Stefano Russo, nuovo segretario generale Cei

di redazione Bioetica News Torino *
pubblicato il 28 settembre 2018

È Monsignor Stefano Russo, vescovo di Fabriano-Matelica (An),  il nuovo segretario generale della Cei. Una nomina di Papa Francesco, accolta dalla Cei quale «segno della prossimità e della cura con cui» “il Pontefice” «accompagna il cammino della nostra Chiesa» come si apprende nella  nota di  Vatican News (28 settembre) dalle parole del Cardinale Bassetti, presidente  Cei.

Succede a  monsignor Nunzio Galantino che ha rivestito tale incarico dal 2013 fino a  quando il Santo Padre non lo h nominato  Presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica il 26 giugno 2018.

La scelta su monsignor Russo è stata ben accolta dal porporato in quanto già responsabile dell’Ufficio nazionale per i Beni culturali ecclesiastici per diversi anni ( 2005-2015)  «ben conosce la Segreteria Generale» come ha affermato Bassetti.

Vescovo della diocesi Fabriano-Matelica dal 2016,  è vicepresidente della Conferenza Episcopale Marchigiana  e presidente del Comitato per la valutazione dei progetti di intervento a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell’edilizia di culto.

Monsignor Russo nasce ad Ascoli Piceno nel 1961, frequenta il Movimento Diocesano dell’Opera di Maria, e dopo aver conseguito il diploma di perito tecnico in Telecomunicazioni si laurea in Architettura con una tesi di indirizzo storico e ottiene il baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Riceve l’ordinazione presbiterale nel 1991 presso la Cattedrale di Ascoli Piceno.

Ha ricoperto numerosi  incarichi nell’ambito dei Beni Culturali Ecclesiastici a livello diocesano e Conferenza Episcopale Marchigiana. Tra i quali,  dal 1990 al 2007 Presidente della Commissione Arte Sacra e Beni Culturali e incaricato per i Beni Culturali Ecclesiastici nella Diocesi di Ascoli Piceno, dal 1990 al 2005 membro Consulta e dal 1996 al 2005 incaricato  per i Beni Culturali Ecclesiastici della Conferenza Episcopale Marchigiana, Attualmente dirige il lavoro di inventariazione informatizzata dei beni storico-Artistici della diocesi di Ascoli Piceno.

(*) redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata