Ancora pochi giorni per iscriversi al Master di Bioetica. Scopri i dettagli
72 Ottobre 2020
Bioetica News Torino Elio Sgreccia Pioniere della bioetica. Un ricordo

“Fratelli tutti”, un nuovo umanesimo da far diventare storia Riflessione sulla Lettera enciclica di Papa Francesco sulla fraternità e l'amicizia sociale

Fratelli tutti è una enciclica ricca di temi che non possono essere esauriti in una breve presentazione. Mi limiterò ad alcune considerazioni che, secondo me, possono essere una chiave per la lettura.

«Pensare e generare un mondo aperto»

Questo testo interviene non in una epoca di cambiamento, ma prende sul serio il fatto che viviamo un cambiamento di epoca. In esso traspare un linguaggio nuovo. Questo linguaggio nasce dall’ascolto della storia vista dalla parte degli scartati e dalla luce che deriva dalla Parola. Un ascolto della storia senza illusioni, ma anche senza toni apocalittici. Il nostro tempo poi è confrontato con la Parola. La parola che Dio rivolge a Caino «Dove è tuo fratello?» e la parabola del buon samaritano. Dall’incontro fra storia e Parola nasce la proposta di un nuovo umanesimo, che fondi speranza.

fratelli-tutti_papafrancesco
Papa Francesco, Lettera Enciclica Fratelli tutti, LEV, Città del Vaticano 2020, pp. 232, € 12,00

All’individualismo si oppone il noi. Non il noi maestatico del potere ma il noi della comunione, della partecipazione. All’indifferenza si oppone il servizio. L’enciclica non vuole proporre un sistema ideologico astratto, ma indica una strada da percorrere. Un umanesimo da costruire, da far diventare storia. Forse è questo che può aver costituito difficoltà per chi vorrebbe mettere in campo norme fisse, astratte dalla storia.

Il Papa pone nel dibattito pubblico l’apporto che la dimensione evangelica offre. All’interno di questa logica vengono poi valutati temi concreti, quali la guerra, la proprietà privata, il posto dei bimbi e degli anziani, eccetera. L’interesse verso questi temi non deve tralasciare lo spirito che anima le riflessioni dell’enciclica.

«Un cuore aperto al mondo»

Francesco indica anche la sorgente storica delle sue proposte, cioè lo sguardo dei poveri e la Parola. Per questo “Fratelli tutti” si rivolge a tutti, uomini e donne, e non soltanto ai credenti. Ogni riflessione umana ha in sé qualcosa di divino, una ispirazione dello Spirito.  Nello stesso tempo vengono sottolineate dimensioni apparentemente secondarie o soggettive, quali la gentilezza, l’amicizia, la fraternità.

Fratelli tutti un vero dono da meditare, da vivere.

© Bioetica News Torino, Ottobre 2020 - Riproduzione Vietata