News dal Mondo

AstraZeneca riprende test sperimentale per il vaccino anti-Covid-19

14 Settembre 2020

I test degli studi clinici del vaccino sperimentale anti-Covid-19 AZD1222 sviluppato dall’Università di Oxford e dall’Azienda multinazionale biofarmaceutica AstraZeneca erano stati interrotti per una pausa di verifica domenica 6 settembre dopo gli effetti collaterali riscontrati in una persona in Gran Bretagna per sapere se erano associati al vaccino, per «consentire la revisione di sicurezza dei dati dai comitati indipendenti e dai regolatori internazionali» e poi sono stati ripresi sabato 12 settembre come il portavoce di AstraZeneca afferma «Il Comitato britannico ha concluso le proprie indagini e raccomandato alla MHRA (Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency) che i test clinici in Gran Bretagna sono sicuri per riprendere».

AstraZeneca si è impegnata per la «sicurezza dei partecipanti ai trial e ai più elevati standard di condotta nei trial clinici. La Società continuerà a collaborare con le autorità sanitarie di tutto il mondo e sarà guidata da poter riprendere altri studi clinici per fornire il vaccino in modo ampio, equo e senza profitto durante questa pandemia».

Non si possono avere informazioni sulla malattia del paziente per motivi di privacy. L’Oms ha affermato che quasi 180 vaccini candidati vengono testati nel mondo ma nessuno ha ancora completato i trials clinici. Vi è speranza che questo vaccino possa essere uno tra i primi ad essere immesso sul mercato, facendo seguito al successo delle fasi 1 e 2, riporta bbc.com (Coronavirus. Oxford University to resume vaccine trial after pause, 12 september 2020).

Redazione Bioetica News Torino