

ore 20.00-20.30: Dibattito e valutazione

Modalità di iscrizione: via e-mail o fax presso la segreteria organizzativa. Il corso è a numero chiuso per 60 iscritti. Quota d’iscrizione: € 30 (trenta) versamento da effettuare: tramite bonifico bancario: Banca Intesa San Paolo – Filiale 22 Torino corso V. Emanuele II 110 – IBAN: IT97 D030 6909 2131 0000 0062 305; intestato a: Associazione Medici cattolici Italiani – Sezione di Torino; causale: iscrizione “Lunedì dell’Amci” oppure  presso la Segreteria del Corso il primo giorno – lunedì 22 aprile 2013.

Segreteria organizzativa e informazioni: Maria Grazia Sinibaldi, e-mail: grazia.sinibaldi@tiscali.it, fax: 011-447.3299, tel. 339.429.0588

Incontro su autismo e problemi della comunicazione in famiglia nell’ambito del progetto culturale «Voltare Pagina» dell’Ordine dei Medici

Torino, martedì 11 giugno 2013

Si tiene martedì 11 giugno 2013, presso la nuova sede dell’Ordine dei Medici di Torino a Villa Raby in corso Francia 8, dalle ore 17.30 alle ore 19.30, il primo appuntamento del nuovo progetto culturale «Voltare Pagina», promosso dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Torino.

Il progetto intende parlare di disabilità attraverso pagine che la raccontano, la spiegano e la mettono al centro dell’attenzione sociale. L’Ordine già da due anni ha attivato un network di comunicazione con le associazioni di malati, volontari e familiari per mettere insieme e confrontare le esperienze di aiuto maturate sul territorio e condividere domande, problemi e potenzialità. In altre parole è un tentativo di costruire insieme una nuova mappa della solidarietà ma anche una rete di informazione in cui far circolare conoscenze, competenze e cultura. L’Ordine dei Medici di Torino apre quindi le sue porte alle associazioni per diventare anche polo culturale e di ricerca sul campo. L’obiettivo è creare una “serra creativa” di una nuova cultura su disagio e fragilità.

PROGRAMMA MARTEDÌ 11 giugno

17.30: incontro delle associazioni

18.00: confronto sul tema dell’autismo e sui problemi della comunicazione e del linguaggio nella famiglia e nelle istituzioni attraverso le pagine del libro «Pulce non c’è» di Gaia Rayneri (ed. Einaudi, 2009). Sarà presente l’autrice.

Coordina Monica Bardi, giornalista.

Previsto l’intervento del centro di ricerca «Remedia» su «Lingua, autismo e comunicazione facilitata».

 Concorso dell’Unesco su «Bioetica e Arte»

termine iscrizioni: lunedì 1° luglio 2013

Nel 2013 l’Unesco bandisce il 2° Concorso annuale di «Bioetica e Arte», che chiama artisti di tutto il mondo a creare opere d’arte sul tema: «Creare un’immagine, nel rispetto di tutte le culture e le religioni, che parli dell’impatto che le scienze della vita hanno sulle generazioni presenti e future, illustrando l’amore, la compassione e la cura». Attraverso questo concorso gli artisti avranno la possibilità di esprimere il loro messaggio etico a livello internazionale.

I partecipanti possono presentare “on-line” opere d’arte nelle seguenti 3 categorie: dipinti, fotografia, studente (età 13 – 17).

Agli artisti vincitori saranno assegnati i seguenti premi:  dipinti: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; fotografia: $ 5.000 per il primo classificato e $ 500 ai 4 successivi vincitori; studente: $ 1000 per il primo classificato e $ 100 ai 4 successivi vincitori.

Le opere vincitrici saranno esposte a New York (presso la sede delle Nazioni Unite), a Roma (nell’ Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) e a Hong Kong durante la Conferenza della Cattedra Unesco sul Multiculturalismo e religione dal 3 al 5 dicembre 2013.

La scadenza per la presentazione “on-line” delle opere è stata prorogata a lunedì 1° luglio 2013 per la categoria studente.

Per maggiori informazioni visitare il sito del Concorso «Bioetica e Arte»: www.bioethicsart.org

«La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza»: corso estivo di aggiornamento dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Roma, 1-12 luglio 2013

Dall’1 al 12 luglio 2013, presso il Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesiae in via P. de Franciscis snc,  a Roma, si svolge il corso estivo di aggiornamento in Bioetica organizzato dalla Facoltà di Bioetica in collaborazione con l’Istituto di Scienza e Fede e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose  dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. 

Il tema del corso sarà: «La Bioetica, crocevia tra Fede, Ragione e Scienza».

Le problematiche studiate dalla Bioetica sono spesso connesse con i progressi delle scienze biologiche  e mediche. Ma non possono essere ridotte alla razionalità scientifica. La soluzione etica di dilemmi che riguardano la vita e la morte, la guarigione e la sofferenza, la relazione tra le persone, etc., non può prescindere dalla propria visione della realtà. Visione che può essere aperta o chiusa alla Trascendenza; di sola ragione o di ragione illuminata dalla fede. Il Corso si propone come uno sforzo di analisi di queste relazioni profonde e come una piattaforma di dialogo tra visioni diverse, anche contrapposte, in funzione della ricerca sincera del miglior bene per tutti.

Il corso è articolato in due moduli tematici. È possibile partecipare a tutto il corso, oppure a uno dei moduli. I partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.

Nel primo modulo verranno trattate questioni di base: rapporto fede e ragione; la relazione tra la scienza e la ragione filosofica; lo scientismo; scienza e tecnologia di fronte alla vita umana; la questione della bioetica laica e quella cattolica; l’approfondimento teologico della bioetica; la bioetica nel Magistero cattolico; legge morale e bioetica; la bioetica nelle diverse visioni religiose; l’applicazione pastorale della bioetica, etc.

Il secondo modulo affronterà alcuni problemi specifici della bioetica alla luce delle diverse visioni di  fondo: dalla questione dell’embrione umano alle tematiche di fine vita; dalla procreazione alla custodia dell’ambiente; le manipolazioni genetiche e l’eugenetica, etc.

Le lezioni saranno tenute dai docenti della Facoltà di Bioetica, con la partecipazione di altri docenti ed esperti provenienti da diversi Paesi.
Oltre alle lezioni verranno organizzati incontri e attività di riflessione e discussione, favorendo la partecipazione attiva di tutti i corsisti.

Il corso è indirizzato a tutte le persone interessate ai temi della bioetica, operatori nel settore sanitario, docenti e laureati di tutte le discipline. Gli studenti di licenza o dottorato in Bioetica regolarmente iscritti alla Facoltà possono partecipare: verrà loro accreditata, se superata la prova scritta corrispondente, nel loro curriculum accademico con 3 crediti (4 ECTS) per ogni singolo modulo. È prevista, per ogni modulo, un’unica prova scritta che si svolgerà alla fine di ogni singolo modulo.

Per informazioni contattare:
Emmanuele Di Leo, responsabile Promozione e Comunicazione Facoltà di Bioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, tel. +39 0666543931, cell. +39 349 8167543, email: edileo@upra.org , facebook: Emmanuele Di Leo.

Summer School: «Mobilità umana e giustizia globale»

Lecce, 16-19 settembre 2013

Dal 16 al 19 settembre 2013 a Roca di Melendugno (Le) si tiene la IV edizione della Summer School dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. L’argomento trattato è «Dignità liquide. Violenze, soprusi, riscatti e speranze nelle vite dei migranti». Il corso è organizzato in collaborazione con ASCS, SIMI, Fondazione ISMU, Fondazione Migrantes ed è promosso da Centro WWELL, Dipartimento di Sociologia – Facoltà di Scienze politiche e sociali.

La Summer School dell’Università Cattolica del Sacro Cuore è rivolta, in particolare, a studenti universitari, laureati e dottorandi; funzionari della pubblica amministrazione, operatori sociali e professionisti che, a vario titolo, sono impegnati sul fronte delle migrazioni e della cooperazione allo sviluppo; responsabili della pastorale delle migrazioni, del lavoro e della famiglia; insegnanti e formatori; ricercatori e studiosi; responsabili di associazioni e volontari.

Termine iscrizioni: 24/07/2013
Luogo del corso: Oasi Madonna di Roca, Roca di Melendugno (Le)
Nº incontri: 4
Totale ore: 28.

Per informazioni: tel. 02. 723.45701; e-mail: formazione.permanente-mi@unicatt.it;  http://apps.unicatt.it 

 Premio per la Cultura «Luigina Parodi» dedicato ai giovani tra i 14 e i 20 anni: la II edizione dedicata alla «solitudine»

Torino, scadenza il 30 settembre 2013

Il Premio per la Cultura «Luigina Parodi» viene istituito nel 2012 dall’associazione Erreics onlus* a sette anni dalla scomparsa di Luigina Parodi, professoressa appassionata, che fino ad età avanzata ha dedicato la sua esperienza e il suo entusiasmo alla scuola e alla formazione. Luigina Parodi, nata a Nettuno l’11 ottobre 1920, lascia la traccia di una convinzione: «formare i giovani aiuta a formare anche gli adulti».

La seconda edizione del premio alla Cultura «Luigina Parodi» è dedicata al tema della solitudine.

Descrizione del premio:

La partecipazione al Premio è gratuita; possono partecipare tutti i giovani di Torino e Provincia di età compresa fra 14 e 20 anni sia studenti delle scuole superiori che lavoratori. Dal 1 febbraio al 30 settembre 2013 i ragazzi potranno inviare un testo (racconto, pagina di diario, autobiografia max 6000 caratteri) o un cortometraggio (max 5 minuti) realizzato su DVD sul tema della solitudine.

Il materiale, accompagnato dalla domanda di partecipazione al Premio, dovrà essere inviato: via mail a: elviralarizza@libero.it e via posta a: Elvira Larizza – via Ciamarella 31 int.1 – 10098 Rivoli (To). Nella domanda di partecipazione devono essere indicati: nome, cognome, data di nascita, indirizzo, recapito telefonico, indirizzo mail (se posseduto), scuola di appartenenza o attività lavorativa. La domanda deve essere firmata dal partecipante e, se minore, da un genitore e/o responsabile.

A ottobre verrà effettuata dalla commissione scientifica dell’associazione Erreics onlus la selezione dei tre lavori più belli. I lavori verranno premiati a fine novembre. I premi saranno buoni cultura da spendere in diversi ambiti a discrezione dell’associazione.

Per informazioni: presidenza@erreics.org – elviralarizza@libero.it

*Erreics onlus è un’associazione senza fini di lucro che ha l’obiettivo di sviluppare attività e servizi nel campo dell’educazione e dell’aggregazione, della formazione, della promozione della cultura e dell’editoria sociale. Erreics vuole sostenere tutte le persone che vivono situazioni di disagio e che sono a rischio di esclusione sociale. La sua convinzione è che la cultura possa tornare ad essere uno strumento importante per migliorare la qualità della vita e delle relazioni. Info: www.erreics.org  – info@erreics.org +39 339 8292985.

Il Premio è sostenuto da: www.golembookshop.it, Libreria Belgravia Torino, Edizioni Angolo Manzoni, Scenario Libri e Teatro.

Con il patrocinio di: Provincia di Torino, Polo cittadino della salute, Cittadinanzattiva Regione Piemonte, Colori quadri, Piemonte Movie, Materie Prime, Associazione nazionale Museo del Cinema.

Al via le lezioni del Master Universitario in Bioetica I anno – anno accademico 2013-2014

Torino, venerdì 4 ottobre 2013

Prende ufficialmente il via venerdì 4 ottobre 2013 in via XX Settembre 83 a Torino il Master Universitario in Bioetica I anno – anno accademico 2013-2014 organizzato dalla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – sezione parallela di Torino (Ciclo di specializzazione in Teologia morale con indirizzo sociale).

Il Master è realizzato in collaborazione con: Arcidiocesi di Torino, Centro Cattolico di Bioetica, Ufficio per la Pastorale della Salute, Ufficio per la Pastorale della Cultura, della Scuola e dell’Università, Associazione Medici Cattolici Italiani, Associazione Bioetica & Persona – Onlus; con il patrocinio di: Facoltà di Medicina e Università degli Studi di Torino.

La prima lezione, venerdì 4 ottobre 2013, prevede il Saluto delle Autorità e la presentazione del Master. Modera: Mario Rossino (Docente di Teologia Morale – Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Torino). Paolo Merlo (Docente di Teologia Morale – Università Pontificia Salesiana) proporrà un’introduzione storica alla bioetica.

Il programma completo delle lezioni è consultabile all’indirizzo web: http://centrodibioetica.diocesi.torino.it/Bioetica004.htm

Destinatari del Master
Il corso è rivolto a: medici, infermieri e altre professioni socio-sanitarie; insegnanti e operatori psico-pedagogici; teologi e religiosi; giornalisti; amministratori pubblici. Coloro che sono in possesso di: Diploma di Laurea in Filosofia; Lettere; Giurisprudenza; Economia e Commercio; Scienze matematiche, fisiche e naturali; Biologia; Scienze politiche; Sociologia; Psicologia; Farmacia o titoli di studio equipollenti. Uditori interessati ad approfondire tali tematiche.

Durata e orario delle lezioni
Il Corso è articolato nell’arco di ciascun anno accademico in tre moduli per un totale di 144 ore annuali.

Le lezioni si svolgeranno in due unità didattiche:

venerdì pomeriggio: ore 14-20

sabato mattina: ore 8-14

La frequenza è obbligatoria per almeno l’80% delle lezioni.

Iscrizioni
La domanda d’iscrizione (generalità, indirizzo, recapiti telefonici, e-mail) unitamente al curriculum vitae dovrà pervenire a mezzo e-mail. È previsto un colloquio a scopo conoscitivo. Il Corso è a numero chiuso.

Quota d’iscrizione: 400 euro da versare tramite bonifico bancario:
Intesa San Paolo – Torino – Filiale 22; IBAN: IT73 B030 6909 2131 0000 0061 720
Intestato a: Associazione Master & Congressi
Causale: Quota d’iscrizione master

Titoli rilasciati
Al termine del Master, a coloro che avranno frequentato regolarmente e superato le prove di valutazione previste (questionari, tesina e relativa discussione), verrà rilasciato un Attestato come disposto dall’art. 2, comma 5 del titolo I del Reg.to di Ateneo, previsto dall’art. 6 della legge 341/1990. La frequenza di un solo anno conferisce il diploma di Corso di perfezionamento in bioetica. Al termine del secondo anno sarà rilasciato il titolo di Master Universitario in Bioetica e assegnati 60 CFU (crediti formativi universitari). Per i medici e gli operatori sanitari il Corso esonera dall’obbligo di acquisire i Crediti ECM previsti dal Ministero della Salute.

Per gli insegnanti di ogni ordine e grado il titolo di perfezionamento dà luogo a punteggio per le Graduatorie di Istituto. Il Corso rientra nelle iniziative di Formazione e Aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e riconosciute dall’Amministrazione Scolastica.

Responsabili del corso
Presidente del Master: Mario Rossino; responsabile dell’evento: Enrico Larghero; direttori scientifici: Enrico Larghero – Giuseppe Zeppegno;  Segreteria organizzativa: Centro Cattolico di Bioetica.

Informazioni e segreteria
Maria Grazia Sinibaldi
tel. 339.4290588 – e-mail: grazia.sinibaldi@tiscali.it

 

Inizio lezioni Master universitario in «Assistenza infermieristica penitenziaria» al Cottolengo di Torino

Torino, ottobre 2013

Iniziano a ottobre 2013 i corsi del Master universitario di I livello in «Assistenza infermieristica penitenziaria» attivato presso la Piccola Casa della Divina Provvidenza – Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo, in via Cottolengo 13 Torino. Le attività si svolgono presso il Centro di Formazione dello stesso Presidio.

Il Master è rivolto a laureati appartenenti alla classe di laurea I «Professioni sanitarie infermieristiche e Professione sanitaria ostetrica». Il numero degli ammessi al Master è fissato in 30 studenti. La direzione del Master si riserva la Facoltà di valutare l’attivazione del Master nel caso il numero di domande sia inferiore a 20.

Con il D.P.C.M. 1° aprile 2008 la gestione della Sanità Penitenziaria è stata trasferita dal Ministero della Giustizia al Servizio Sanitario Nazionale che, con i suoi professionisti, deve assicurare alla popolazione detenuta: livelli di prestazioni analoghi a quelli garantiti ai cittadini liberi;  azioni di protezione, di informazione e di educazione ai fini dello sviluppo dalla responsabilità individuale e collettiva in materia di salute; informazioni complete sul proprio stato di salute all’atto d’ingresso e di dimissione dal carcere e durante il periodo di detenzione; interventi di prevenzione, cura e sostegno del disagio psichico e sociale.

A seguito di tale riordino la Regione Piemonte ha emanato nel 2012 la Legge regionale n. 3 del 28 marzo, con l’obiettivo di garantire il diritto dei detenuti a usufruire di prestazioni sanitarie di pari dignità e consistenza rispetto a quelle erogate nella società libera.

Purtroppo molti infermieri operanti nelle carceri spesso non hanno una preparazione specifica. L’assistenza infermieristica erogata è ancora frammentata e disomogenea. Le competenze si limitano frequentemente a mera esecuzione di prestazioni cliniche. A fronte di questo quadro complesso e problematico, a cui si associa anche l’assenza, nel panorama formativo generale, di percorsi formativi strutturati, l’Università Cattolica – Facoltà di Medicina e Chirurgia «A. Gemelli» di Roma ha istituito per il prossimo anno accademico 2013-2014, con il polo formativo convenzionato della Piccola Casa della Divina Provvidenza – Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo di Torino, il Master Universitario di primo livello in «Assistenza infermieristica penitenziaria».

Segreteria organizzativa: Via Cottolengo n° 13 – Torino, tel. 011/5294.481/7; fax 011/5294.489, email: formazione@ospedalecottolengo.it. Orario segreteria: 07.30 – 15.30 dal lunedì al venerdì

«Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro»: 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona»

Milano, 10-12 ottobre 2013

Si svolge da giovedì 10 a sabato 12 ottobre 2013 a Milano, presso l’Aula Magna Università statale (via Festa del Perdono, 7), il 7° Convegno internazionale Associazione «Medicina e Persona» sul tema: «Quale futuro per la Sanità? Bisogni, risorse e formazione: la persona al centro».

Mai come oggi chi, a vario titolo, opera in Sanità ha vissuto un periodo di così grande incertezza, che riguarda lo scopo stesso del proprio lavoro, le modalità attraverso le quali questo si realizza e le risorse disponibili. L’Associazione «Medicina e Persona» ritiene che questo momento storico rappresenti l’occasione per una sfida radicale ai professionisti della salute. Per questo motivo ha deciso di chiedersi esplicitamente «Quale futuro per la Sanità?», nel tentativo di comprendere come sia possibile, nonostante le difficoltà, riprendere a costruire qualcosa di positivo, stabile e gratificante. Bisogni, risorse, formazione e ricerca; questi sono i temi da cui ripartire, ad un’unica condizione: che la Persona nella sua interezza e complessità sia posta al centro.

Tematiche di interesse:

Bisogni: la variazione della demografia e la prevalenza di malattie croniche ci pongono di fronte a nuovi bisogni che richiedono profondi cambiamenti nel sistema. Come il singolo professionista può giocare un ruolo da protagonista?

Risorse: la drastica riduzione delle risorse implica una diversa allocazione dei fondi disponibili e pone il problema di quale sia il valore reale del rapporto di cura.

Formazione: nel futuro ci si aspetta una riduzione della popolazione medica e l’emergere di nuove figure professionali. Come verrà ripensata la formazione dei nuovi professionisti negli ospedali e nel territorio?

Ricerca: la pratica clinica necessita di indicazioni dalla ricerca che siano più riproducibili nel mondo reale (ad esempio i “patient centered outcomes”). Il settore dell’industria rivendica un ruolo più attivo nella definizione dei protocolli. Come tenere insieme tutto questo senza conflitti di interesse?

Segreteria Scientifica: Associazione «Medicina e Persona», via Melchiorre Gioia 171 Milano, tel.: 0267382754 – fax: 0267100597, e-mail: segreteria@medicinaepersona.org

Segreteria organizzativa: Limes Srl, via Melchiorre Gioia 171 Milano, tel.: 026697911 – fax: 0267100597, email: segreteria@limesmed.com

Aggiornamenti su: www.medicinaepersona.org e www.limesmed.com

2° Convegno nazionale «Slow Medicine»: «Fare di più non significa fare meglio»

Torino, 29-30 novembre 2013

È possibile migliorare la qualità e la sicurezza delle cure rivolte ai cittadini riducendo innanzitutto gli sprechi, le prescrizioni e le prestazioni inappropriate, intervenendo anche a livello culturale sulla convinzione che, quando si tratta di cure, fare di più significa sempre fare meglio? «La Slow Medicine è la migliore medicina che si possa immaginare per il secolo XXI», ha scritto Richard Smith sul BMJ.

Slow Medicine vuole realizzare questa profezia, e lancia anche in Italia il progetto «Fare di più non significa fare meglio» per l’individuazione e la progressiva riduzione di pratiche e prescrizioni inappropriate nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e della cura, con il coinvolgimento di molte Società scientifiche e Ordini professionali sanitari e di associazioni di cittadini. Il convegno presenterà ai professionisti e ai cittadini il movimento Slow Medicine, il progetto «Fare di più non significa fare meglio» e i primi risultati del lavoro di gruppi di professionisti sanitari e di associazioni di cittadini alla ricerca di scelte sagge nella cura.

Programma

Venerdì 29 novembre 2013  dalle 17 in poi, pre- convegno diffuso:

Incontri per conoscere Slow Medicine, parlare di scelte sagge, progettare una medicina più sobria, più rispettosa, più giusta nei caffè, nelle pasticcerie, nelle enoteche del Quartiere San Salvario.

– Sabato 30 novembre 2013 (sede da definire):

ore 9,30: Presentazione di Slow Medicine con Carlo Petrini e Antonio Bonaldi

ore 10: «Un’ alleanza per una Slow Medicine : i professionisti, i cittadini, i giornalisti»: Tavola rotonda coordinata da Silvana Quadrino

ore 11,30: Il progetto «Fare di più non significa fare meglio»: Sandra Vernero e Gianfranco Domenighetti

ore 12: «Perché è meglio non fare troppi esami? Eccessi e sprechi negli screening e nei percorsi diagnostici»: tavola rotonda coordinata da Andrea Gardini

ore 14,30: «Scegliere le cure con saggezza. Eccessi e sprechi nei trattamenti e nei percorsi di cura»: tavola rotonda coordinata da Roberto Satolli

ore 16: «Scelte sobrie, rispettose, giuste: aspetti di etica, di comunicazione, di relazione»: Giorgio Bert, Silvana Quadrino, Sandro Spinsanti

ore 17: Conclusioni degli ordini professionali, dei cittadini, della stampa

Quote di partecipazione: soci Slow Medicine € 50; non soci € 70
Iscrizione al convegno e a Slow Medicine: € 80

Per informazioni: Slow Medicine ‐ Via Silvio Pellico 24—10125 Torino; info@slowmedicine.it www.slowmedicine.it

(*) Dott.ssa Lara Reale
Giornalista scientifica
Dottore in Scienze della Comunicazione
Redazione Web Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata