SEGNALAZIONE: Dal Trapianto di testa all’identità personale

di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 29 giugno 2017
SEGNALAZIONE: Dal Trapianto di testa all’identità personale

Il Gruppo di  ricerca interdisciplinare in Neurobioetica  (GdN), realtà costituita dal 2009 all’interno dell’istituto Scienza e Fede e della Cattedra Unesco in Bioetica e Diritti Umani presso l’Ateneo Pontificio «Regina Apostolorum» di Roma,  ha di recente presentato  la programmazione delle attività di ricerca interdisciplinare, formazione e pubblicazione per il 2017-2018 sulla  tematica  «Transumanesimo e Postumano».

Si può riascoltare  l’incontro trasmesso in diretta streaming  coordinato dal prof. P. Alberto Carrara, LC (sito ufficiale del Gruppo di Neurobioetica neurobioetica.blogspot.it), tenutosi  venerdì 23 giugno alle ore 17 presso  l’aula Tesi dell’Apra (si veda  blog http://neurobioetica.blogspot.it e  GdN Neurobioetica canale YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=kdMWB7UXkDM

Hanno seguito e sono intervenuti ai lavori numerosi studiosi  provenienti dalla sede dell’Apra di Roma, da città italiane quali Padova, Milano, Torino (prof. Pier Paolo Donadio, direttore Sc Anestesia e Rianimazione Città della Salute e Scienza)   e dall’estero Spagna, Messico, Stati Uniti.

Il tema della linea di ricerca verterà «Dal trapianto di testa all’identità personale, dai diritti umani all’escatologia. Un anno di riflessione sulle ultime frontiere del transumanesimo: la parola alla neurochirurgia, alle neuroscienze, alla psichiatria e alla psicologia, alla filosofia e teologia, al diritto, alle questioni sul consenso informato, sulla vulnerabilità dei soggetti (pazienti e appartenenza nazionale) implicati, sulla dignità e sul valore del nostro corpo».

Da settembre 2017 a febbraio 2018  saranno in programma  una serie di seminari e tavole rotonde, le cui riflessioni, in modo sintetico,  saranno presentate  mercoledì 14 marzo 2018 a Roma e sabato 17 a Milano in un convegno internazionale,  nell’ambito della Settimana mondiale del Cervello promossa da Dana Foundation, realizzato in collaborazione con la SISPI.  La ricerca  svolta  sarà al servizio di un  corso formativo estivo della Facoltà di Bioetica dell’Apra a luglio 2018 sul tema del Potenziamento umano. Vi sarà infine una pubblicazione bilingue  italiano-inglese delle attività di ricerca e formazione 2017-2018 del GdN.

Il GdN in questa riflessione, ricerca,  pubblicazione e formazione 2017-2018 si muove dai dati  dell’annuncio sulle riviste scientifiche e mediatiche a livello internazionale del nuovo “successo” scientifico nell’ambito del potenziamento umano: il primo trapianto di testa (“sarebbe meglio definirlo trapianto di gran parte del corpo” −  come afferma il prof.  P. Alberto Carrara, coordinatore del GdN), sostenuto dal  neurochirurgo italiano Sergio Canavero.
Riprendendo i risultati ottenuti sul cane nel 1954 dal russo Vladimir Demikhov e, soprattutto, quelli sulla scimmia del 1970 ad opera del chirurgo americano Robert White − afferma prof. P. Alberto Carrara − Canavero, dal 2013 ad oggi, ha riproposto alla comunità scientifica il razionale della tecnica che renderà operativo, in Cina a dicembre 2017, il primo tentativo di sostituzione del corpo malato di un volontario tetraplegico, con il corpo sano di un donatore compatibile.
Il prof. Carrara cita  diversi articoli scientifici di  S. Canavero, tra i quali  «Huston, GEMINI  has landed:  spinal cord fusion achieved», Surg Neurol Int 7, (Suppl 24),  2016, pp. S.  623-625; S626-628.
Questo dato  −   aggiunge  −  è stato immediatamente recepito da uno dei più attivi e preminenti movimenti transumanistici contemporanei: il 2045 Avatar Project o Immortality Project, fondato e guidato dal milionario russo Dmitri Itskov (http://www.2045.com) .

 

(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata