Webinar Hospice 2020

L'identità dell'Hospice e la cura pastorale del malato alla fine della vita terrena


Roma, da mercoledì 24 Giugno 2020 a mercoledì 08 Luglio 2020
Progetto formativo in videoconferenza
di redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
21 Giugno 2020

Riprendono  gli eventi formativi, annullati per l’emergenza Covid-19 , della Pastorale della Salute – Cei  per chi lavora presso gli Hospice composti da 3 lezioni in videoconferenza,  ripetute due volte per andare incontro alle esigenze dei turni di lavoro.

La partecipazione è gratuita. Non rilascia crediti ecm. Per partecipare occorre iscriversi.

Destinatari: soprattutto i “quadri intermedi” degli Hospice  cattolici e di ispirazione cristiana.

Obiettivo: accompagnare il percorso professionale, umano e spirituale di chi quotidianamente è chiamato a dare sollievo al malato terminale e alla sua famiglia, a partire dalla condizione residenziale del paziente.

Orario delle lezioni: il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17.

Didattica: si svolge in videoconferenza. Il giorno del Corso verrà inviato il link per accedere alla piattaforma per la videoconferenza.

– Lezione 2b viene riproposta il 24 giugno alle ore 15.
Finché c’è amore c’è speranza: la cura in hospice
Relatore: Tullio PROSERPIO – Istituto Nazionale Tumori, Milano
per iscrizione: https.//salute.chiesacattolica.it
p
er programma: https://salute.chiesacattolica.it/webinar-2b-finche-ce-amore-ce-speranza-la-cura-in-hospice/

Programma e obiettivo della lezione: L’Hospice è organizzato secondo i requisiti tecnologici e strutturali moderni e la sua funzione principale è quella di svolgere e garantire un’assistenza sanitaria specializzata nella cura dei sintomi e nel monitoraggio evolutivo della fase terminale delle patologie inguaribili e/o croniche degenerative, come pure nel controllo delle sindromi dolorose ad esse correlate. L’obiettivo primario è di garantire la migliore qualità di vita possibile, nel rispetto della dignità, dei desideri del malato e del suo diritto alla libera scelta.  L’Hospice non significa solo prendersi carico degli aspetti clinici dei pazienti, ma un è luogo dove la persona è accolta e presa in carico in tutti i suoi aspetti: fisico, umano, spirituale, religioso. Lo stile di una presa in carico improntata a stabilire una relazione stretta e leale, concorre alla libera espressione delle tensioni, dei sentimenti, delle emozioni. In questo percorso di reciproca conoscenza risulta più facile un percorso di informazione guidato dall’amore e orientato alla speranza: è la comunicazione umanizzata. L’Hospice è un luogo dove l’attenzione è rivolta alle Cure Simultanee specie nei casi in cui cure attive e cure di supporto concorrano attivamente al miglioramento clinico e della qualità di vita. Gli interventi curativi ed assistenziali sono pertanto pianificati in accordo con il malato stesso mediante protocolli flessibili e personalizzati.

– Lezione  3Il “modello hospice” nei percorsi assistenziali viene riproposta il 1 luglio 2020
3 (a) 1/7/2020 : Relatore: Marianna MAGLIO – Responsabile Hospice “Casa Betania” Card. Panico, Tricase (LE)

Programma e contenuti della lezione:

Vi spiego il modello Hospice>
Come si accede alla struttura residenziale
A chi è dedicata la struttura residenziale:pazienti oncologici in fase terminale di malattia e paziente “end stage “ non oncologici
Le competenze
Il prendersi cura: percorsi
L’ambulatorio di Cure Palliative
Le cure Palliative Precoci
Il Nostro Hospice: il punto di vista cattolico
L’avanguardia del Simultaneous Care – Rapporto Oncologia/ Cure Palliative in un Dipartimento Oncologico e Cure Palliative
La Necessità di strutture idonee e di palliativisti competenti

Obiettivo: è spiegare cosa vuol dire il “prendersi cura” di un paziente/persona in fase terminale per qualsivoglia patologia oncologica e non oncologica presso una struttura residenziale –Hospice- , nella sua totalità  fatta debolezze, bisogno di comprensione, sostegno e cura con competenza, attenta carità  e adeguato uso delle risorse utili al paziente e alla sua famiglia.

Per iscrizione e programma: https://salute.chiesacattolica.it/webinar-3a-il-modello-hospice-nei-percorsi-assistenziali/
– 3 (b) lezione viene riproposta l’8 luglio 2020
8/7/2020: Relatore: Tommaso FUSARO – Fondazione Opera SS. Medici, Bitonto (BA)

Programma e obiettivo della lezione:  L’Hospice è uno dei nodi della rete assistenziale delle Cure Palliative. Identificato come il Centro residenziale delle Cure Palliative prevede una sua propria organizzazione e strutturazione dettate dalle normative nazionali e regionali. Esistono inevitabilmente differenze tra gli hospice in relazione a diverse variabili: ubicazione, contesto culturale, livello di integrazione con gli altri nodi della rete, rapporto con le Istituzioni ed Enti locali, grado di sensibilizzazione del territorio, gestione pubblica o privata. Le professionalità operanti che compongono l’équipe definite da standard ministeriali sono al servizio dei bisogni dell’Ospite e dei propri cari. Accompagnare la persona malata nell’ultimo tratta della sua Vita, prendendosi cura dei suoi bisogni non solo fisici ma anche sociali, relazionali ed spirituali, è il principale compito dell’équipe. L’Hospice come luogo in cui si dà sollievo a caregivers in fatica e familiari in difficoltà a vivere nella solitudine una complessità di disagi e paure. L’Hospice luogo dove Tecnica, Etica e Carità dialogano.

Per iscrizione e programma: https://salute.chiesacattolica.it/webinar-3b-il-modello-hospice-nei-percorsi-assistenziali/

Per informazioni sul Progetto formativo contattare la segreteria dell’Ufficio della Pastorale della Salute.

 

Scheda Evento

Data evento

Il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17

Tipo di evento

Progetto formativo in videoconferenza

Luogo

Roma

Contatti per informazioni

Ufficio nazionale per La Pastorale della Salute – Cei
Segreteria
tel 06 66398 477
salute@chiesacattolica.it
www.salute.chiesacattolica.it

 
redazione Bioetica News Torino
redazione Bioetica News Torino
© Riproduzione Riservata