Il libro “Percorsi di Pastorale della Salute”

di Giuseppe Zeppegno *
pubblicato il 10 ottobre 2012
Il libro “Percorsi di Pastorale della Salute”

Percorsi di Pastorale della Salute accoglie la sentita esigenza di coniugare la plurimillenaria disponibilità della Chiesa ad assistere con le dovute attenzioni umane e spirituali chi vive il tempo della malattia, con la necessità di riflettere sulle sempre nuove applicazioni biomediche che offrono inusitate possibilità di cura ma spesso anche numerosi dilemmi etici di difficile soluzione.

L’opera, curata da Enrico Larghero, medico e teologo morale, responsabile del Master universitario in Bioetica della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – Sezione di Torino e Marco Brunetti, sacerdote torinese, membro della Consulta Nazionale C.E.I. e incaricato regionale e diocesano per la Pastorale della Salute, si avvale della prestigiosa presentazione di Monsignor Zygmunt Zimowski, presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari. Il ben compaginato staff di autori è composto da docenti provenienti da diverse facoltà (Camillianum, Università Cattolica del Sacro Cuore, Accademia Alfonsiana, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – Torino) e responsabili di importanti strutture sanitarie.

Il manuale, come spiega Marco Brunetti, «nasce dall’esperienza positiva del primo ciclo del Biennio di specializzazione in Pastorale della Salute, che ha visto la partecipazione di ben oltre cento studenti, fra i quali soprattutto operatori sanitari, oltre un bel gruppo di operatori pastorali in sanità».

In questi ultimi decenni il concetto di pastorale è mutato. «Si è passati – spiega Brunetti – da una pastorale di tipo quasi esclusivamente sacramentale e clericalizzato, tipica dei tempi in cui i sacerdoti visitavano i malati a casa o in ospedale con quasi l’unico obiettivo di non far mancare loro i sacramenti, per cui il presbitero era il detentore assoluto di questa cura pastorale, ad un’apertura all’accompagnamento spirituale, alla relazione di aiuto, in un contesto di comunità sanante, con l’attenzione non solo al malato, ma anche ai familiari e a quanti si prendono cura di loro, in particolare gli operatori sanitari e i volontari». E chiosa: «Mi pare pertanto un approccio assolutamente innovativo, che rispecchia un’ecclesiologia conciliare e valorizza i molti e diversi ministeri ecclesiali».

Percorsi di Pastorale della Salute manifesta anche una valenza scientifica, infatti, alcuni capitoli trattano temi scientifici, scritti da professionisti del settore. Il testo è articolato in quattro parti. La prima, suddivisa in cinque capitoli, offre importanti spunti pastorali e spirituali per accompagnare il malato e per educare al valore della vita e della salute: «Un impegno di cui l’intera società deve sentirsi responsabile» nell’intento di «promuovere e difendere la vita di ogni suo membro nell’intero arco dell’esistenza, dal concepimento alla morte naturale» (Pintor, 23).

I sette capitoli della seconda parte considerano il dramma della sofferenza dal punto di vista biblico, offrono un’attenta analisi dei pronunciamenti magisteriali e della prassi sacramentale attuata a favore dei malati, individuano, infine, l’opportunità di farsi prossimo con i più deboli attraverso le opere di volontariato, vero e proprio sacramento della presenza «intriso di significati non palpabili, non misurabili, ma di grande importanza interiore» (Brunetti, 168).

La terza propone un ricco excursus sui principali nodi bioetici (inizio e fine vita, deontologia degli operatori sanitari, strutture e percorsi di umanizzazione della malattia, ruolo e funzione dei comitati etici, riabilitazione e attenzione alle nuove fragilità).

La quarta parte, ripartita in otto capitoli si occupa di alcuni aspetti molto dibattuti nel contesto sanitario contemporaneo (rapporto medico-paziente, accompagnamento pastorale del malato e dei caregiver, accompagnamento nel lutto). Come suggerisce Monsignor Zimowski nella presentazione, il ricco e composito volume nel suo insieme costituisce un prezioso manuale di formazione specifica per quanti si occupano a diverso titolo di pastorale sanitaria e si impegnano a stare accanto ai malati con tutta l’attenzione, la preparazione, la consapevolezza e la competenza necessarie.

LARGHERO ENRICO E BRUNETTI MARCO (a cura di)

Percorsi di Pastorale della Salute, (presentazione di Mons. Zygmunt Zimowski)

Edizioni Camilliane, Torino 2012,
pp. 400 – 29,00 euro

(*) Prof. don Giuseppe Zeppegno
Dottore di ricerca in Morale e bioetica
Docente presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – sezione di Torino
Direttore scientifico del Master universitario in Bioetica
© Riproduzione Riservata