Covid-19. Bando per infermieri e Oss , un anno presso aziende sanitarie della Regione Piemonte

di redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
20 aprile 2020

Le strutture sanitarie della Regione Piemonte cercano personale sanitario con il profilo di infermiere –  collaboratore professionale sanitario e operatore socio-sanitario da assumere a tempo determinato per la durata di un anno, con lavoro a turni 24 ore su 24, nell’ambito dell’emergenza sanitaria correlata al Covid-19.  Le candidature dei due bandi indetti  dall’Unità di crisi-Regione Piemonte, pubblicati  il 16 aprile scorso, devono pervenire mediante procedura on-line entro questa sera, lunedì 20 alle ore 23.59:59 presso il sito dell’Asl Città di Torino (https://aslcittaditorino.iscrizioneconcorsi.it/)

Bando per infermiere:

Requisiti  di ammissione:
– laurea di 1 livello in infermieristica o diploma universitario di Infermiere o diploma e attestato conseguito in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti al diploma universitario per lo svolgimento dell’attività professionale.
– Iscrizione all’Albo professionale.

Una sola opzione  tra queste aziende sanitarie che concorrono alla ricerca di personale:

ASL Città di Torino, ASL TO3, ASL TO4, ASL TO5, ASL At, ASL VC, ASL NO, ASL VCO, ASL BI, AOU San Luigi Orbassano, AOU Maggiore della Carità di Novara, AO SS Antonio e Biagio e C. Arrigo di Alessandria

Per ulteriori approfondimenti, si legga il bando scaricabile da http://www.aslcittaditorino.it/wp-content/uploads/2020/04/Avviso-Infermiere.pdf:

 

Bando per Operatore Socio-Sanitario:

Requisiti di ammissione:
– 
attestato di qualifica per Operatore Socio-Sanitario

Indicazione di una sola azienda sanitaria tra le seguenti:
ASL TO3, ASL TO4, ASL TO5, ASL VC, ASL NO, ASL VCO, AOU Maggiore della Carità di Novara.

Per approfondimenti si legga il bando http://www.aslcittaditorino.it/wp-content/uploads/2020/04/Avviso-Operatore-Socio-Sanitario.pdf

Nel corso dell’emergenza sanitaria in Piemonte si sono avute 2000 nuove risorse professionali, precisamente 2.015 secondo i dati al 7 aprile comunicati dall’assessore Luigi Icardi e pubblicati nella sua pagina Facebook. Con il loro contributo si è  potuto rinforzare  il sistema  sanitario ospedaliero e territoriale e consentire l’avvio delle strutture dedicate al Covid-19, quella di Verduno nel cuneese, tra Alba e Bra,  operativa dal 30 marzo e la recente all’interno delle Ogr di Torino dal 19 aprile. Si tratta di 355 medici, 888 infermieri, 772 altri profili da personale medico laureato a biologi a farmacisti a operatori socio-sanitari a tecnici di laboratorio e fisioterapisti.

(Aggiornamento 20 aprile 2020)

 

 

redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata