Il Libro «Handicap – Living Will» – vol VII Enciclopedia Bioetica e Scienza Giuridica

di Giuseppe Zeppegno *
pubblicato il 26 febbraio 2015
Il Libro «Handicap – Living Will» – vol VII Enciclopedia Bioetica e Scienza Giuridica

Nell’ottobre 2009 fu pubblicato dalle Edizioni Scientifiche Italiane di Napoli il primo volume dell’Enciclopedia di Bioetica e Scienza giuridica. L’opera, proposta dal prof. Antonio Tarantino, Ordinario di Filosofia del Diritto nell’Università del Salento, già Direttore, presso lo stesso Ateneo, del Centro Interuniversitario di Bioetica e Diritti umani, ha avuto il pieno appoggio del Card. Elio Sgreccia, Presidente emerito della Pontificia Accademia per la vita che ha assunto il ruolo di co-direttore dell’intero progetto editoriale che prevede in totale la pubblicazione di 12 volumi. Recentemente è stato stampato il settimo di 1118 pagine di testo e 18 di introduzione. Si occupa delle voci che vanno da handicap a living will.

La poderosa opera si avvale di decine di collaboratori provenienti dai più prestigiosi Atenei italiani e stranieri sia ecclesiastici, sia civili e da numerosi Centri di bioetica. Ha il grande pregio di offrire per le questioni che riguardano i diversi momenti della vita umana approfondimenti di carattere biomedico, etico e giuridico. Non manca l’attenzione per voci bioetiche riguardanti l’intero ecosistema perché – spiegano Elio Sgreccia e Antonio Tarantino – «in natura, vita umana, vita animale, vita vegetale e ambiente, pur mantenendo la loro specificità, sono collegate tra loro da un vincolo inviolabile di solidale armonia, necessario per la loro esistenza» (Premessa al primo volume, p. V).

L’Enciclopedia – spiegano ancora i Curatori – «si caratterizza perché, in epoca postmoderna presenta le questioni bioetiche non come vengono viste attraverso le lenti delle ideologie, ma come “sono” nella loro realtà naturale. Tale caratterizzazione costituisce la lingua lungo la quale, di massima, gli Autori delle voci hanno svolto il loro lavoro». Per ovviare il rischio di manifestare posizioni ideologiche, nella parte etica sono state incluse «voci che riportano nozioni sulle diverse concezioni etiche e religiose più significative per le questioni bioetiche. La maggior parte delle voci etiche sono, per altro, espressione di quella tradizione culturale che ha trasformato la filantropia dei Greci in amore per gli altri e per se stessi, nel rispetto delle predisposizioni naturali, le quali hanno il loro completo svolgimento non nella vita dei singoli individui, ma nella vita della specie». Per la parte giuridica «il discorso è stato più semplice: perché dire come “sono” le cose nella loro realtà naturale ha implicato assumere come punto di inizio i principi del diritto romano, in quanto ars boni et aequi, e la sua “concretezza”, e non altre concezioni giuridiche» (Premessa al primo volume, p. V).

Un simile impegno editoriale è particolarmente prezioso per la disciplina bioetica e merita grande attenzione anche perché non ha precedenti in Italia per estensione, numero di voci e quantità di collaboratori. Erano infatti anteriormente disponibili due testi di matrice cattolica. Il primo è il Dizionario di Bioetica curato da Salvino Leone e Salvatore Privitera. Si tratta di un volume unico di 1328 pagine, riedito nel 2004 da Città Nuova. Il secondo è l’Enciclopedia di bioetica e sessuologia curata da Giovanni Russo e pubblicata dall’LDC, sempre nel 2004, in un volume unico di 1880 pagine. Nel 2001 l’Editrice Giappichelli aveva immesso sul mercato il testo Bioetica e diritto privato. Frammenti di un dizionario di Francesco D. Busnelli, composto da 316 pagine di testo e 16 di introduzione. Nel 2007 Eugenio Lecaldano aveva dato alle stampe la seconda edizione del suo Dizionario di bioetica, edito da Laterza, constante di 339 pagine di testo e 11 di introduzione. Gaetano Vittone aveva infine pubblicato nel 2012 il suo Dizionario di bioetica per i caratteri dell’Editrice Villaggio Maori, composto da 470 pagine. La stessa famosissima prima enciclopedia di bioetica, scritta in lingua inglese e curata Warren T. Reich, uno dei primi ricercatori del Joseph and Rose Kennedy Institute for the Study of Human Reprodution and Bioethics, che aveva avuto la sua prima edizione nel 1978, era composta nell’edizione del 2005 da soli 5 volumi.


EnciBioGiur2014VolVIIStampa01.pdf

Enciclopedia di Bioetica e Scienza giuridica
Handicap – Living Will

SGRECCIA E. – TARANTINO A. (co-direttori)
Vol. VII

Edizioni Scientifiche Italiane,  Napoli  (Na) 2014, pp. XVIII + 1118
€ 142,00

(*) Dottore di Ricerca in Morale e Bioetica
Docente di Bioetica presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale - sezione di Torino
Direttore scientifico del Master Universitario in Bioetica
© Riproduzione Riservata