Editoriale

di Redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 3 ottobre 2014

Cari lettori,

la biomedicina compie un’altra conquista scientifica nel generare la vita: la nascita di un bambino dopo un trapianto d’utero. Una notizia “sensazionale” che sta facendo il giro del mondo. Dai dati di The Lancet si apprende che il nascituro è nato con il trattamento di fertilizzazione in vitro, nella 32 settimana  e un  peso di 1775 grammi; la madre era priva di utero per malattia congenita; l’utero è di una donatrice sessantenne vivente.
Una notizia che parimenti solleva molti interrogativi etici e bioetici, riconducibili a quella domanda sul senso del “soddisfare il desiderio di un figlio ad ogni costo” che alimenta la domanda di un mercato economico non sempre teso al rispetto e alla dignità della persona umana.

Invece in  una recente ricerca su «Diventare genitori oggi. Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia» del Censis con la Fondazione Ibsa non solo emerge nell’88 per cento degli intervistati la consapevolezza del calo di natalità nel nostro paese ma anche una scarsa informazione sull’infertilità. Il 45 per cento ammette di saperne poco e un 15 per cento di non essere per nulla informato. Parebbe dunque necessario «intervenire efficacemente e con interventi mirati per tutelare la fertilità rivalutando la giusta età fisiologica, piuttosto che cercare risposte quando ormai è tardi» come hanno commentato Paolo Ricci Sindoni e Domenico Coviello, presidente e copresidente nazionali di «Scienza e Vita».

Mentre inizieranno lunedì 6 ottobre i lavori del Sinodo straordinario sulla Famiglia, in questo numero doppio settembre-ottobre abbiamo voluto dare uno sguardo riflessivo alla terra su cui abitiamo, bene prezioso per la sopravvivenza dell’umanità. In prossimità dell’Expo di Milano sul tema «Nutrire il pianeta. Energia per la vita» la storica e docente di Storia dell’Arte Laura Mazzoli ci presenta percorsi di lettura e rappresentazione del mondo vegetale nella cultura e nell’arte che indagano la relazione tra uomo e natura, osservando le opere esposte alla recente mostra del PAV di Torino «Vegetation as a Political Agent». Un’analisi di tale rapporto che va a svelare i segni che «ci restituisce la storia sociale e politica e a leggerne i caratteri etici».

Vi segnaliamo alcuni appuntamenti torinesi di ottobre, con i quali si dà inizio al nuovo anno formativo, professionale e pastorale: «Camminare accanto, camminare insieme», una presentazione dell’Acos Piemonte che si svolgerà sabato 4 ottobre dalle 9 alle 13 presso la sede di via San Ottavio 5; i convegni accreditati ecm: «Dolore della mente», sempre di sabato 4 ottobre dalle 8 alle 13 promosso dagli uffici di Caritas e Pastorale della Salute dell’Arcidiocesi di Torino presso la sala della Parrocchia Visitazione di Maria Vergine e Santa Barnaba e «Mission. Volontariato in Italia e nel mondo» di giovedì 16 ottobre dalle 8 alle 14 presso il Centro Congressi «Santo Volto» di Torino; con la cerimonia di inaugurazione nell’Aula Magna della Facoltà Teologica venerdì 3 ottobre alle 14 si riprende l’insegnamento del Master universitario in Bioetica, giunto quest’anno alla X edizione.
Nell’Auditorium del Complesso polivalente del Santo Volto di Torino il maestro, violinista, Salvatore Accardo si esibirà mercoledì 8 alle ore 21 in un concerto di beneficenza promosso dall’Arcidiocesi di Torino per realizzare i progetti dell’Ufficio per la Pastorale Giovanile della Diocesi di Nairobi.

Poi le novità editoriali proposte dal professore Giuseppe Zeppegno nello «Scaffale»; le rubriche di recensione del film «Le anime nere» di Francesco Munzi e del libro «Etica ed economia nell’organizzazione sanitaria» di Gian Antonio Dei Tos.

Come promesso è cambiata la veste grafica della nostra rivista «Bioetica News Torino», ancora in itinere. Le rubriche «News dall’Italia e dal Mondo ed eventi» sono messe in bella vista, all’inizio e non più raggruppate con le altre rubriche dopo gli articoli, facilmente individuabili per poter leggere gli accadimenti che attirano di più la vostra attenzione per motivi di disappunto o gradimento e le segnalazioni di eventi.

Una buona lettura!
lo staff di «Bioetica News Torino»

(*) Redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata