L’abbraccio della Misericordia, La Vigna di Rachele


Bologna, da venerdì 13 novembre 2015 a domenica 15 novembre 2015
Ritiro spirituale
di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 10 novembre 2015

La Vigna di Rachele, un apostolato internazionale che ormai ha compiuto cinque anni di attività in Italia, invita chi porta alle spalle la dolorosa esperienza dell’interruzione di gravidanza, a fare esperienza dell’abbraccio della Misericordia attraverso un ritiro spirituale.  Il percorso offerto, che gode dell’approvazione ecclesiastica, accoglie partecipanti da tutta Italia ed è specificatamente progettato per le donne, uomini e coppie che portano il dolore emozionale e spirituale dell’esperienza dell’aborto volontario o terapeutico.

Il ritiro si terrà a Bologna dal 13 al 15 novembre 2015.

La responsabile della Vigna di Rachele in Italia, Monika Rodman Montanaro, che collabora dal 1997 con la fondatrice del ritiro, la psicoterapeuta americana Theresa Burke, Phd, e risiede in Italia dal 2007, commenta:  «La Vigna di Rachele offre l’opportunità di allontanarsi per tre giorni dalle pressioni quotidiane per concentrarsi su questo capitolo della propria vita, un capitolo forse mai aperto perché troppo doloroso, ma che ha portato conseguenze emozionali, spirituali e relazionali. In un ambiente accogliente e compassionevole, il percorso offre un sostegno emotivo che dà la forza per rivedere quest’esperienza attraverso gli occhi misericordiosi del Buon Gesù».
Il weekend è guidato da un’equipe di componenti provenienti dalle varie regioni che include una psicologa, un sacerdote e donne che hanno fatto il proprio percorso di guarigione interiore dopo aver vissuto la stessa esperienza. È progettato per facilitare, in un ambiente emotivamente sicuro, l’espressione di emozioni collegate all’esperienza dell’aborto – rabbia, ambivalenza, lutto e sensi di colpa –  e per continuare un percorso di recupero, riconciliazione e rinascita. Attraverso un percorso di esercizi creati per elaborare questo lutto, i partecipanti fanno esperienza dell’amore incondizionato di Dio.

Costo: Un’offerta di € 200 a persona (o di € 380 per coppia o 2 familiari, ad. es. madre e figlia) viene richiesta per aiutare a coprire le spese di vitto e alloggio, più i materiali ed altri costi del ritiro. C’è anche la possibilità di un aiuto economico per chi  potrebbe averne bisogno.

Dal 2010 l’apostolato gode dell’accoglienza del cardinale Carlo Caffarra, che prima della sua dimissione ha riconfermato il suo desiderio che esso continui a svilupparsi nella sua Diocesi. L’apostolato esprime concretamente la pastorale della misericordia che accompagna la proclamazione del Vangelo della Vita. Tra gli altri prelati che hanno lodato l’opera della Vigna di Rachele ci sono Mons. Elio Sgreccia e Cardinale Renato Raffaele Martino. Già diversi anni fa, in Argentina, Papa Francesco è venuto a conoscenza dei frutti dell’apostolato. Più di una volta il Santo Padre ha incoraggiato il continuo sviluppo dell’opera.

La Vigna di Rachele opera in piena comunione con la Chiesa universale e rappresenta una risposta autenticamente cristiana alla piaga dell’aborto, prendendo ispirazione da San Giovanni Paolo II, che nella sua enciclica Evangelium vitae (1995) ha implorato coloro che hanno fatto esperienza dell’aborto a non abbandonare la speranza, ad interpretare quest’esperienza nella sua verità, e ad aprirsi “con umiltà e fiducia al pentimento”.

Per maggiori informazioni su tale ritiro e sui successivi:  www.vignadirachele.org

 

Scheda Evento

Data evento

dal 13 novembre 2015 al 15 novembre 2015

Tipo di evento

Ritiro spirituale

Luogo

Bologna

Contatti per informazioni

Per informazioni:

Monika Rodman Montanaro, responsabile «Vigna di Rachele» per l’Italia
tel. 099.77.24.518
e-mail: info.vignadirachele@yahoo.it
www.vignadirachele.org

 

Allegati

 
 
(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata