Assisi: «La cura pastorale del malato in un contesto multietnico e multireligioso»

Essere accanto al malato, come “presenza e azione della chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti se ne prendono cura” (cfr La pastorale della salute nella chiesa italiana n. 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione.

Promosso  dall’Ufficio nazionale per la Pastorale della Salute in collaborazione con l’Associazione Italiana di Pastorale Sanitaria, il corso che si terrà ad Assisi dal 23 al 26 novembre  vuole offrire a cappellani e operatori pastorali che iniziano questo ministero o che  dopo un primo periodo di esercizio sentono l’esigenza di un’ulteriore preparazione alcuni elementi fondamentali di pastorale della salute.

La quinta edizione affronta le tematiche tenendo conto del contesto multietnico e multireligioso che caratterizza la società italiana e quindi i luoghi della cura e le visioni terapeutiche organizzative.

È indirizzato a: operatori di Pastorale della Salute, cappellani “di prima nomina” e loro collaboratori.

Sede: Domus Pacis Assisi, piazza Porziuncola 1, Santa Maria degli Angeli – Assisi

Iscrizione:  entro 16 novembre 2015 e  accesso alla pagina per  iscrizione on line

Per informazioni:  www.chiesacattolica.it/

23 Novembre 2015
Fino al 26 Novembre 2015
Corso di formazione
Assisi
quota di iscrizione 200 euro

Segreteria organizzativa
a cura dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute
via Aurelia 468 – 00165 Roma
tel.: 06 6639 8477 – fax: 06 6639 8427
e-mail: salute@chiesacattolica.it
www.chiesacattolica.it/salute

 

 

 


Redazione Bioetica News Torino