Con l’Autore don Rossino si è parlato di “Dialogo” alla Facoltà Teologica di Torino

di Silvia Rossi *
pubblicato il 8 maggio 2013
Con l’Autore don Rossino si è parlato di “Dialogo” alla Facoltà Teologica di Torino

Nell’incantevole scenario della Sala Artistica, presso la Facoltà Teologica di Torino, martedì 30 aprile si è svolta la presentazione del nuovo libro di don Mario Rossino, edito da Effatà, dal titolo In dialogo. Riflessioni e confronti a tutto campo su questioni personali, sociali, culturali e bioetiche (per la recensione  di Enrico Larghero e Giuseppe Zeppegno si veda il numero di aprile della Rivista) .
Insieme all’Autore erano presenti Giorgio Palestro, presidente del Centro Cattolico di Bioetica, Ferruccio Ceragioli, direttore del Ciclo Istituzionale, Pier Davide Guenzi, direttore del Ciclo di Specializzazione in Teologia Morale ed Enrico Larghero, direttore scientifico del Master Universitario in Bioetica, che ha moderato l’incontro.
Ha aperto l’incontro, per introdurre la presentazione dell’opera, il professore Giorgio Palestro il quale ha voluto sottolineare che

l’importanza del libro, oltreché nei contenuti, sta anche nel tono di ascolto e di comprensione che emerge, da cui si evince la capacità di percezione e di giudizio del Sacerdote esperto, le cui risposte rivelano due caratteristiche importanti: offrire orientamenti sicuri per risolvere i dubbi attraverso il modo paziente e sempre intriso di spiritualità, dottrina e convincente razionalità

Il professore Ferruccio Ceragioli ha illustrato la carriera accademica di don Mario Rossino e il suo servizio di insegnamento. Docente presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Torino, don Mario Rossino insegna le discipline di Teologia Morale sociale, Bioetica, Sacramento del matrimonio (per il Ciclo Istituzionale), Teologia morale sociale ed economia e Fondamenti di morale sociale (per il Biennio di specializzazione in Teologia morale con indirizzo sociale). È presidente del Master universitario in Bioetica. Ha curato numerose pubblicazioni su tematiche di teologia morale, morale cattolica, fondamenti teologici della bioetica e linee di etica in campo medico.

09_rossino_palestro
09_rossino_relatori
09_rossino_rossino

Alcuni momenti della presentazione

Dalla biografia tratteggiata dal direttore del Ciclo Istituzionale  emerge infatti il forte interesse di don Mario per i temi sociali della Teologia Morale, stabilmente acquisito attraverso la sua incessante e scrupolosa attività di ricerca. A tal proposito lo stesso professore Ceragioli ci spiega che «sono però soprattutto le tematiche bioetiche che attraggono l’attenzione di don Mario,  come si evince dai   numerosi articoli e scritti di riflessione teologica sui temi in questione […] sollecitato dal moltiplicarsi di problematiche inedite legate agli sviluppi delle nuove tecnologie biomediche».

Riflettendo poi sulla sua attività di insegnamento per la formazione del clero Ceragioli precisa che «l’insegnamento di don Mario non voleva solo restare sui principi astratti della dottrina, ma anche sporgersi sulle situazioni concrete della pastorale da affrontare con competenza, carità e verità». Conclude con un pensiero rivolto al prezioso contributo umano del teoogo torinese affermando:

Vogliamo poter continuare a godere della sua preparazione accurata, del suo rigore critico, della sua precisione meticolosa e anche, perché no, della sua sagace ironia

Il professore  Pier Davide Guenzi, nell’analizzare il volume  evidenzia il ruolo fondamentale della Teologia morale:

Come da sempre la Teologia morale fa,  essa mantiene  un continuo contatto con gli eventi, le esperienze umane, i segni dei tempi, in una comprensione circolare con gli orientamenti valoriali dischiusi dalla Parola di Dio e dalla tradizione ecclesiale, per attualizzare nel nostro presente l’ethos di Cristo. L’affiorare delle problematiche della vita, così come dai “dubbi di coscienza” dei credenti, si incontra con una struttura di sistematicità chiaramente percepibile nell’indice testuale. Un ‘ductus’ che incrocia gli aspetti della morale fondamentale.

Il  direttore del Ciclo di Specializzazione in Teologia Morale  Guenzi  prosegue  con una riflessione sull’opera :

La formula sa unire il rigore documentario e la saldezza delle posizioni etiche, espresse con un linguaggio di impatto immediato, con le molteplici domande che attraversano la coscienza dei credenti in quest’epoca di incertezza.  La formula, per certi versi, richiama i testi di istruzione morale e di fede in auge soprattutto dal concilio di Trento in poi, che avevano visto in prima linea, nell’opera di introduzione ai rudimenti De rebus fidei et morum non solo la minuta compagine dei ripetitori, ma teologi di primo piano. Rispetto all’organica presentazione della disciplina, nei suoi presupposti fondativi, così come in una teoria generale e speciale della normatività, il volume di don Rossino ci invita a non dimenticare un aspetto di assoluto rilievo per la fecondità della teologia morale: la sua dimensione casistica.

In ultima analisi si può affermare che il professore Rossino, scegliendo per il suo libro una struttura dialogica, ha voluto evidenziare quanto possa essere fattibile l’incontro fra l’uomo comune e il teologo. Due persone “in dialogo” fra loro proprio perché entrambi “in ascolto”, entrambi “in cammino” verso una comune ricerca.

Il professore  Guenzi  precisa infine che

la scelta di questa struttura dialogica ci ricorda che la ricerca della verità, mai disgiunta dalla carità che accoglie, sostiene e indirizza, non è mai opera solitaria. Non si impone con il monologo, ma germina tra le pieghe – a volte anche sofferte – di un procedimento dialogico. Solo così il contenuto di verità affiora dentro la vita di due soggetti che incontrandosi sanno di dover accogliere dall’altro nella reciprocità delle coscienze una luce che li accomuna come esseri in ricerca, siano essi maestro e discepolo, consigliere spirituale e fedele. Una ricerca che può durare una vita e per la quale la vita vale di essere spesa.

Chi ha conosciuto personalmente don Mario, accostandosi al suo libro ritroverà la sua impronta educativa: il tratto indelebile di un instancabile insegnamento morale che si fa vita quotidiana e forza nei momenti deboli. In questo modo, i ricordi personali si intrecceranno nelle frasi scritte che avevamo già vissuto insieme al nostro autore, magari durante un colloquio o ascoltando una sua omelia. Domande e risposte che danno corpo all’opera, come le domande e le risposte che l’uomo instancabilmente formula da sempre, fin quando almeno non avrà la certezza di aver raggiunto la Verità.

Per la recensione del Volume In dialogo di M. Rossino pubblicata nel numero di Aprile (cliccare qui)


In dialogo. Riflessioni e confronti a tutto campo su questioni personali, sociali, culturali e bioetiche

ROSSINO M. (presentazione di mons. G. Ghiberti)

In dialogo

Riflessioni e confronti a tutto campo su questioni personali, sociali, culturali e bioetiche

Effatà Editrice, Cantalupa (To) 2013, pp. 416
€ 24,00

(*) Silvia Rossi
Giornalista
© Riproduzione Riservata