Bioetica. D’Avack (Cnb): «Governo latitante nonostante monito Napolitano ad affrontare temi etici»

a cura di Lara Reale *
pubblicato il 18 novembre 2014

Quello che inizia il 18 novembre a Roma e prosegue fino al 19, il ventesimo Nec Forum, ovvero il meeting dei Comitati etici dei Paesi dell’Unione europea, evento nell’ambito del semestre italiano di presidenza del Consiglio europeo, pur avendo un’importanza straordinaria per la bioetica è comunque un appuntamento al quale la politica italiana sembra essere latitante.

L’amara considerazione la fa il vicepresidente del Cnb, Lorenzo D’Avack, che ricorda come si tratti di un importante confronto tra rappresentanti dei comitati nazionali di bioetica dei 28 Paesi Ue su tematiche di forte impatto sociale: dalle neuroscienze alle nuove tecnologie, dallo sviluppo della ricerca ai campioni biologici legati ai dati sulla salute.

Un evento “straordinario”, sottolinea D’Avack, a fronte del quale si osserva “con rammarico il totale disinteresse e la latitanza del governo e del mondo politico. Disinteresse – denuncia – che conferma come le tematiche bioetiche siano estranee all’agenda dei nostri politici, poco inclini ad affrontare e regolamentare i problemi emergenti dal progresso scientifico-tecnologico”. E ciò, conclude il vicepresidente del Cnb, “anche a dispetto delle raccomandazioni a suo tempo e in molteplici occasioni avanzate dal nostro Presidente della Repubblica al mondo politico, perché anche queste problematiche siano motivo di ragionevole attenzione”.

fonte: Quotidiano Sanità

(*) Lara Reale
Giornalista Scientifica
Redazione Web Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata