La Chiesa italiana e la Salute mentale

Cultura del provvisorio, scarti e nuovi poveri: il disagio psichico al tempo della tecnoliquidità


Roma, sabato 02 dicembre 2017
Convegno Ufficio nazionale Pastorale Salute e AIPPC
di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 7 novembre 2017
La Chiesa italiana e la Salute mentale

A Roma, nel Palazzo della Cancelleria, nella giornata di sabato 2 dicembre p.v. dalle 9 alle 17 l’Ufficio nazionale Cei  per la Pastorale della Salute e  il Tavolo nazionale per la Salute Mentale in collaborazione con l’Associazione Italiana Psicologi Cattolici (AIPPC) organizzano  un convegno dove si  parlerà  di  povertà vitale e salute mentale,  disuguaglianze,  accesso alle cure,  condizioni sociali problematiche in cui molte persone vivono e crescono e  si affrontano  tematiche, fra le quali, quelle legate alla fragilità, come minori e salute mentale, infanzia abusata, genitorialità fragile, nuove dipendenze dal sesso al gioco alle tecnologie,  suicidio e  si metterà in luce l’importanza della prevenzione.

Sede: Roma, Salone dei 100 Giorni, Palazzo della Cancelleria, piazza della Cancelleria 1

Accreditato ecm per tutte le professioni sanitarie, infermieri,  psicologi, psicoterapeuti. Riconosciuti 7,3 Ecm.

Presentazione: I malati e le persone “difettose” rischiano di essere lo “scarto” di una società troppo veloce, troppo efficiente e troppo smart. Ma nello “scarto” esistono gli ultimi degli ultimi: le persone che soffrono di disturbi psichici, sulle quali si abbatte uno stigma inesorabile. È il risultato di un anno di lavoro, studi e ricerche del Tavolo Nazionale per la Salute Mentale promosso dalla Cei e fa parte di un processo a lungo termine sulla base di dati  prodotti  dalla ricerca scientifica  e dalle istituzioni internazionali che si occupano di sanità.  Secondo l’Oms nel  2020 la depressione sarà la principale patologia di cui soffriranno  322 milioni  di persone e nel 2015, sempre secondo la stessa fonte, si sono verificati 788mila suicidi a causa di  sindrome depressiva. Il suicidio è un atto estremo di un dolore mentale insopportabile, di un tormento nella psiche che deriva da colpa, rabbia, solitudine, frustrazione, disperazione, tristezza, angoscia etc., è un tentativo di porre un rimedio alla povertà vitale che caratterizza il nostro secolo. Mentre nella prima parte della giornata emergeranno le diverse problematiche, la seconda parte sarà dedicata alle proposte e alla presentazione di orientamenti per un progetto pastorale per la salute mentale in Italia.

Apriranno i lavori del Convegno, con la moderazione di don Massimo ANGELELLI, direttore dell’Uff. naz. Cei per la Pastorale della Salute:  il  Card. Francesco MONTENEGRO, Presidente della Commissione Episcopale Cei per il Servizio della Carità e la Salute, on. Beatrice LORENZIN, Ministro della Salute, padre Carmine ARICE ssc Superiore generale del Cottolengo. Alla prolusione del card. Peter TURKSON, Prefetto Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, si intervalleranno nelle tre sessioni Alberto SIRACUSANO, Tonino CANTELMI, Stefano VICARI, Luigi JANIRI e Giuseppe NICOLÒ, Maria Beatrice TORO, Alessandra LAUDATO, Daniele LA BARBERA, Maurizio POMPILI, Michele RIBOLSI, fra Marco FABELLO, Don Tullio PROSERPIO, mons. Francesco SODDU, don Paolo GENTILI, don Michele FALABRETTI, Aldo BOVA. Don Massimo ANGELELLI  e Tonino CANTELMI concluderanno la giornata dei lavori.

L’evento andrà in onda in diretta streaming sul sito salute.chiesacattolica.it 

Partecipazionegratuita.

Iscrizione: obbligatoria on line presso iniziative.chiesacattolica.it Il numero dei posti è limitato.

 

 

Scheda Evento

Data evento

02 dicembre 2017

Tipo di evento

Convegno Ufficio nazionale Pastorale Salute e AIPPC

Luogo

Allegati

 
 
 

Mappa

Mappa

Palazzo della Cancelleria, piazza della Cancelleria 68 Roma

(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata