Il Libro «Mamme e papà: l’attesa di un bambino» di Soldera G

di Federico Rovea *
pubblicato il 10 novembre 2014
Il Libro «Mamme e papà: l’attesa di un bambino» di Soldera G

Vedere un feto come una persona e non come un oggetto è una pratica, non una posizione teorica. È questo il messaggio che per primo si impone all’attenzione sfogliando il volume «Mamme e papà: l’attesa di un bambino» di Gino Soldera, psicologo esperto di educazione prenatale. L’autore  affronta il tema complesso di come gettare le basi di un sano rapporto tra genitori e figli a partire dal periodo della gravidanza – generalmente interpretato come periodo di attesa che invece l’autore propone come momento di preparazione attiva da parte dei genitori ad accogliere la vita che verrà. « »

L’opera ha un approccio concreto. A osservazioni sulla realtà psicologica della gestazione si alternano domande ed esercizi rivolti ai futuri genitori per aiutare ciascuno a comprendere il proprio ruolo nei confronti del nascituro. Non mancano poi le testimonianze di chi ha vissuto questa esperienza.

Educazione prenatale

L’educazione prenatale secondo Soldera «non intende “insegnare” alcunché al nascituro: l’educazione non va confusa con l’istruzione. Etimologicamente la parola “educazione” ha due significati complementari: tirar fuori da e nutrire, avere cura». Il nascituro chiede attenzioni, accoglienza, un ambiente che sia il più possibile pronto a riceverlo con serenità: l’autore insiste molto sulla possibilità che i genitori hanno durante la gravidanza di conoscersi di più, di  approfondire le proprie emozioni e le proprie aspettative, di ridefinire i propri rapporti, di creare un ambiente affettivo e relazionale tra loro che  comunichi  serenità al bambino. Si tratta di segnali che il feto è in grado di percepire e che lo aiuteranno a sviluppare una struttura psichica serena e più equilibrata.
Il rapporto tra i genitori, lo stress della madre, la voce del padre, la musica: tutti piccoli atti che possono contribuire a far crescere sano o meno il nascituro ancora prima di aver visto la luce.

La triade madre-padre-figlio

Più volte ritorna il tema della “triade” che deve guidare tutto lo sviluppo prenatale: madre-padre-figlio. Contrariamente alla mentalità che propone la madre come unica protagonista della gravidanza con un uomo relegato al margine «viene riconosciuto al padre un ruolo di primaria importanza, indispensabile alla fisiologica evoluzione della gestazione». Il ruolo del padre si concretizza nel dare sostegno alla madre, nel mantenere una relazione serena col nascituro comunicando con modalità diverse per sviluppare  già un inconscio riferimento a entrambe le figure genitoriali. È interessante osservare come il ruolo del padre, secondo Soldera, contribuisca a strutturare la percezione dell’ambiente esterno: percepire la voce maschile che proviene “da fuori” crea un senso di sicurezza nei confronti dell’ambiente esterno.

Altro aspetto su cui lavorare è certamente lo stress, che influisce negativamente sulla gravidanza: «bisogna cercare di rallentare i ritmi frenetici a cui siamo ormai abituati, ridurre al minimo le competizioni, conflitti, frequentazioni e compagnie depressive, discorsi tristi. Sul piano della salute psichica è poi indispensabile non soffermarsi su possibili sensi di colpa e paure immotivate che possono emergere nella realtà quotidiana». Viene mostrato come uno stato di tensione psicologica non solo influenzi psichicamente il feto ma come ne alteri anche lo sviluppo fisiologico, poiché ciò rende l’ambiente uterino più teso e meno adatto allo sviluppo.

Questi sono solo pochi esempi rispetto all’ampia gamma di situazioni e studi che il libro presenta; è un’opera di facile lettura adatto anche ad un pubblico non specialista, che orienta sul complesso mondo della gravidanza. La  messa in pratica di quanto le ricerche scientifiche affermano danno pregio al volume che diventa così prezioso per i giovani – o futuri – genitori.

Copertina del libro - Soldera - Mamme e papà: l'attesa di un bambino

 

SOLDERA G.

Mamme e papà
L’attesa di un bambino

Collana Percorsi dell’educare
Città Nuova, Roma 2014, pp. 208
€ 13,00

(*) Federico Rovea
Dottore in Filosofia - Università degli Studi di Torino
© Riproduzione Riservata