Il sacerdote: «colui che vive per il Vangelo»

Papa Francesco in apertura della 69° Assemblea dei Vescovi - Cei. Poi, il card. Bagnasco sui «problemi veri del Paese»

di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 17 maggio 2016
Il sacerdote: «colui che vive per il Vangelo»

«Sul tema del Rinnovamento del clero, il filo conduttore della 69° Assemblea dei Vescovi, iniziata lunedì 16 maggio e proseguirà fino a giovedì 19, papa Francesco, nel suo discorso di apertura, in Vaticano,  ha invitato ad «avvicinarsi in punta di piedi a qualcuno dei tanti parroci che si spendono nelle nostre comunità» per comprendere come vive il ministero oggi e domandarsi «che cosa ne rende saporita la vita; per chi e per che cosa impegna il suo servizio; quale è la ragione ultima del suo donarsi».
Tre punti chiave su cui si è soffermato il Papa per richiamare il significato del sacerdozio, «colui che vive per il Vangelo». Ne esce un profilo chiaro e semplice, di un pastore e uomo fra gli uomini. Si fa prossimo di ognuno, attento a condividerne l’abbandono e la sofferenza; il  suo stile di vita semplice ed essenziale, sempre disponibile, lo presenta credibile agli occhi della gente e lo avvicina agli umili, in una carità pastorale che fa liberi e solidali; servo della vita, cammina con il cuore e il passo dei poveri; l’amicizia con il suo Signore lo porta ad abbracciare la realtà quotidiana con la fiducia di chi crede che l’impossibilità dell’uomo non rimane tale per Dio; il cammino di comunione fraterna dei presbiteri; [dei beni] mantiene soltanto ciò che può servire per l’esperienza di fede e di carità del popolo di Dio (dal discorso del Santo Padre Francesco alla Cei, apertura della 69° Assemblea Generale della Cei, Aula del Sinodo, 16 maggio 2016).

Nella seconda giornata dei lavori, questa mattina, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, nella sua prolusione ha portato alla luce alcuni temi sociali sui  quali « la gente vuole vedere il Parlamento impegnato senza distrazioni di energie e di tempo, perché questi sono i problemi veri del Paese, cioè del popolo».

Riguardo alla disoccupazione e alla povertà che aumenta ha chiesto:  «I responsabili della cosa pubblica, i diversi attori del mondo del lavoro, che cosa stanno facendo che non sia episodico ma strutturale?». La realtà è che  ben 12 milioni sono i pasti distribuiti nel 2015 presso le parrocchie.
Poi sul fronte della natalità  c’è «l’urgenza di una manovra fiscale coraggiosa, che dia finalmente equità alle famiglie con figli a carico», mostrando come dai dati Istat nel 2015 a fronte di 653 mila decessi le nascite sono state 488 mila e 100 mila italiani hanno lasciato il Paese.
Infine il problema del gioco d’azzardo, sottolineando come «negli ultimi sei anni mentre fra la popolazione è salita la soglia della povertà, l’affare-azzardo ha raggiunto il 350%, fino a  84 miliardi».  Eppure le  ricadute sociali della ludopatia sono  conosciute.

E riguardo a certi temi recenti su cui in Italia il dibattito è molto acceso, il presidente della Cei ha concluso: «Dinanzi alla realtà del Paese «non si comprende come così vasta enfasi ed energia sia stata profusa per cause che rispondono non tanto a esigenze – già per altro previste dall’ordinamento giuridico – ma a schemi ideologici. La recente approvazione della legge sulle Unioni civili, ad esempio, sancisce di fatto una equiparazione al matrimonio e alla famiglia, anche se si afferma che sono cose diverse: in realtà, le differenze sono solo dei piccoli espedienti nominalisti, o degli artifici giuridici facilmente aggirabili, in attesa del colpo finale – così già si dice pubblicamente – compresa anche la pratica dell’utero in affitto, che sfrutta il corpo femminile profittando di condizioni di povertà».

***
Interventi:
– Discorso del Santo Padre Francesco alla Cei, Aula del Sinodo, 16 maggio 2016, www.vatican.va

– Relazione Bagnasco, apertura lavori Assemblea generale Cei, 17 maggio 2016 in apertura della 69° Assemblea Generale della Cei, scaricabile da www.chiesacattolica.it

 


Programma dell’Assemblea Generale della Conferenza episcopale italiana:

Con il discorso del Santo Padre, si apre lunedì 16 maggio, alle 16.30 (diretta su Tv2000 e su www.chiesacattolica.it), la 69ª Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana. I lavori, che termineranno giovedì 19, si svolgono in Vaticano nell’Aula del Sinodo.
Martedì 17, dopo l’intervento del presidente Cardinale  Angelo Bagnasco, i vescovi inizieranno a confrontarsi sul tema principale all’ordine del giorno: il rinnovamento del clero a partire dalla formazione permanente. Tra gli altri argomenti, è prevista la condivisione di alcune linee di gestione in ambito economico, la revisione delle norme sui Tribunali ecclesiastici e una serie di adempimenti di carattere giuridico-amministrativo.
Mercoledì 18, alle 8.30, nella Basilica di San Pietro, ci terrà la concelebrazione eucaristica presieduta dal Card. Bagnasco, che festeggia i 50 anni di ordinazione sacerdotale.

 

(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata