La Facoltà teologica di Torino

Facoltà Teologica di Torino Master Universitario
in Bioetica
Anno accademico 2020-2021

Il Master in Bioetica è un percorso completo che affronta le tematiche cruciali della bioetica con un metodo interdisciplinare e interattivo. Nel master si incontrano e dialogano scienza, dimensione antropologica, riflessione giuridica ed etica.

Un master per chi è in ricerca

La medicina e le tecnoscienze hanno aperto scenari nuovi che, se da un lato aprono nuove prospettive all'umanità, dall’altro sollevano problemi di senso. A tali domande può rispondere una nuova disciplina, la bioetica, in grado di svolgere un ruolo di ponte tra i saperi e di recuperare la visione integrale dell’uomo nel rispetto della sua dignità.
Enrico Larghero_convegno Dat Torino 2018 _DSC4141 F. A. D'Angelo
Enrico Larghero
Direttore scientifico Master in Bioetica di Torino
I temi del Master
Anno I Modulo 1 Fondamenti della bioetica Modulo 2 La vita che nasce Modulo 3 Il divenire della vita Modulo 4 La vita che volge al termine
Anno II Modulo 1 Bioetica e società Modulo 2 Bioetica clinica Modulo Laboratoriale “Giudizio bioetico” e “Giudizio etico-clinico”
Modalità di partecipazione Due modalità alternative

Al momento dell'iscrizione sarà possibile scegliere
tra due modalità di partecipazione alternative:
in presenza oppure nella modalità formazione a distanza (FAD).

1
Modalità partecipazione

In presenza

Dove:
Le lezioni si terranno presso la Facoltà Teologica di Torino.
Via XX Settembre, 83, 10122 Torino.

Quando:
il venerdì pomeriggio e il sabato mattina consecutivi, con cadenza prevalentemente mensile per la durata dell'anno accademico

  • venerdì pomeriggio: ore 14.45-19.15
  • sabato mattina: ore 8.45-13.15
2
Modalità partecipazione

FAD online

Dove:
Le lezioni saranno fruibili in diretta sulla piattaforma web del Master. Link e credenziali di accesso verranno comunicati dopo l'iscrizione.

Quando:
il venerdì pomeriggio e il sabato mattina consecutivi, con cadenza prevalentemente mensile per la durata dell'anno accademico

  • venerdì pomeriggio: ore 14:45 - 19:15
  • sabato mattina: ore 8:45 - 13:15
Indipendentemente dalla modalità di partecipazione, è richiesta la partecipazione ad almeno l’80% delle lezioni in presenza/in diretta.
Come si svolge il Master
Master-bioetica-Torino-lezione-01
  • 108 ore annuali da fruire in presenza o online
  • 7 moduli didattici per offrire una panoramica completa e aggiornata
  • Attività laboratoriali
  • Possibilità di accedere in ogni momento alle video-lezioni registrate in modalità ondemand
  • Prove di valutazione
  • Attestati e certificazioni
  • Biblioteca della Facoltà Teologica di Torino a disposizione
  • Possibilità di pernottamento e cena dopo la lezione del venerdì per coloro che provengono da fuori Torino e aderiranno al Corso residenziale.

A chi è rivolto
Il corso è rivolto a: Medici, infermieri e altre professioni socio-sanitarie, Farmacisti, Psicologi, Giuristi e Avvocati, Insegnanti e operatori psico-pedagogici, Teologi e religiosi, Giornalisti, Amministratori pubblici e a chi è interessato ad approfondire i temi della bioetica.

Requisiti
Il master è aperto a chi possiede Diploma di Laurea in Filosofia; Lettere; Giurisprudenza; Economia e Commercio; Scienze matematiche, fisiche e naturali; Biologia; Scienze politiche; Sociologia; Psicologia; Farmacia o titoli di studio equipollenti.

5 componenti chiave del Master

Percorso completo e multidisciplinare

Il master si caratterizza per il suo approccio multidisciplinare, base della bioetica stessa, e ti permetterà di raccogliere diversi punti di vista, chiavi di lettura, strumenti e prospettive che spazieranno dall’ambito medico a quello giuridico, da quello antropologico a quello scientifico.

Qualità della didattica

A condurre il corso nei suoi diversi ambiti tematici e un team di docenti universitari qualificati per esplorare tutti gli argomenti utili.

Didattica a tua disposizione

L’emergenza Covid-19 sta imponendo misure di sicurezza straordinarie che limitano eventi in presenza e spostamenti. Per garantire una buona fruizione della didattica, la sicurezza dei partecipanti e agevolare la partecipazione potrai scegliere se frequentare le lezioni in presenza - presso la sede a Torino - oppure collegarti online nei giorni e ore fissati e seguire a distanza gli appuntamenti senza perdere la possibilità di interagire con i docenti e con gli altri studenti. Indipendentemente dalla modalità che sceglierai - in presenza o FAD - potrai rivedere qualche giorno dopo le lezioni in modalità ondemand per riascoltare ogni passaggio.

Modularità

Potrai scegliere se frequentare il percorso completo della durata di due anni, oppure concludere la tua esperienza al termine del primo anno.
Se sceglierai di fermarti al primo anno, acquisirai il diploma di Corso di perfezionamento in bioetica. Se completerai anche il secondo anno, acquisirai il titolo di Master Universitario in Bioetica e 60 CFU (Crediti Formativi Universitari).

Certificazioni

Il percorso formativo è accreditato ECM (educazione Continua in medicina) per tutte le professioni sanitarie con la Regione Piemonte, assegna i CFU (Crediti Formativi Universitari) e ha il prestigioso Patrocinio della Scuola di Medicina - Università degli Studi di Torino.
Per gli insegnanti di ogni ordine e grado, inoltre, il titolo di perfezionamento dà luogo a punteggio per le Graduatorie di Istituto. Il Corso rientra nelle iniziative di Formazione e Aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e riconosciute dall’Amministrazione Scolastica.
Nota: L’ottenimento delle certificazioni è vincolato alla frequenza ad almeno l’80% delle lezioni.

Come iscriversi

Iter

La domanda d’iscrizione - contenente generalità, indirizzo, recapiti telefonici, e-mail - unitamente al curriculum vitae dovrà essere inviata all’indirizzo e-mail grazia.sinibaldi@gmail.com
Il Corso è a numero chiuso.
È previsto un colloquio a scopo conoscitivo.

Costo

Il costo di iscrizione al Master per ogni singolo anno accademico è di € 500,00

Modalità di pagamento

La quota è da versare tramite bonifico bancario:
Banca: INTESA SAN PAOLO
IBAN: IT37 A030 6909 6061 0000 0116 172
Intestato a: Associazione Master & Congressi
Causale: Quota d’iscrizione master bioetica, seguito da cognome e nome dell’iscritto.

Segreteria organizzativa: Maria Grazia Sinibaldi +39 339 4290588 grazia.sinibaldi@gmail.com

    Richiedi informazioni
    senza impegno

    Ho letto e accetto l'Informativa sulla Privacy
    Le testimonianze
    dei nostri studenti

    "Due anni fa ho deciso di iscrivermi e partecipare al Master in Bioetica per il notevole livello dei contenuti del programma biennale, livello che è stato confermato dalla preparazione dei diversi docenti relatori nonché dallo staff organizzativo, di segreteria e dalla direzione scientifica del Master.
    Pur svolgendo la professione di avvocato, ho avuto modo di entrare subito in sintonia con i diversi temi trattati, riscontrando di persona come la bioetica sia davvero caratterizzata da una forte interdisciplinarietà con il diritto, la filosofia, l’antropologia, la scienza medica e le innovazioni tecnologiche. Difficile sintetizzare in poche righe la ricchezza culturale, professionale ed umana acquisita in questo intenso e avvincente percorso formativo universitario: invito quindi davvero tutti ad avvicinarsi di persona a questa “sfida umana e culturale”, perché la bioetica è una questione che riguarda davvero tutti e che tutti, in maniera seria ed attenta, dovrebbero imparare ad approfondire. Rimango a disposizione per eventuali confronti alla mia mail personale."

    Avvocato Valter Marchetti
    Foro di Imperia

    " Quando ormai oltre dieci anni or sono decisi di iscrivermi al Master di Bioetica, presso la facoltà Teologica di Torino, ero alla ricerca di un corso di formazione plurale e di livello, ma accessibile per chi, come me, aveva una formazione bioetica limitata al corso di studi frequentato.
    Sono un medico specialista in Medicina legale e delle Assicurazioni e, nell'ambito della specialità, avevo ricevuto una formazione bioetica marginale, ma sufficiente per aiutarmi a comprendere l'importanza della materia per affrontare molti aspetti quotidiani che la mia professione specialistica si trova a trattare, sebbene ciò possa apparire strano. Solo una mente allenata ad un approccio che va oltre il mero aspetto tecnico può, a mio parere, trovare risposte equilibrate o il più possibili tali.
    Ebbene nel Master di Bioetica ho trovato un prezioso aiuto. La parte iniziale che fornisce i fondamenti consente di passare agevolmente alla seconda fase di maggiore approfondimento su temi differenti.
    I docenti, tutti di alto livello professionale e di formazione differente, non hanno mai deluso le aspettative e sono sempre stati disponibili ad un confronto dialettico con i discenti, ma, soprattutto hanno fornito una visione plurale della materia. Questo aspetto rende questo Master assai interessante e molto formativo.
    L'organizzazione del corso è ineccepibile per serietà e cordialità.
    Un ulteriore aspetto, da non sottovalutare, è la possibilità che da, al termine del corso, di proseguire con il Master avanzato, che ogni anno affronta argomenti di grande attualità."

    Paola Piscozzi
    Medico Legale

    " Alla luce degli attuali avvenimenti la bioetica risulta più contemporanea e importante che mai. Le sfide che la società deve affrontare impongono la necessità di una disciplina che sappia cogliere le svariate istanze e si ponga in un dialogo costruttivo e fecondo tra i saperi. La bioetica si pone all’ascolto e attua il dialogo tra gli ambiti scientifici e quelli umanistici, per tale motivo mi sento in dovere di consigliare a tutti coloro che operano in ambito educativo di accedere al master di bioetica per continuare la propria formazione indirizzata alla tutela della salute e della vita dei nostri giovani.

    Emanuela Sole
    Insegnante e Psicopedagogista

    " Inizierà a breve il XII corso di Bioetica Avanzata e non vedo l’ora di riprendere la frequenza delle lezioni frontali che seguo con immutato desiderio e interesse dal 2015, anno in cui ho iniziato questo bellissimo Master in Bioetica.
    Superati gli esami del corso base biennale, non sono più riuscita, e con me molti colleghi del corso, a rinunciare a questa esaltante opportunità che in questi anni mi ha arricchita umanamente e professionalmente.
    Ecco perché spero di poter continuare in questo percorso di formazione (che consiglio a tutti i colleghi e non) ancora per molto tempo, ringrazio lo staff dirigente della Facoltà ma il ringraziamento più grande va al Responsabile dell’evento Dott.Enrico Larghero, alla dr.ssa Maria Grazia Sinibaldi e con loro a tutto il team della segreteria che da anni ci segue in questo bel progetto.

    Anna Abbona
    Sessuologa

    " Sono un Anestesista-Rianimatore e ritengo essenziale per l'essere medico la Bioetica.  Frequentare il Master di Bioetica presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale mi ha fornito costanti spunti di riflessione, occasioni di approfondimento ed una visione pluralistica delle questioni bioetiche fondamentali che incontro quotidianamente nel mio lavoro. "

    Nadia De Petris
    Medico anestesista e rianimatore

    " L’alzata é mattiniera e le ore di treno non poche, eppure é sempre un piacere partire per raggiungere Torino: la città della Mole che si erge con leggera eleganza verso il cielo, come dei palazzi che saldi al terreno ne ricordano la storia.

    E così é l’esperienza al Master in Bioetica della Facoltà Teologica, tra passato e futuro, tra approfondimenti e leggerezza nel confronto: uno spazio dedicato al pensiero, con discussione su temi che riguardano la sanità, e non solo, grazie a bravi docenti, come alle riflessioni che poi nascono tra compagni di corso.

    Lavorando nel mondo della sanità da molti anni, ne ho apprezzato l’evoluzione tecnologica, scientifica, organizzativa; eppure qualcosa mi mancava, il bisogno di una riflessione che ripartisse dalla centralità dell’uomo nella sua dimensione, oltre che fisica, anche sociale e spirituale. A volte, il bisogno di dare “un senso” a un quotidiano, che incalza freneticamente, fatto di scelte professionali che ci ritroviamo a fare (o a subire).

    A Torino ci si ferma, ci si nutre di conoscenza e pensiero: un modo per crescere professionalmente... e non solo. "

    Gigliola Scattolin
    Infermiere coordinatore - UOC Malattie Infettive - Treviso

    " Ho frequentato una delle prime edizioni del master di bioetica, attratta dalla completezza della sua architettura, che unisce l'aspetto scientifico a quello etico, al fine di favorire una comprensione esauriente di ogni tematica. Il mio desiderio era quello di trovare una soluzione al disagio vissuto nel mondo farmaceutico, in cui l'apparente finalità etica veniva stravolta dal  desiderio predominante di massimizzare ogni profitto. Anche nella vita privata avevo vissuto con profondo disagio le gravidanze durante le quali il personale sanitario mi spingeva a fare qualsiasi tipo di analisi, anche potenzialmente pericolosa, preoccupato solo di permettere la nascita ai soli feti considerati sani.
    Nel master ho trovato un ambiente in cui ho potuto accrescere le mie conoscenze, per effettuare scelte più consapevoli sia nel mondo farmaceutico, sia nel mio ruolo educativo.
    Con alcuni colleghi ho poi contribuito a far rinascere la sezione piemontese dei farmacisti cattolici, mediante la quale cerchiamo di far conoscere alcune problematiche bioetiche emergenti nella professione. Grazie allo staff del Master e al Centro Cattolico di Bioetica ho potuto inoltre  continuare ad aggiornarmi, mediante corsi in presenza e online, e pubblicazioni frequenti. "

    Paola Aliperta Panero
    Farmacista

    " Come biologa, da più di dieci anni mi occupo di ricerca scientifica presso il Centro di Biotecnologie Molecolari dell’Università di Torino e da circa sei anni frequento i corsi di Bioetica presso il Centro Cattolico di Bioetica.

    Il prefisso “bio-“, accomuna la mia professione e il mio maggiore interesse che ho coltivato in questi ultimi anni. Sicuramente, nel campo della ricerca, non si smette mai di studiare e di imparare cose nuove. Ciò che appassiona chi si occupa di ricerca è il costante mettersi in gioco, la determinazione nell’intraprendere sempre nuove strade. E certamente il Master in Bioetica mi ha molto aiutata nel mantenere sempre accesa e viva la voglia di pormi domande. Ogni anno il Master propone incontri di dibattito su tematiche costantemente aggiornate e di scottante attualità. A guidare le riflessioni sono sempre illustri ospiti e massimi esponenti delle varie discipline che sottendono alla Bioetica: teologi, economisti, filosofi, medici, giornalisti.

    Titolo dell’Anno Accademico appena conclusosi era: “Bioetica tra passato e futuro. Da Van Potter alla società 5.0”. Una riflessione sulla società attuale, dunque, quella super-tecnologica fondata sui Big Data, l’intelligenza artificiale e le tecnologie innovative, che secondo alcuni potrebbe contraddire, negare, superare la tradizione. E così, durante gli incontri nella bellissima Aula Magna della Facoltà Teologica di Torino, spesso ci ripetiamo che siamo “animali sociali”; siamo persone, che per vivere hanno il bisogno indispensabile di costruire relazioni significative e piene di senso. Eppure, in pieno lockdown, isolati nelle nostre abitazioni, è stata proprio la tecnologia, la sola che ci ha permesso di rimanere connessi e poter continuare a “fare bioetica a distanza”.

    L’insegnamento più grande che ho ricevuto e ricevo tuttora da questa Scuola di Bioetica è il saper guardare la vita e le “cose” della vita, come anche il mio quotidiano e le persone che incontro ogni giorno, con sempre maggiore attenzione e curiosità, rinnovato stupore e gratitudine. "

    Elisabetta Bolli
    Biologa

    " Lo studio della BIOETICA rappresenta un validissimo supporto per la nostra professione medica (sono un medico che ha sempre lavorato nell’emergenza e ho da poco ultimato il Master in Bioetica ).
    Essa infatti ci può aiutare ad assumere un atteggiamento ed un approccio diversi nella pratica clinica quotidiana, insegnandoci a riflettere ed a guardare con occhi nuovo l’operato di sempre.

    Il medico moderno cedendo alle lusinghe della tecnologia, spesso tende a trascurare la figura umana, centrale ed unitaria del paziente, in nome di una scienza che lo fa credere “onnipotente”. Ma onnipotenti non siamo e la recente pandemia che ci ha duramente colpiti ne è una chiara dimostrazione. Abbiamo limiti perché siamo umani e la Medicina non fa eccezione.

    Infatti proprio la Bioetica ci ricorda e sottolinea come la Medicina non sia una scienza esatta ma “un’arte” che si esercita con la sapienza e l’abilità tecnica, ma anche con la prudenza, con l’umiltà e con la capacità di ascoltare e di comprendere chi sta di fronte a noi ed ha bisogno di aiuto. Ci aiuta e ci sprona cioè a riscoprire la dimensione dell’ “ uomo” nel paziente.

    Posso affermare che tramite la Bioetica, per me si è concretizzato e giustificato ciò che fin dall’inizio della mia carriera ho cercato di espletare in modo inconscio nel mio rapporto con i pazienti e questo mi ha apportato un forte sostegno morale ed un grande arricchimento spirituale. "

    Patrizia Andrione
    Medico Emergenza Sanitaria
    Domande Frequenti

    Devo scegliere se frequentare in presenza o online?

    Si, sono due iscrizioni distinte: o in presenza o in FAD. In fase di iscrizione occorre specificare la modalità scelta.

    Le lezioni online, sono in diretta?

    Tutte le lezioni previste in modalità do frequenza FAD sono in diretta, verranno registrate le presenze allo stesso modo in cui vengono segnate quelle degli studenti presenti in aula. Solo nei giorni successivi alla lezione, le registrazioni video saranno messe a disposizione degli studenti per eventuali ripassi.

    Sarà possibile contattare i docenti?

    La segreteria scientifica, organizzativa e il corpo docenti sono disponibili al confronto con gli studenti, qualora fosse necessario anche al di fuori dell’orario delle lezioni.

    È possibile fare domande durante le lezioni?

    Si, certamente. Il corso è interattivo e le domande, poste al termine della lezione, sono fortemente consigliate. La possibilità di interventi e di eventuale confronto è prevista sia per coloro che seguiranno le lezioni in presenza in aula sia per chi sceglierà la didattica a distanza.

    Se non posso più partecipare che succede?

    Possiamo eventualmente restituirti la quota versata in fase di iscrizione ma solo per comprovati e seri problemi che ostacoleranno la partecipazione.
    Ci teniamo a chiarire che il master ha un inizio molto impegnativo, porta gli studenti all’interno di un mondo complesso da conoscere. Molti studenti si sono spaventati e hanno anche pensato di abbandonare ma tutti coloro che hanno portato a termine il percorso ricordano il primo modulo come il più bello anche se il più difficile.