VI edizione del Congresso di Medicina dei viaggi e delle migrazioni organizzato dall’AslTo2


Torino, da giovedì 14 maggio 2015 a venerdì 15 maggio 2015
convegno
a cura di Lara Reale *
pubblicato il 13 maggio 2015
VI edizione del Congresso di Medicina dei viaggi e delle migrazioni organizzato dall’AslTo2

Duecento esperti di medicina dei viaggi e delle migrazioni (medici, infermieri, biologi, farmacisti, assistenti sanitari) si sono dati appuntamento a Torino per il 14 e 15 maggio 2015, all’EnviPark di via Livorno 60, per discutere l’evoluzione della medicina in questi ambiti alla luce degli ultimi fatti di cronaca.

Il biennale Congresso di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni, giunto alla VI edizione, è organizzato a Torino dalla SS Medicina dei viaggi (Responsabile Dott. Guido Calleri) e dalla SC Malattie Infettive e Tropicali I (Direttore Dott. Pietro Caramello) dell’Ospedale Amedeo di Savoia -AslTo2.

“Sia gli eventi sanitari come l’epidemia di Ebola, sia demografici come l’aumento degli arrivi dei migranti dall’Africa sub sahariana, inducono profonde riflessioni su come si possano e si debbano affrontare le nuove emergenze sanitarie – spiega il Dott. Pietro Caramello, Direttore S.C. Malattie Infettive e Tropicali I dell’Amedeo di Savoia – sia da un punto di vista clinico, per le patologie nuove e inusuali, sia di organizzazione sanitaria, in termini di strutture in grado di far fronte a eventi sanitari improvvisi e con richieste superiori alla media, oltre che di accesso alle cure quale diritto fondamentale della persona”.

«Si affronterà il tema di come i servizi sanitari esistenti siano preparati ad affrontare la nuova ondata di migrazione – precisa il dott. Guido Calleri, responsabile del Centro di Medicina dei Viaggi dell’Amedeo di Savoia – a partire dai servizi di accoglienza e screening, proseguendo con la medicina di base, con i servizi territoriali specialistici, fino ai servizi ospedalieri super specializzati e di eccellenza».

«Gli esperti valuteranno insieme anche la lezione tratta dall’epidemia di virus Ebola, per la quale i servizi sanitari (118, Pronto Soccorso, Reparti di Malattie Infettive) sono stati tenuti per un anno in allarme e sono andati incontro a sforzi enormi in termini di acquisto di materiali e di formazione del personale – prosegue il dott. Caramello – Questo sforzo fatto in tutto il mondo ha permesso di controllare in tempi rapidi e senza troppi casi i focolai che si stavano diffondendo tramite la rete dei trasporti internazionali e inoltre si è potuto curare in sicurezza i connazionali contagiati sul posto, ma ora occorre capitalizzare questa esperienza in vista di futuri episodi di questa o altre malattie e mantenere l’efficienza di quanto è stato creato in così breve tempo».

«Nell’ambito del congresso ampio spazio verrà dato all’aggiornamento sulle nuove infezioni esotiche che vengono osservate in Italia, sia importate, come Dengue e Chikungunya, sia autoctone, con serbatoi già presenti sul territorio nazionale come la West Nile fever, nei cavalli e nei volatili, focalizzando anche la sorveglianza che si deve organizzare per prevenire e poi tenere sotto controllo la diffusione di questi patogeni emergenti – conclude il dott. Calleri – Inoltre si farà il punto sulla Malaria quale patologia in evoluzione, per la quale i programmi di controllo nei Paesi endemici stanno raggiungendo discreti successi in termini di morbosità e mortalità, ma il parassita è sempre più resistente ai farmaci esistenti e si segnala resistenza anche agli ultimi farmaci usciti. Le nuove indicazioni nazionali per il comportamento da parte dei viaggiatori sono in discussione, tra scuole più severe che optano per la profilassi sempre, e scuole più aperte alle novità, come la profilassi solo con rischio alto e grande attenzione rivolta ai farmaci, per cui diventa fondamentale la ricerca di un consenso».

Il Centro di Medicina dei Viaggi dell’Amedeo di Savoia svolge attività ambulatoriale di consulenza pre-viaggio per i viaggiatori internazionali e di consulenza post-viaggio per i problemi di salute verificatisi durante o a seguito del soggiorno all’estero.

Nel 2014 ha eseguito oltre 1.000 consulenze pre-viaggio e somministrato oltre 3.200 dosi di vaccino, incluso il vaccino per la febbre gialla. Ha inoltre eseguito circa 250 visite post-viaggio, prevalentemente per malaria, gastroenterite, lesioni e infezioni cutanee, febbri di varia origine. Fornisce anche informazioni telefoniche e via mail sia a utenti sia a operatori del settore e cura un sito web specifico di informazioni ai viaggiatori, www.ilgirodelmondo.it, che è stato completamente rinnovato anche nella parte analitica, destinazione per destinazione. I dati epidemiologici relativi a oltre 30 patologie “tropicali”, per 198 Paesi del mondo, sono stati aggiornati utilizzando sia le fonti ufficiali (Oms, Cdc, Ministero della Salute) sia le segnalazioni individuali (ProMed), e con esse i consigli ai viaggiatori sulla prevenzione.

Programma in allegato.

 

Scheda Evento

Data evento

dal 14 maggio 2015 al 15 maggio 2015

Tipo di evento

convegno

Luogo

Contatti per informazioni

Per informazioni tel. 011 0267950 (centralino), fax 011 0267954, www.hdcons.itsegreteria@hdcons.it

 

Allegati

 
 

Mappa

Mappa

Via Livorno, 60, Torino, TO, Italia

(*) Lara Reale
Giornalista Scientifica
Redazione Web Arcidiocesi di Torino
© Riproduzione Riservata