Attenzione alle truffe sui farmaci

di redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
25 marzo 2020
Attenzione alle truffe sui farmaci

In questo periodo di diffusione dell’epidemia da Covid-19 in corso i cittadini non devono rivolgersi  assolutamente su siti web non registrati  o presso falsi imbonitori/venditori che speculano sulla vendita di prodotti proponendo caratteristiche straordinarie come la cura o la prevenzione da contagio dal nuovo coronavirus o di prodotti legali prestandosi per un accesso “facile”, mentendo sulla loro difficile reperibilità, con il rischio di dare al consumatore medicinali falsificati. È un monito  dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) per proteggere i cittadini da acquisti impropri sul piano della sicurezza,  riportato ieri, 24 marzo dall’Agenzia italiana AIFA.

La Nota aiuta il cittadino a come acquistare farmaci in sicurezza dando alcune informazioni scientifiche:

1. Non esistono fino ad ora medicinali autorizzati per curare la malattia da Covid-19.

2. I medicinali cosiddetti “falsificati” o “contraffatti” non sono sicuri  per le loro caratteristiche differenti da quelli autentici o autorizzati. Infatti contengono o un principio attivo sbagliato o nessuno o il principio attivo corretto ma in quantità errate, o ancora sostanze dannose che non devono essere presenti nei medicinali.

I loro effetti: possono causare gravi problemi di salute o peggiorare una condizione in corso. In caso di sintomi consultare il medico o seguire le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie.

3.  I farmaci si acquistano  SOLO in farmacia o presso rivenditori locali oppure presso farmacie online registrate presso le autorità nazionali.

In Italia i farmaci on line sono acquistabili solo dai rivenditori nazionali registrati presso il Ministero della Salute.

Come si fa a trovare le farmacie on line registrate dei paesi dell’Unione Europea?

L’elenco delle farmacie online registrate presso cui acquistare i medicinali  è tramite il  portale dell’EMA (Agenzia europea per i medicinali)  <https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/overview/public-health-threats/falsified-medicines/buying-medicines-online>

o  dal sito del Ministero della Salute <http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=4370&area=farmaci&menu=online >

 Come si fa a sapere che si tratta di un sito registrato, legale?

Tutte le farmacie online sono accomunate da uno stesso logo (logo comune)  che conferma che si tratta di un sito registrato. È composto di un rettangolo a strisce orizzontali con una croce bianca nella parte sinistra, vicino alla linea mediana mentre nella parte sottostante vi è la bandiera del Paese dell’Unione Europea presso cui  la farmacia online è registrata.

Prima di acquistare occorre controllare se la farmacia/parafarmacia  online è presente nell’elenco sul sito del Ministero delle farmacie e degli esercizi on line autorizzati e  se ha la presenza del logo di identificazione per l’autorizzazione.

Cliccando sul logo  si viene mandati alla pagina del Ministero della Salute da dove si potrà accedere all’elenco di tutte le farmacie on line legali.

In caso di una possibile carenza di medicinali come ci si comporta?

Si può controllare e ottenere tutte le informazioni sui farmaci temporaneamente  carenti presso il sito di EMA <https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/post-authorisation/availability-medicines/shortages-catalogue#national-registers-section o dell’AIFA all’indirizzo https://www.aifa.gov.it/farmaci-carenti 

 

 

redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata