Fine vita. La Francia approva la legge. Via libera alla «sedazione profonda e continua»

a cura di Lara Reale *
pubblicato il 17 marzo 2015
Fine vita. La Francia approva la legge. Via libera alla «sedazione profonda e continua»

Dopo il dibattito acceso della settimana precedente in cui era stato tra l’altro bocciato il suicidio assistito, il 17 marzo 2015 l’Assemblea nazionale (436 favorevoli, 34 contrari e 83 astenuti) ha approvato la proposta di legge sul fine vita. “Dormire prima di morire per non soffrire” è il motto della nuova legge.

Il testo, sostenuto dai parlamentari Alain Claeys (PS) e Jean Leonetti (UMP), non autorizza l’eutanasia o il suicidio assistito, ma fornisce invece una “sedazione profonda e continua” fino alla morte per i malati terminali e rende vincolanti le “dichiarazioni anticipate” del paziente per rifiutare l’accanimento terapeutico.

fonte: Quotidiano Sanità

approfondimenti: http://www.quotidianosanita.it/allegati/create_pdf.php?all=6801987.pdf

(*) Lara Reale
Giornalista Scientifica
Redazione Web Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata