«Lancet»: farmaci contraffatti e di bassa qualità ostacolano la lotta alle malattie

a cura di Lara Reale *
pubblicato il 8 maggio 2015
«Lancet»: farmaci contraffatti e di bassa qualità ostacolano la lotta alle malattie

I farmaci contraffatti e quelli di bassa qualità ostacolano tutti gli sforzi volti a contrastare le malattie, indeboliscono la fiducia nei confronti dei Sistemi Sanitari Pubblici e sollevano dubbi e quesiti sulla gestione delle risorse. Lo stabilisce un rapporto pubblicato da “Lancet”. La proliferazione di farmaci che non funzionano correttamente, quelli sub-standard e di origini non identificabili, creano una “ spirale di sfiducia” non solo nel le Istituzioni, ma anche nelle forze dell’ordine e nella Sanità in generale. Queste categorie di farmaci possono essere associati a 3 tipi di rischi.

In primo luogo possono contenere sostanze pericolose: basti pensare agli 84 bambini nigeriani deceduti a seguito dell’assunzione di uno sciroppo per la dentizione, nel settembre 2008. Possono poi essere inefficaci, causando la progressione della patologia e portare a morte prematura. Infine possono favorire il fenomeno della farmaco-resistenza agli antibiotici. Un dato, più di tutti, fa riflettere: i farmaci di bassa qualità contro la malaria – che ancora oggi uccide circa 600.000 persone l’anno – rappresentano la principale minaccia alla lotta contro questa malattia, aumentando i decessi ed il rischio di farmaco-resistenza.

Fonte: Reuters

Approfondimenti: Lancet 2015

(*) Lara Reale
Giornalista Scientifica
Redazione Web Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata