Una risorsa culturale per la scuola

di Bruno Porta *
pubblicato il 1 settembre 2012
Una risorsa culturale per la scuola

Impegni e attività formative dell’Ufficio per la Pastorale dell’Educazione cattolica, della Cultura, della Scuola e dell’Università (Ufficio Diocesano Scuola)

L’Ufficio Diocesano Scuola è impegnato, soprattutto, a seguire le questioni relative all’insegnamento della religione cattolica nella scuola, ad elaborare strumenti e sussidi per l’aggiornamento permanente degli insegnanti di religione, nella promozione della disciplina scolastica nello specifico e nella possibile interdisciplinarità, nella sensibilizzazione alle questioni educative legate alla presenza dell’IRC (Insegnamento della Religione Cattolica) nella scuola come una risorsa culturale per la stessa.

Tra i suoi compiti vi sono quelli di:
promuovere lo sviluppo culturale e pedagogico-didattico dell’IRC in conformità alle disposizioni concordatarie e quindi anche alla dottrina della Chiesa con attenzione particolare alle domande formative degli studenti e delle loro famiglie, nel contesto culturale italiano, ed europeo;
elaborare orientamenti e proposte per la professionalità degli insegnanti di religione cattolica (Idr), pienamente inseriti nella Scuola e nella Chiesa.

Per offrire una proposta formativa di qualità, l’Ufficio scuola si avvale della collaborazione della Facoltà Teologica, dell’ISSR (Istituto Superiore di Scienze Religiose), del Centro Cattolico di Bioetica, delle Associazioni professionali quali (A.I.M.C. (Associazione Italiana Maestri Cattolici), UCIIM (Associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e formatori).

Inoltre ha elaborato una proposta formativa che nasce attorno a quelle realtà ecclesiali che propongono attività formative alle Scuole dal titolo significativo: «Per un uomo umano». Progetto condiviso.

Tra queste la proposta del Centro Cattolico di Bioetica «Bioetica e Scuola: vita, ambiente, salute». L’obiettivo è promuovere la conoscenza della bioetica nella sua accezione più ampia. Contestualizzare nel vissuto quotidiano i problemi etici connessi alle scienze biologiche, mediche e dell’ambiente. Orientare e partecipare al dibattito bioetico contemporaneo, anche attraverso una lettura critica dei messaggi dei mass media.

(*) don Bruno Porta
Responsabile Ufficio Diocesano Scuola − Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata